PDA

View Full Version : Pranzo di Ferragosto



almayer
15-12-2008, 17:05
http://www.cinematografo.it/bancadati/consultazione/schedafilm.jsp?codice=50671&completa=si

Vista ieri al DIFF (http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?p=204603) questa deliziosa piccola commedia dello sceneggiatore Gianni Di Gregorio (Gomorra), raccontata senza urlare, in punta di piedi. Gianni (che autobiograficamente e` interpretato dallo stesso Di Gregorio) non lavora, naviga nei debiti e accudisce la vecchia madre senza privarsi dei suoi piccoli peccatucci (sigarette, cucina e vino bianco). In un maledetto Ferragosto viene messo in mezzo ed utilizzato da altri compari per occuparsi della altrui madri anziane. Girato con 3 lire nella casa di Di Gregorio, che ha addirittura messo la zia e un'amica di famiglia nel cast di vecchiette, il film affascina col suo ritratto di una Roma afosa e sonnacchiosa, città d'altri tempi con usanze che altrove sono ormai scomparse (il pizzicagnolo con rivendita di vini che fa credito e vende un po' di tutto), e col suo cast composto quasi esclusivamente da gente comune (memorabile il personaggio del Vichingo). Di Gregorio gira bene, non per niente s'è fatto le ossa alla corte di Garrone. Un bello spaccato su una realtà comune a tutti (badare agli anziani) ma che raramente viene rappresentata. Il simpatico Di Gregorio ha presentato il film e poi s'è intrattenuto con il pubblico per un interessante botta e risposta. Da vedere.

MILANOODIA
15-12-2008, 19:43
Si, decisamente da vedere. E decisamente, a torto, evitato dal pubblico nelle sale italiane.

mister.steed
15-12-2008, 20:08
Si, decisamente da vedere. E decisamente, a torto, evitato dal pubblico nelle sale italiane.
Io purtroppo non sono ancora riuscito a vederlo... ma a Roma ha resistito in sala parecchio e ha avuto un buon successo... tanto che qualcuno non si era spiegato il perché non fosse stato inserito nella sezione principale del festival veneziano... :confused:

MILANOODIA
16-12-2008, 14:59
Da noi per esempio uscito una sera solo, tra 'I film mai visti'.

luciferrising
16-12-2008, 15:51
Recuperato nelle visioni della sala cittadina...certi film solo li riesco a vederli.
Molto carino e divertente, leggero leggero e pure breve. Non sarà un capolavoro, ma sono uscito dalla sala soddisfatto,niente tirate moralistiche, sentimentalismi melensi, volgarità, ecc, insomma ciò che di solito il mainstream italico ci propina.

La Goccia d'Acqua
17-12-2008, 16:58
Visto mesi fa in sala, piaciuto sia a me che ai presenti. E' giusto definirlo dolce, gradevole e ben lontano da patinature televisive. Simpatiche le esordienti vecchine e buona la rappresentazione della quotidianità. Davvero un carino salto fuori dal tempo, esente da volgarità, eroismi, prototipi di bellezza e quanto altro. Consigliato.

almayer
27-04-2009, 16:46
Rivisto sabato sera in DVD, confermo tutte le impressioni positive della prima visione, un piccolo grande film. Ottimi gli extra del dvd, con interviste ai protagonisti, e i subs anche in Inglese, per farsi conoscere anche altrove.

MILANOODIA
29-04-2009, 11:36
Ma e' possibile che molti registi piu blasonati del qui presente debuttante dietro la mdp non abbiano le palle di fare un film che duri meno di ottanta minuti e lo vogliano allungare ed infarcire come se la quantita' equivalesse alla qualita'? Dovrebbero imparare da questa pellicola.

Grazie,Marì
29-04-2009, 11:49
Bellissimo film, qui a Roma di successo ne ha avuto tantissimo, tanto che da settembre fino a gennaio è stato presente nelle sale cinematografiche. E non solo...tuttora qualche cinema più underground continua a proiettarlo.
Ottimo il cast (le vecchiette sono al top) e la scenografia, il tratteggio di una Roma semideserta a ferragosto, una Trastevere in cui ancora esistono i rapporti umani, insomma, una vera delizia

agentespeciale
31-05-2009, 23:57
Stavolta, dando ancora retta ad Almayer, e dopo la delusione di Botched, devo ammettere che il belgaduino, ha fatto centro.
Ottimo film, candenzato, gentile, sempre a tono con gli attori, splendidamente girato, ti fa venire voglia di cucinare e riunirti fra amici.
Strepitosa la scena della ricerca del pesce.
Commovente e lungimirante il finale, che non delude come tutto il film.
Voto 7+

mister.steed
13-08-2009, 10:32
Visto ieri sera nel buon dvd Fandango. Film eccezionale che, pur non essendo ovviamente un capolavoro, non ha punti deboli. La breve durata oltretutto è un pregio: magari qualche altro regista avrebbe provato ad aggiungere qualcosa, invece dalle simpatiche e interessanti interviste negli extra si capisce benissimo che Di Gregorio semmai ha eliminato diverso materiale girato, a volte anche per motivi tecnico-pratici che quando si lavora con attori non professionisti capitano spesso e magari impediscono un corretto montaggio delle varie scene. Un film divertente e al contempo malinconico. Se vogliamo fare un parallelo diretto mi ha ricordato parecchio l'ottimo Estate Romana di Garrone, sceneggiato da Massimo Gaudioso (che ne Il Pranzo... ha svolto invece il ruolo di 'direttore artistico') e in cui Di Gregorio ha lavorato come aiuto regista, che tuttavia risulta decisamente più malinconico rispetto a Il Pranzo di Ferragosto. Di Gregorio negli extra afferma che l'idea di fare un film come questo è nata 10 anni fa, quindi praticamente in contemporanea ad Estate Romana (che è del 2000). Possiamo quindi affermare che il clima in cui sono nati i due film è praticamente lo stesso. Bravissimi tutti gli 'attori', specialmente le 'vecchiette' terribili: un casting migliore credo sarebbe stato impossibile!

Il dvd Fandango è l'esempio di come dovrebbero essere fatti molti dei dvd nostrani: poca fuffa e molta sostanza. Interviste interessanti ma brevi (finalmente non si rischia di addormentarsi come capita spesso con altri dvd) agli attori e al regista, recupero di interviste televisive d'archivio contemporanee alla presentazione veneziana del film, presenza sia dei sottotitoli per non udenti che di quelli inglesi, per far conoscere meglio il film anche all'estero. Volendo quantificare do un bel 8 1/2 sia al film che al dvd. A questo punto attendo con impazienza, oltre alla seconda prova da regista di Di Gregorio, anche un bel dvd di Estate Romana, magari edito da Fandango

Grazie,Marì
13-08-2009, 13:03
aggiungo...la Roma descritta in questo film è vera, doc e ha davvero tradizioni che altrove sono scomparse,spero rimanga sempre così e che l'omologazione non ne modifichi le abitudini.
In particolare, ho trovato realistica l'ambientazione dell'osteria con Il vichingo che, accaldato,passa il tempo seduto fuori. Chi vive a Roma lo può capire: questa città è un miracolo di rappresentazione di habitat umano verace,che a volte rasenta lo stato di natura.
De gregorio, inoltre, è stato in grado di rappresentare la terza età avanzata in maniera per niente affatto stereotipata.