PDA

View Full Version : Il Crepuscolo Degli Dei



Green Jelly
21-11-2005, 10:54
Dopo anni che mi era stato rubato a scuola ho trovato su una bancarella dell'usato il libro in oggetto di Enzo Biagi scritto nel lontano 75 quando ancora la Germania era divisa, quando ancora Hess era vivo a Spandau e alcuni dei protagonisti del 3 Reich erano ancora in vita.

Che dire un libro che svela il lato "umano" (se ne hanno avuto uno) di chi č sopravvissuto alla fine del Reich, i loro figli, i perseguitati, DDR e Rft.
Come sempre Biagi si legge che č una meraviglia e tempo 3 ore il libro lo si č finito.

Straconsigliato.:o

Tuchulcha
21-11-2005, 12:54
Dopo anni che mi era stato rubato a scuola ho trovato su una bancarella dell'usato il libro in oggetto di Enzo Biagi scritto nel lontano 75 quando ancora la Germania era divisa, quando ancora Hess era vivo a Spandau e alcuni dei protagonisti del 3 Reich erano ancora in vita.

Che dire un libro che svela il lato "umano" (se ne hanno avuto uno) di chi č sopravvissuto alla fine del Reich

Dubito che avrebbero commesso certe porcherie,se non avessero avuto un lato umano.

Caltiki
21-11-2005, 13:14
Dubito che avrebbero commesso certe porcherie,se non avessero avuto un lato umano.

In questi giorni si celebra il 60esimo del processo di Norimberga (20 novembre 1945).
Uno dei corrispondenti lą presenti (ora non ricordo chi) proprio in tv ha parlato dei gerarchi nazisti come di persone assolutamente normali, anzi mediocri, che, in una societą normale sarebbero stati dei semplici signor nessuno.

Joachim von Ribbentrop (http://imaginaryboys.altervista.org/italiano/nazismo/immagini_big/norimberga_big/ribbentrop.jpg) lo pescarono ad Amburgo, in una pensione: si faceva chiamare Riese. Stava a letto con una giovane donna. Aveva nervi fragili e cedimenti improvvisi. Disse al dottor Gilbert che lo esaminava: «Lei č uno psicologo; mi risponda dunque francamente: qualcuno di noi assomiglia a un assassino?».
da http://imaginaryboys.altervista.org/italiano/nazismo/norimberga.htm

In questi giorni, intanto, divampa la polemica sul fatto se sia giusto o no aver arrestato lo storico revisionista inglese David Irving (beccato in Stiria, Austria, e lą incarcerato per aver negato l'Olocausto. Secondo lui gli Ebrei uccisi furono solo 100.000)

Tuchulcha
21-11-2005, 13:25
In questi giorni si celebra il 60esimo del processo di Norimberga (20 novembre 1945).
Uno dei corrispondenti lą presenti (ora non ricordo chi) proprio in tv ha parlato dei gerarchi nazisti come di persone assolutamente normali, anzi mediocri, che, in una societą normale sarebbero stati dei semplici signor nessuno.

Joachim von Ribbentrop (http://imaginaryboys.altervista.org/italiano/nazismo/immagini_big/norimberga_big/ribbentrop.jpg) lo pescarono ad Amburgo, in una pensione: si faceva chiamare Riese. Stava a letto con una giovane donna. Aveva nervi fragili e cedimenti improvvisi. Disse al dottor Gilbert che lo esaminava: «Lei č uno psicologo; mi risponda dunque francamente: qualcuno di noi assomiglia a un assassino?».
da http://imaginaryboys.altervista.org/italiano/nazismo/norimberga.htm

In questi giorni, intanto, divampa la polemica sul fatto se sia giusto o no aver arrestato lo storico revisionista inglese David Irving (beccato in Stiria, Austria, e lą incarcerato per aver negato l'Olocausto. Secondo lui gli Ebrei uccisi furono solo 100.000)
"Solo"?Be',mi č gią di conforto.Chissą se Irving reagirebbe allo stesso modo,qualora il tribunale decidesse che tutto sommato non c'č bisogno di dargli l'ergastolo,vanno benissimo solo trent'anni di carcere.

Caltiki
21-11-2005, 14:36
"Solo"?Be',mi č gią di conforto.Chissą se Irving reagirebbe allo stesso modo,qualora il tribunale decidesse che tutto sommato non c'č bisogno di dargli l'ergastolo,vanno benissimo solo trent'anni di carcere.

Gią. Il problema č che queste cose non le scrive solo sui libri, ma le dice a destra e a manca in comizi, raduni ecc.ecc. (se si limitasse a sostenerle sui libri, probabilmente l'arresto sarebbe sbagliato).
Il termine "solo" (che ho dimenticato di riportare virgolettato, e ti ringrazio di averlo fatto per me) č usato usato pił volte non solo da lui, ma anche dai giornalisti che ho sentito in questi giorni.

Massimiliano
21-11-2005, 22:53
Sull'argomento camere a gas non bisogna ascoltare Irving, bisogna leggere Faurisson http://www.vho.org/aaargh/ital/archifauri/, una volta ero abbastanza afferrato, poi ho fatto cancellino con la memoria e non mi ricordo pił niente, perņ come sempre mi ritrovo nel pensiero di Baudrillard http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/010710m.htm

Bisognerebbe leggere anche Carlo Mattogno http://www.ilbarbieredellasera.com/article.php?sid=10405

Tuchulcha
22-11-2005, 00:40
Mi tengo lontano dall'uno e dagli altri,grazie tante.E auguro ai diretti interessati una reincarnazione "a ritroso";che possano rinascere ebrei nella Germania del 1940.