PDA

View Full Version : De Luigi: "In Italia far ridere è una colpa grave"



mister.steed
05-01-2009, 11:20
5/1/2009 - INTERVISTA
De Luigi: "In Italia far ridere è una colpa grave"
Da Salvatores ai cinepanettoni: «Non mi pento»

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/spettacoli/200901articoli/39757girata.asp

ANDREA SCANZI
SANT’ARCANGELO (RIMINI)
Ci riesce solo a lui. Fabio De Luigi è l’unico attore a far rimare Neri Parenti con Gabriele Salvatores. A piacere (quasi) a destra e (pressoché universalmente) a sinistra.
De Luigi, come si fa a passare indenni dalla cinepanettonata a una pellicola algido-cerebrale?
«È un vanto apparire credibile in due film così diversi. Da Salvatores ho imparato tanto. Ama gli attori, anche quelli che interpretano ruoli minori, come il mio in Come Dio comanda. Finita la scena mi chiedeva di continuare sapendo che quelle sequenze non sarebbero andate, per capire il sottotesto del mio personaggio».

Sì, però il film è freddino.
«È volutamente freddo, una scelta coraggiosa di Gabriele. Desiderava realizzare un’opera maschilista, che concedesse pochissimo».

E Natale a Rio?
«Ho finito la mia trilogia di Kieslowski. Neri Parenti è un grande, non è facile fare ogni anno un film che rispetti i cliché e sia rassicurante. Il mio episodio è quasi un cartone animato, non sono mai caduto così tanto in un film. Nel suo genere, Neri non ha nulla da invidiare ai grandi maestri».

Sarà il suo ultimo cinepanettone?
«Forse sì. Sono stati una scelta strategica, dovevano servirmi per allargare il mio pubblico. Al cinema non basta la fama televisiva. Ed è una scelta che ha pagato».

Così però i grandi registi non la chiameranno.
«Non mi chiamavano neanche prima. Giusto che non mi vogliano se non mi stimano, deprimente se intendono punirmi per questa macchia indelebile. Solo in Italia un attore comico deve vergognarsi di fare film comici. Poi magari, tra qualche anno, verremo rivalutati. Come Moana Pozzi. Prima era solo una pornoattrice, poi hanno scoperto che diceva cose sensate ed è diventata un genio».

Guardi che tra i detrattori dei cinepanettoni c’è pure la Gialappa’s.
«Prendere in giro è il loro modo di volerti bene. Uno dei tre - non farò i nomi - neanche vuole pronunciare i titoli, dice solo “quel film”. Ma un altro in privato mi ha detto: non l’ammetterò mai in pubblico, ma hai fatto bene a farli».

Christian De Sica ha paragonato la Hunziker alla Vitti.
«Forse è esagerato, ma è molto brava. La nostra è una chimica perfetta. Lo capisco anche dalla prima serie di Love Bugs, andata meglio delle altre. Ci snobbavano, ora è la sitcom più replicata».

Nanni Moretti dice che il cinema italiano non sta bene.
«E io non sono d’accordo. Proprio grazie ai film “non impegnati" si è creato un indotto e allargato il bacino di utenza di opere “impegnate" come Il divo o Gomorra, il miglior film dell’anno. La qualità parla da sola».

Davide Parenti ha detto di averla scelta per Le Iene perché lei «piace a tutti».
«E un comico gradito a tutti non va bene, perché dice cose innocue e magari è pure un po’ scemo. Conosco la storia. Mica è un difetto essere trasversali. E poi per carattere mi va benissimo non avere nemici».

Le piace Ilary Blasi?
«Molto. Totalmente sprovvista di sovrastrutture, alla mano, leggera. Abbiamo legato subito».

È un caso che non abbia mai lavorato con Fazio e Dandini?
«La mia famiglia televisiva è la Gialappa’s, perfetti per la mia comicità. Perché cambiare? Con Fazio dovevo lavorare dopo il primo anno di Gialappa’s, poi decisi che stavo meglio con loro».

La Guzzanti tifa Di Pietro; Marcorè, Veltroni.
«E io aspetto. La sberla elettorale e il crollo delle ideologie hanno frastornato tutti, anzitutto i leader. O dalle macerie nasce qualcosa o è dramma».

Di Funari che ricordo ha?
«Uno splendido pazzo. Senza regole, fumava e inveiva su tutti. Doveva condurre uno show in prima serata su RaiUno, ma una volta lì ha vinto la sua natura. Era un istintivo, giustamente ha trasformato Apocalypse Show nel suo spettacolo. A quel punto però non ci dicevo più nulla e dopo due puntate me ne sono andato».

Lo sa che in Italia solo lei ed Elio amate il baseball?
«Può sembrare una scelta élitaria da fighetti, in realtà a Sant’Arcangelo era naturale giocare a baseball, come in tutti i paesi vicino alle basi Nato. Ho militato in serie A1, il baseball tutto è fuorché noioso».

Come i cinepanettoni?
«Insisto: più facile essere snob che misurarsi con certe sfide».

Carlito
05-01-2009, 11:28
"Christian De Sica ha paragonato la Hunziker alla Vitti"

:(

drugo
05-01-2009, 11:29
Capirai... I soldi mandano l'acqua per l'insù...

luciferrising
05-01-2009, 11:39
"Christian De Sica ha paragonato la Hunziker alla Vitti"

:(

Ecco, questa De Sica se la poteva proprio risparmiare.

Ahhah, è vero, qua Santarcangelo fino alla mia generazione, il baseball era diffusissimo, avevamo due squadre, una i A e una i C1. Poi il declino, hano pure tolto il campo, è stato come portarmi via un pezzo di infanzia!

scerbanenco1986
05-01-2009, 11:59
Se per De Luigi far ridere in Italia è una colpa grave allora Lui è innocente.

Basik
05-01-2009, 12:02
Ma soprattutto Santarcangelo si scrive senza apostrofo.

luciferrising
05-01-2009, 12:05
Basik ha ragggione!

Comunque non mi pronuncio, sono di parte, De Luigi comico me lo ricordo anche da giovanissimo in piazza.
Dico solo che dopo la Gialappa's non ha più trovao la sua dimensione.
E non ditemi che no faceva ridere!

Frank Costello
05-01-2009, 13:26
De Luigi faceva ridere.

Bmw2002
05-01-2009, 13:43
Sono d'accordo sul fatto che se un attore ha fatto una commedia non deve poi vergognarsene.

Tuchulcha
05-01-2009, 14:39
De Luigi faceva ridere.

Pure Parenti, quando dirigeva film comici veri.


Sono d'accordo sul fatto che se un attore ha fatto una commedia non deve poi vergognarsene.

Dipende dalla qualità della commedia.

stubby
05-01-2009, 15:22
Chi non guarda i cinepanettoni è snob.....ma che cazzo dice.......a me i cinepanettoni fan cagare per cui non li guardo ma i Pierini di Vitali me li guardo alla grande così come le commedie americane sboccate e via dicendo, ma questo è suonato o De Sica gli ha fatto un lavaggio del cervello?......tra l'altro ammette che i cinepanettoni li ha fatti esclusivamente per allargare la sua popolarità e ciò ha pagato....qui si è dato la zappa sui piedi.
Sono film commerciali senza uno straccio di sceneggiatura, col solito canovaccio striminzito e riciclato del tradimento o del malinteso infarciti delle ultime hit musicali da disco, pubblicità occulte ed utilizzano prettamente personaggi televisivi che nel corso dell'anno hanno ottenuto successo di pubblico.

Scommetto che questaltranno Giovanni Vernia di zelig sarà reclutato in un cinepanettone.

Johnny Global
05-01-2009, 18:32
attenzione: De Luigi secondo me con Love Bugs aveva fatto centro! soprattutto nella prima serie con la Hunziker. Se ci si pensa siamo tutti legati ai comici nel periodo Gialappa's ma obiettivamente uno non può rimanere imprigionato a vita in quei personaggi. De Luigi ha fatto bene a fare le scelte che ha fatto, è un talento indiscusso e ha davanti a sè una lunghissima carriera e sono convinto che farà benissimo anche in futuro. Sarò di parte perchè mio concittadino ma lo difendo in tutto e per tutto.
Per quanto riguarda il baseball è un vero peccato che qui da noi sia andato a puttane, forse è solo una questione di dirigenti incapaci.

Basik
05-01-2009, 19:15
La Hunziker è semplicemente insopportabile. A me Love Bugs già aveva rattristato non poco, pensando alla sua precedente carriera di imitatore a Mai Dire Gol.

CUG
05-01-2009, 19:32
Love Bugs è uno spettacolino per oligofrenici. La Hunziker è odiosa, non fa ridere (tranne quando viene doppiata come in Alex L'Ariete) e secondo me è infinitamente meno sexy di tantissime ragazze non famose, e non a caso deve il suo successo ad un matrimonio con una persona le cui preferenze sessuali sono state spesso messe in discussione.

federicop
05-01-2009, 19:34
a me coso, lì, de luigi, fa ridere e la hunziker mi piace solo fisicamente. il programma pero' fa cacare. ah l'intervista non l'ho letta

mister.steed
05-01-2009, 19:57
Love Bugs è uno spettacolino per oligofrenici. La Hunziker è odiosa, non fa ridere (tranne quando viene doppiata come in Alex L'Ariete) e secondo me è infinitamente meno sexy di tantissime ragazze non famose, e non a caso deve il suo successo ad un matrimonio con una persona le cui preferenze sessuali sono state spesso messe in discussione.
Ohhhh... finalmente qualcuno che avvalora la mia tesi riguardante il fatto che il suo matrimonio fosse concordato :)


Christian De Luigi far ridere in un talento indiscusso

Penso che dopo questa frase del buon Pacharelli non ci sia più molto da aggiungere :D

Frank Costello
05-01-2009, 23:08
...una persona le cui preferenze sessuali sono state spesso messe in discussione.

Soprattutto dopo il duetto con quel campionissimo di virilità noto ai più come Ricky Martin. E' noto che la Hunziker fosse una ''moglie di copertura''. Questo e altro sul prossimo numero di Misteritagliani, ma anche no.

Comunque la Hunziker è un vero talento comico: in Alex l'Ariete per esempio.

luciferrising
05-01-2009, 23:12
Soprattutto dopo il duetto con quel campionissimo di virilità noto ai più come Ricky Martin. E' noto che la Hunziker fosse una ''moglie di copertura''. Questo e altro sul prossimo numero di Misteritagliani, ma anche no.

Comunque la Hunziker è un vero talento comico: in Alex l'Ariete per esempio.

Certo che fra lei e la Canalis, c'è da mettersi le mani nei capelli! Ridateci la Cortellesi o la Massironi!

saurilla
05-01-2009, 23:37
De Luigi ... non tutti nascono Takeshi Kitano.

johnny hamlet
06-01-2009, 13:23
Non mi meraviglio delle dichiarazioni di De Sica sulla Hunziker ,quando si è rinchiusi per così tanti anni nella Fortezza Bastiani,seppur dorata,dei cinepanettoni la realtà risulta per forza di cose alterata.De Luigi invece credo che ci faccia proprio,lui ,avendo lavorato con la Gialappa's,sa benissimo che si può far ridere in modo intelligente.

Johnny Global
06-01-2009, 13:32
quanto odio la dicitura "far ridere in modo intelligente"... scusate eh, ma dite pure che questi film sono schifezze, ecc... ma non tiriamo fuori la risata intelligente...

johnny hamlet
06-01-2009, 13:39
quanto odio la dicitura "far ridere in modo intelligente"... scusate eh, ma dite pure che questi film sono schifezze, ecc... ma non tiriamo fuori la risata intelligente...

Sarà anche un modo di dire abusato ma la comicità dei cinepanettoni rimane una comicità banale.Se preferisci il termine allora la comicità intelligente la chiamerò non banale.

stampante
06-01-2009, 13:44
Con tutto il rispetto per De Luigi, vorrei dire semplicemente che le cose stanno semplicemente al contrario di come le vede lui, ossia:
"In Italia non far ridere è colpa grave"

E ho detto tutto.

Johnny Global
06-01-2009, 13:46
Sarà anche un modo di dire abusato ma la comicità dei cinepanettoni rimane una comicità banale.Se preferisci il termine allora la comicità intelligente la chiamerò non banale.

allora scusa ma tagli in toto tutti i film di Pierino, Banfi, ecc.... sei uno di quelli che non ammetterà mai di aver riso con una scoreggia che piglia fuoco?
giusto per capire... visto che qua in questo forum certi film mi risulta siano molto apprezzati...

p.s.: non li sto paragonando ai cinepanettoni (anche se sono convinto che l'attaccamento a certi film e il disprezzo per altri sia solo un fatto di affetto generazionale), sto solo dicendo che la cosiddetta comicità intelligente era lontana sia da quei film che dai cinepanettoni odierni e se uno è fan di quei film anni 70 non può rinfacciare la non intelligenza a quelli di oggi.

stampante
06-01-2009, 13:50
quanto odio la dicitura "far ridere in modo intelligente"... scusate eh, ma dite pure che questi film sono schifezze, ecc... ma non tiriamo fuori la risata intelligente...

In effetti sarebbe più opportuna la dicitura "far ridere in modo raffinato", oppure parlare di "risata colta"; si intende quel modo di far ridere (che esiste!) che non è efficace su ignorantoni e microcefali (cit. Grattarola), che niente ha a che fare coi cinepanettoni, che intendono far ridere chiunque, anche se non ci riescono.

johnny hamlet
06-01-2009, 14:05
La comicità dei cinepanettoni è banale perchè ricorre sempre alle stesse situazioni,alle stesse gag trite e ritrite,alle stesse battute,senza mai un'invenzione o un cambio di registro,sono ricette studiate a tavolino che si ripetono di anno in anno cambiando soltanto le ambientazioni e qualche attore di contorno.Non metto in dubbio che facciano ridere la maggior parte del pubblico e non accuso di stupidità le persone a cui piacciono, ritengo solamente che ci sono modi migliori di far ridere e per andare non troppo lontano la nostra tradizione cinematografica con la stagione gloriosa della commedia all'italiana ha dimostrato che si può far ridere in modo diverso.

Tuchulcha
06-01-2009, 14:09
Sarà anche un modo di dire abusato ma la comicità dei cinepanettoni rimane una comicità banale.Se preferisci il termine allora la comicità intelligente la chiamerò non banale.

Onestamente trovo che parlare di "comicità" in riferimento ai cinepanettoni sia già una grossa concessione, eh.

Johnny Global
06-01-2009, 18:42
boh, ogni anno leggo sempre le stesse cose. sembra quasi che a molti i cinepanettoni diano quasi fastidio solo per il fatto di esistere...
poi le risate intelligenti...
vieni avanti cretino aveva battute intelligenti?
poi bello un thread dove tutti parlano di un film (anzi di più film, diciamo gli ultimi cinepanettoni dal 2000 in poi...) che non hanno visto...

scusate ma mi vien da fare l'avvocato del diavolo in certi casi e io non è che sono un fan di questi film.

stampante
06-01-2009, 19:13
boh, ogni anno leggo sempre le stesse cose. sembra quasi che a molti i cinepanettoni diano quasi fastidio solo per il fatto di esistere...


Devo ammettere che un po' di fastidio a me lo danno: quasi come "Affari tuoi" o i reality. Il fastidio consiste proprio nel fatto che questi cinepanettoni sono capaci di riempire le sale cinematografiche, sciorinando solamente gag stupide, trite e ritrite, prevedibilissime. E il successo di certe porcherie a me da sempre fastidio.

Naturalmente io sono uno che mette allo stesso livello dei cinepanettoni la maggior parte dei film commedia-comici anni 70/80, i vari giovannona coscialunga..., l'insegnante balla..., i pierini ecc.: difficilmente troverai miei post nella stanza a questi dedicata.



poi bello un thread dove tutti parlano di un film (anzi di più film, diciamo gli ultimi cinepanettoni dal 2000 in poi...) che non hanno visto...


Ne ho visto uno ed è bastato. Basti pensare che tutti gli anni vedo i trailer di questi film e anzichè farmi ridere mi fanno semplicemente cadere le braccia: siamo davvero ai vertici dell'inguardabilità.




scusate ma mi vien da fare l'avvocato del diavolo in certi casi e io non è che sono un fan di questi film.

Pensavo di sì. Comunque non c'è da vergognarsene. Anche a me piacciono certi film che obiettivamente sono porcherie. Non questi però!

E comunque ripeto: in Italia non far ridere è colpa grave.

ninomartino
06-01-2009, 19:15
allora in primis voglio sottolineare che io sono un fan dei cinepanettoni , anche se gli ultimi non e che erano sto gran che.pero mi fanno ridere , la cosa che non mi piace e che nei titoli ce sempre natale....etc etc , che poi non hanno niente a che fare con lo spirito natalizio , come i vechi cinepannettoni tipo vacanze di natale - 95 - 2000.

per gli attori di quest ultimo film.....

la hunziker mi piace assai , e bella e simpatica , anche se devo ammeterlo che de sica ha sparato una cazzata paragonarla alla vitti , non che michelle non sia brava ma alla vitti ce ne vuole di strada.

de luigi a me mi fa ridere , e un bravo attore e sa fara anche il serio.

ero anche un fan di love bugs , ho addirittura le cassette registrate.

luciferrising
06-01-2009, 19:16
Scendo in campo per difendere la commedia italiana 70/80. Mettila così, le battute e le gag di Vieni avanti cretino (i tic, l'uranismo, il caffè corretto, ecc. ), o di Vacanze di NAtale o dei Fichissimi, L'allenatore nel pallone, ecc (per citare alcuni dei meglio riusciti) sono rimaste in qualche modo nell'immaginario collettivo e sono state citate per anni...e fanno ridere dopo anni (ok, c'è anche il fattore nostalgia, certo). Di questi ultimi cinepattoni non mi pare rimanga molto. Poi all'epoca di quei film ne facevano a vagonate durante l'anno, logico che la qualità fosse altalenante. Questi invece fanno un film all'anno con cui fanno una barca di soldi e manco si sforzano di cambiare la formula.
Per carità, fastidio non me ne danno, al massimo me li recupero in tv, giusto che ci siano, la gente sotto le feste va a vedre qualcosa di leggero, ecc, però non si possono paragonare ai film della commedia all'italiana, altro contesto storico.

Principe Alexis
06-01-2009, 20:39
Anche la Marini venne paragonata alla Vitti quando fece "In questo mondo di ladri"... beh, meglio Michelle!!! In quanto al film di Parenti... vince perché è l'unico rimasto della "vecchia scuola". Nell'82 con "Sogni Mostruosamente proibiti" arrivò quasi ultimo. Tanto per dire.

Johnny Global
06-01-2009, 20:47
io mi riferivo alla questione della risata intelligente.
mi si viene a fare la morale sui cinepanettoni che son stupidi e poi magari si esalta la scoreggia che prende fuoco? magari a johnny hamlet gli stanno sui maroni pure quei film, però insomma, reclamare una comicità raffinata parlando di questi film mi pare fuori luogo, anche farlo su un forum come questo.

poi, certi film sono sempre, sempre, sempre stati bistrattati e poi rivalutati. sarà un discorso già fatto e strafatto, ma io a livello qualitativo e comico non ci vedo una gran differenza tra questi film e quelli di 10-15-20-25-30 anni fa, anzi...
a mio parere, mio, lo sottolineo, il fattore nostalgia è TUTTO. i bambini di oggi quando saranno adulti e appassionati di cinema di serie B si ricorderanno con grande piacere questi cinepanettoni allo stesso modo con cui noi ricordiamo con piacere acapulco, i fichissimi, ecc... io sono certo che sarà così.
tranne qualcuno che si distingue per davvero, questi non sono mai stati dei grandi film e mai lo saranno. per i grandi film si guarda e si pesca altrove, è un'altro campionato. ma i cinepanettoni per me giocano nello stesso campionato della commedia pecoreccia del passato. la commedia all'italiana di qualità è un'altra, è Sordi, Amici Miei, e i classici nomi che conoscete di sicuro meglio di me.


Quello che mi innervosisce quando guardo questi nuovi cinepanettoni è soprattutto il fatto che potrebbero fare molto meglio. Hanno degli attori adatti e bravi (De Sica è indiscutibile, Ghini funziona, De Luigi è versatile e può far di tutto), hanno grossi mezzi, riescono a creare diverse situazioni comiche ma non creano un minimo di caratterizzazione, non hanno delle trame interessanti, sotto molti aspetti sono tirati via.

luciferrising
06-01-2009, 20:51
mmmm, parliamo di film di 20 epiù anni fa e che ancora nell'immaginario non sono stati sostituiti, non mi pare in tutti i '90 ci siano stati fenomeni simili. Vedremo fra qualche anno.

charlie_firpo
06-01-2009, 21:58
Ho visto un paio di anni fa De Luigi a teatro,ha portato sul palco "il bar sotto il mare" di Stefano benni.da solo,per 2 ore,ha ricreato i personaggi assurdi del libro in maniera strepitosa.lo ritengo molto bravo,oltretutto non è uno che ricorre a volgarità o a accenti romaneschi-napoletani-ecc per strappare facili risate.

Principe Alexis
06-01-2009, 23:16
Il problema è che far ridere non è facile... molti prendono ad esempio la Gialappa's come esempio di comicità intelligente... In realtà se li analizzate bene si limitano a fare i sarcastici e a sfottere il personaggio di turno. Aggiungiamo una spruzzata di nonsense (copiato da Indietro Tutta! di Arbore e Frassica) ed è fatta. Ormai è un classico il personaggio che appare e inizia a dire cose senza senso... e subito partono i "nooo", "ma daiiiiii"... Eppure tutti quelli che adorano questa comicità facile, scontata, sono i primi -chissà perché- a scagliarsi contro i film di De Sica e della vecchia guardia. Invidia?

Bmw2002
06-01-2009, 23:19
A Me la Gialappa's Band non ha mai fatto impazzire. I primi tempi mi davano addirittura sui nervi perchè li giudicavo troppo incalzanti, poi ho imparato a tollerarli e mi hanno fatto anche sorridere in più di un occasione.
Ma spero che il nuovo traguardo della comicità italiana non siano loro.

luciferrising
06-01-2009, 23:31
Beh, insomma, i Gialappa's non sono comici, ma autori, c'è un pò di differenza, ed è 20 anni che sono conosciuti al grande pubblico, hanno collaborato con mostri sacri e lanciato una infinità di comici e anche se in effetti ora non li seguo più come una volta, no sarei così impietoso.
Se all'inizio non mi perdevo una puntata e le registravo se proprio non potevo vederla, ora li cago molto meno, ma è appunto 20 anni che li seguo e in effetti la formula non la rinnovano più da un pò.

Johnny Global
07-01-2009, 00:14
anche qui secondo me entra in ballo il fattore generazionale. Premetto che a me i Gialappi sono molto simpatici e mi piacciono da sempre (quando ci sono mondiali ed europei cerco di ascoltare sempre le loro telecronache).
Negli ultimi anni però si sono un po' lasciati andare. imitazioni del grande fratello e ritmo più lento. comici poco comici e poco conosciuti. all'epoca teocoli e gene gnocchi erano già dei pezzi da 90, aldo giovanni e giacomo erano già rodati anche se ancora di nicchia, però tutti avevano gavetta, anni di gavetta. anche i comici del drive-in avevano anni di gavetta. oggi, come in tutti i settori, da zero a cento in un secondo e i risultati si vedono...

comunque, riprendo da dove ero partito: vedo che a miei amici che hanno 6/7 anni in meno di me piace un sacco quel tipo che fa "madre" e tutto quello che gli sta attorno. non so dire di più perchè non lo guardo e non lo conosco, so solo che non mi ha mai detto nulla e ridere zero assoluto. loro però ne vanno pazzi e magari non sanno nemmeno chi sono caccamo, epifanio, rubagotti o alex drastico, non hanno mai visto gli arbitri, tafazzi e la tv svizzera. De Luigi alla Gialappa's è stato l'ultimo dei grandi, per quanto riguarda me. Però è evidente che per i più giovani sono meglio altre cose.

Questo per dire che magari giudichiamo male delle cose (mi ci metto pure io) solo perchè non le sentiamo "nostre" ma magari invece, funzionando benissimo con altri, sono ugualmente valide.

luciferrising
07-01-2009, 00:18
Proprio l'altro giorno facevo vedere a dei ragazzini Guastaldo, Primo Drud, CAccamo, gli arbitri, Lutazzi e altri personaggi di Mai Dire a dei ventenni...non li avevano mai visti! Minchia, mi ha fatto strano.
Per la cronaca a me Madre mi ha sempre lasciato perplesso, per non dire che mi fa cagare, ma in effetti ai ragazzini piace molto.

charlie_firpo
07-01-2009, 21:28
credo che mai dire gol dei tempi di teo teocoli/peo pericoli,gene gnocchi,aldogiovannigiacomo,ma anche albanese,crozza o hendel ,sia inarrivabile.
quelli che ci sono oggi,de luigi a parte (che come ingegner cane o lucarelli era veramente esilarante),secondo me,una volta lasciati senza gialappa,vanno poco lontano.un pò come molti comici di zelig,se privati di bisio che fa da spalla e parafulmine.

soloparolesparse
29-01-2009, 10:00
La Hunziker alla Vitti???
Ma De Sica ha mai visto Polvere di stelle? O Amore mio aiutami (http://www.soloparolesparse.com/2009/01/amore-mio-aiutami-storia-di-un-tradimento-e-tante-botte/)?
Per non parlare (naturalmente) dei film con Antonioni.

Devianzaconiglia
29-01-2009, 14:51
La Hunziker alla Vitti???
Ma De Sica ha mai visto Polvere di stelle? O Amore mio aiutami (http://www.soloparolesparse.com/2009/01/amore-mio-aiutami-storia-di-un-tradimento-e-tante-botte/)?
Per non parlare (naturalmente) dei film con Antonioni.

Mah... che si fa per sopravvivere..
Mi viene solo questo da dire quando penso a persone che cmq avrebbero potuto creare la nuova commedia ed invece stanno a impolparne il canto funebre.
Poi fanno le interviste depresse dove la colpa è del mercato che mangia solo panettone... mah...

A me De Luigi piaceva quando faceva Medioman.. mi fa ceva troppo ridere.
Love Bugs mi ha angosciata e depressa e la continua messa in onda mi ha fatto solo spegnere la tv più spesso... (che insomma hai cmq dei vantaggi =P)
I cinepanettoni mi annoiano da quando avevo 13 anni.. non è il mio genere evidentemente :)

Invece mi divertivano Lino Banfi &co come qualcuno ha ricordato :D

liberAnomalia
29-01-2009, 15:36
poi, certi film sono sempre, sempre, sempre stati bistrattati e poi rivalutati. sarà un discorso già fatto e strafatto, ma io a livello qualitativo e comico non ci vedo una gran differenza tra questi film e quelli di 10-15-20-25-30 anni fa, anzi...
a mio parere, mio, lo sottolineo, il fattore nostalgia è TUTTO.

io credo che il "fattore nostalgia" sia certamente da tenere in considerazione, ed è vero ciò che scrivi sull'andamento generale.. snobbismi, rivalutazioni etc etc.

però io credo che tra questi film e quelli che venivano prodotti soprattutto negli anni 70 e negli anni 80 una gran differenza ci sia.
la differenza -affatto marginale- la trovo nella concezione stessa di questi prodotti.
è un discorso che si potrebbe applicare a tantissimi altri generi ma soprattutto a questo.
ho già avuto modo di esprimere pensieri simili, ma voglio ripetermi: i vecchi film di cui si discute, nella maggior parte dei casi, sfruttavano idee e concezioni assolutamente cinematografiche oppure provenienti da settori teatrali come l'avanspettacolo etc etc.
il che garantiva un certo tipo di ritmi, un certo tipo di soluzioni formali, un certo tipo di "volti" e via continuando.
e questo perché i registi lavoravano all'interno di un'industria che, cmq, faceva cinema... non sto parlando di liveli artistici bassi o alti.. ma semplicmente di un contesto... ed è il contesto che faceva e fa la differenza.
gli attori approdavano in questi set dopo anni e anni di durissimo lavoro sui palchi, dopo anni e anni di gavetta, spesso di fame, mossi cmq da una vera e nobile passione... in tv alcuni -vedi Banfi- ci son finiti alla fine della loro carriera, non all'inizio.
oggi accade esattamente l'opposto.. gli attorucoli e le attricette che riempiono le inquadrature dei film cosiddetti "natalizi" odierni -fatta eccezione per i soliti tre, quattro nomi- sono personaggi nati in contesti televisivi, magari supportati a livello politico da questo o quell'altro, capaci solo di fare roba televisiva che funziona un mese e il mese successivo non serve più a nulla. questi portano al cinema la televisione, e sappiamo tutti cosa sia la televisione.
i registi, dal canto loro, si adeguano (oppure non saprebbero fare altro, dipende dai casi) e anche loro impostano tutto a livello televisivo, anche loro portano la tv al cinema, i ritmi della tv, le forme della tv, le regole "comiche" della tv e via continuando.
dunque questi film sono lo specchio di ciò che vediamo dentro il piccolo schermo... sono film profondamente deformati in partenza.

è per questo che Vieni Avanti Cretino, citato dal buon Lucifer, tutt'oggi riesce a divertire e i cinepanettoni riescono -ammesso che ci riescano davvero, per es con me non funzionano per nulla- dicevo riescono a divertire giusto qualche settimana e poi l'oblio li inghiotte.
Viene Avanti Cretino era cmq, con buona pace dei sommi critici di allora, cinema vero.
intrattenimento leggero, a volte magari un pò pecoreccio, però cinema. fatto da gente che respirava e si nutriva cmq di cinema.
il cinepanettone, invece, è solo un bluff televisivo. una puntata di buonadomenica (o di amici, grande fratello, abbiamo l'imbarazzo della scelta) travestita da cinema.

e questa Johnny, credo sia sì una differenza.


Invece mi divertivano Lino Banfi &co come qualcuno ha ricordato :D

ettecredo che ti divertivano... il bello è che divertono ancora oggi.
un film come Il Bar dello Sport, tanto per citarne uno, lo vedi e lo rivedi sempre volentieri.. diverte sempre.

il cinepanettone a stento riesci a finirlo di vedere una volta sola. -naturalmente, sempre e cmq, IMHO ;)

Devianzaconiglia
30-01-2009, 00:54
ettecredo che ti divertivano... il bello è che divertono ancora oggi.
un film come Il Bar dello Sport, tanto per citarne uno, lo vedi e lo rivedi sempre volentieri.. diverte sempre.

il cinepanettone a stento riesci a finirlo di vedere una volta sola. -naturalmente, sempre e cmq, IMHO ;)

Eh si rido ancora molto.. quando li becco! :D
Noi siamo quelli delle 4 di notte su rete 4... ;)

Cmq è propio vera questa inversione fra cinema e tv che dicevi...
Anche alla luce di questa riflessione sarei curiosa di vedere questa performance teatrale di De Luigi.. regia sua?

almayer
02-09-2012, 13:09
Riuppo questo thread che ho trovato per caso per dire la mia.


Scendo in campo per difendere la commedia italiana 70/80. Mettila così, le battute e le gag di Vieni avanti cretino (i tic, l'uranismo, il caffè corretto, ecc. ), o di Vacanze di NAtale o dei Fichissimi, L'allenatore nel pallone, ecc (per citare alcuni dei meglio riusciti) sono rimaste in qualche modo nell'immaginario collettivo e sono state citate per anni...e fanno ridere dopo anni (ok, c'è anche il fattore nostalgia, certo). Di questi ultimi cinepattoni non mi pare rimanga molto. Poi all'epoca di quei film ne facevano a vagonate durante l'anno, logico che la qualità fosse altalenante. Questi invece fanno un film all'anno con cui fanno una barca di soldi e manco si sforzano di cambiare la formula.

Anche per me il problema è questo. I Buttiglione, i Pierini & co. erano film girati con 3 lire in 3 giorni, che comunque incassavano è qualche risata la tiravan fuori, e ne facevano a camionate di film del genere. I cinepanettoni costano un botto, hanno cast allucinanti e manco fanno ridere, riprendono pare pari gag e tormentoni dalla tv.

Renato
02-09-2012, 13:34
Concordo, almayer... poi c'è anche l'effetto-nostalgia, ma conta meno di quanto si pensi, secondo me.
Per dire, film come L'allenatore nel pallone o Eccezziunale facevano schiattare dalle risate quando sono usciti e anche dopo 10 anni visti in tv quando io ero ragazzino.

Film come Anni 90 o A spasso nel tempo erano orrendi quando sono usciti e lo sono adesso anche dopo quasi 20 anni... ormai dovrebbero poter godere del medesimo effetto pure queste pellicole, e invece no. Insomma parafrasando la coppia Bombolo/Tomas Milian, la merda pure se ce metti sopra un po' de formaggio... sempre merda è :cool:

almayer
02-09-2012, 13:48
Concordo, almayer... poi c'è anche l'effetto-nostalgia, ma conta meno di quanto si pensi, secondo me.
Per dire, film come L'allenatore nel pallone o Eccezziunale facevano schiattare dalle risate quando sono usciti e anche dopo 10 anni visti in tv quando io ero ragazzino.

Film come Anni 90 o A spasso nel tempo erano orrendi quando sono usciti e lo sono adesso anche dopo quasi 20 anni... ormai dovrebbero poter godere del medesimo effetto pure queste pellicole, e invece no. Insomma parafrasando la coppia Bombolo/Tomas Milian, la merda pure se ce metti sopra un po' de formaggio... sempre merda è :cool:

Sono d'accordo. Però i film che citi tu sono proprio ai vertici, io mi riferivo (come presumo johnnyglobal) a quella commedia più "scoreggiona" e pecoreccia, il cui pubblico tipico erano i ragazzi a naja in libera uscita. Difatti anche molti di quelli rivedendoli ora sono inguardabili. Però eran film senza pretese, girati con 3 lire, mica megaproduzioni che escono in 300 sale. E concordo anche sull'effetto nostalgia, molta roba anni 80 o primi anni 90 a rivederla adesso vengono i brividi dall'orrore.

Tuchulcha
03-09-2012, 12:05
C'è anche da dire che i gusti del pubblico cambiano: tanti ragazzini oggi riescono a spaventarsi con cacate horror tipo The Woman In Black e trovano noioso La casa dalle finestre che ridono, succede probabilmente lo stesso anche con le commedie. Io rido di gusto riguardando i Franco e Ciccio, Spencer & Hill e le commedie scorreggione; ci sta che le nuove generazioni li trovino antiquati e poco divertenti. Mio padre ad esempio non trovava divertenti Spencer & Hill e non capiva come mi facesse ridere Jerry Calà; e ammetto che riguardando Vado a vivere da solo neanch'io ci trovo l'umorismo che mi faceva sbellicare da adolescente, fascino vintage o no. I cine-panettoni sono stronzate ma i comici televisivi che li affollano fanno ridere gli spettatori, Ficarra e Picone al pubblico piacciono davvero e anche se li trovo blandamente simpatici non mi fanno poi così sganasciare. O tempora o mores...

alexscorpio
03-09-2012, 14:50
Io devo dire che , salvo rari casi che faccio fatica pure a ricordare ( mi viene in mente solo Verdone...che però appartiene " alla vecchia scuola " !!! ) , sono rimasto legato alle commedie del passato anni '70/'80 o " scorreggione "...in quanto oramai non assistiamo altro che ai soliti spettacoli o , per meglio dire film come i cinepanettoni che sono andati peggiorando sempre di piu'...come pure i film della coppia Boldi/De Sica , che , io una volta vedevo ancora...ma poi dopo m'hanno saturato...per non parlare dei vari film legati ai protagonisti di " Zelig " , " Colorado Cafè " , etc...insomma , a me " I soliti idioti " e Checco Zalone non mi dicono nulla , anzi mi fanno quasi piangere...per non parlare dei vari remake di " Giu' al Nord " , etc ; allora io mi domando , certo che gli incassi ci sono , ma perchè come avete sottolineato voi , i giovani sono legati a questi personaggi e li seguono...mentre molti altri , che ne so , preferiscono buttarsi su altri generi oppure scegliere film stranieri che , magari saranno ancora peggiori di quelli nazionali , ma che però vengono pubblicizzati di piu' ; io personalmente ho riscoperto da molti anni la commedia europea , francese in primis , e devo dire che sono molto soddisfatto...poi , per il futuro , vedremo cosa uscirà...certo che , a mio modo di vedere , non sarà una cosa facile !!! :oops: