PDA

View Full Version : Giulietta e Romeo (Riccardo Freda)



Caltiki
09-11-2007, 09:32
Domani notte su Raitre, ore 04.55.
Lo vidi parecchi anni fa, proprio su Raitre, e lo ricordo con una splendida fotografia a colori.
Interessante il commento di FIlmtv, che ben dipinge il cinismo di Riccardo Freda:
"
Riccardo Freda, come noto pił interessato ai cavalli che agli attori, trasforma la tragedia di William Shakespeare in un godibile cappa e spada. In questo caso, tra l'altro, aveva visto giusto lui: meglio i cavalli degli attori."


http://www.filmtv.it/scheda.php?film=3155

doną
09-11-2007, 12:10
Uscito in vhs per EASY VIDEO (che ho).

Caltiki
11-11-2007, 11:39
Ricordavo bene. Il master è ben conservato, e la spendida fotografia del grande Gabor Pogany (compagno fedele di Freda) risalta ancora in tutta la sua bellezza. Ci sono inquadrature dove l'uso delle luci e dei colori anticipa (o emula?) il linguaggio di Bava (luci gialle, rosse ecc.). Del resto Bava e Freda sono un binomio inscindibile.
Peccato che, al solito, il master parte bene (in 2,35:1, il film fu girato in "Cromoscope") e poi viene dilatato, anche se in modo accettabile.
Il film è godibile, seppure sia secondario rispetto al kolossal di Renato Castellani del 1954 (tra l'altro, Mister Steed, lo posseggo in edizione Ermitage, formato 4:3). Sempre belle e avvincenti le scene di azione, in cui Freda era imbattibile.
I protagonisti, Geronimo Meynier (Romeo) e Rosemarie Dexter (Giulietta) recitano in modo abbastanza piatto, da non disdegnare invece tutto il contorno di buoni caratteristi (Andrea Bosic e Umberto Raho in particolare).


Uscito in vhs per EASY VIDEO (che ho).
La vhs che hai, Donà, che formato video ha?

doną
12-11-2007, 14:17
Ricordavo bene. Il master č ben conservato, e la spendida fotografia del grande Gabor Pogany (compagno fedele di Freda) risalta ancora in tutta la sua bellezza. Ci sono inquadrature dove l'uso delle luci e dei colori anticipa (o emula?) il linguaggio di Bava (luci gialle, rosse ecc.). Del resto Bava e Freda sono un binomio inscindibile.
Peccato che, al solito, il master parte bene (in 2,35:1, il film fu girato in "Cromoscope") e poi viene dilatato, anche se in modo accettabile.
Il film č godibile, seppure sia secondario rispetto al kolossal di Renato Castellani del 1954 (tra l'altro, Mister Steed, lo posseggo in edizione Ermitage, formato 4:3). Sempre belle e avvincenti le scene di azione, in cui Freda era imbattibile.
I protagonisti, Geronimo Meynier (Romeo) e Rosemarie Dexter (Giulietta) recitano in modo abbastanza piatto, da non disdegnare invece tutto il contorno di buoni caratteristi (Andrea Bosic e Umberto Raho in particolare).


La vhs che hai, Doną, che formato video ha?

Appena ho un attimo di tempo, la controllo.

doną
19-11-2007, 10:24
Allora, la vhs dura 93 minuti.Formato wide (anche se presumibilmente pił vicino ad 1:85:1 che 2:35:1).