PDA

View Full Version : Africa Addio - Gualtiero Jacopetti, Franco Prosperi, 1966



Firestone
19-02-2006, 11:36
http://img64.imageshack.us/img64/9766/africaaddioposter2.jpg

http://www.cinematografo.it/bancadati/consultazione/schedafilm.jsp?codice=20053&completa=si
http://www.imdb.com/title/tt0060073/

Di Jacopetti ho Africa Addio, qualcuno l'ha visto?

almayer
20-02-2006, 17:26
Di Jacopetti ho Africa Addio, qualcuno l'ha visto?

Io, varie volte. Ho anche la novelization, cioè il libro tratto dal film, uscita solo negli States. Molto interessante dal punto di vista storico, di distacco in maniera sostanziale dal commento italiano al film. Non l'ho mai visto in Inglese, chissà se è identico alla versione italiana oppure rispecchia il libro (+ politically correct). Consiglio, ovviamente, l'edizione Blue-Underground, all'interno della Mondo Cane Collection.

Giorgio Brass
20-02-2006, 18:57
L'amore di Jacopetti per questo film va oltre ogni possibile immaginazione.
Per questo film ha subìto attacchi violenti ed immotivati, polemiche infuocate ed accuse per le quali ancora sta pagando un assurdo ostracismo (almeno qui in Italia).
Ha sofferto tantissimo per questo...

In tanti hanno detto che Africa Addio è un film "razzista"...
Africa Addio è tutto tranne che un film razzista. Per quello che mi riguarda è una delle più grandi dichiarazioni d'amore a questo continente che io abbia mai avuto il piacere di vedere.

Un grandissimo film, IMHO, troppo spesso frainteso e vittima di assurdi pregiudizi verso uno dei suoi due autori.
E poi va anche detto che, a distanza di quarant'anni, è un film che ancora oggi è tecnicamente mostruoso.

almayer
22-02-2006, 15:43
In tanti hanno detto che Africa Addio è un film "razzista"...
Africa Addio è tutto tranne che un film razzista. Per quello che mi riguarda è una delle più grandi dichiarazioni d'amore a questo continente che io abbia mai avuto il piacere di vedere.

Beh, oddio. Soprattutto nella seconda parte, qualche dichiarazione razzistella c'è. Magari giustificata per i tempi, ma c'è.



Un grandissimo film, IMHO, troppo spesso frainteso e vittima di assurdi pregiudizi verso uno dei suoi due autori.
E poi va anche detto che, a distanza di quarant'anni, è un film che ancora oggi è tecnicamente mostruoso.

Concordo. Io lo adoro.

Green Jelly
22-02-2006, 19:35
un film grandioso

scorretto, commovente, coraggioso...troppo spesso messo alla berlina per ragioni futili, IMHO (e qui dico una sboronata) è quasi un affresco storico una dichiarazione d'amore per un continente che stava rapidamente cambiando

almayer
23-02-2006, 14:16
è quasi un affresco storico una dichiarazione d'amore per un continente che stava rapidamente cambiando

Confermo tutto, lo penso anch'io!:)

Giorgio Brass
23-02-2006, 15:21
Sono d'accordissimo.
E trovo che ci sia anche una grossa componente malinconica nell'assistere a questo passaggio epocale, al miserabile crollo dell'Africa tanto idealizzata...
Una malinconia rabbiosa, dettata proprio dall'impotenza, dal non poter far nulla per questo continente così amato.

Sia Jacopetti che Prosperi provano un amore incommensurabile per l'Africa (dovreste vedere la casa di Prosperi...) e trovo che sia davvero qualcosa di viscerale.

Prosperi adesso scrive dei libri sui cani e sull'Africa (che a quanto pare hanno anche il loro pubblico). Me ne ha regalati diversi (ho avuto il tempo per leggerne solo 2, purtroppo) e in uno mi ha scritto una dedica bellissima, dopo una giornata intera passata a parlare quasi esclusivamente dell'Africa.

"A Federico, che ama l'Africa tanto quanto l'amo io".

almayer
23-02-2006, 17:42
"A Federico, che ama l'Africa tanto quanto l'amo io".

Azz, ora sono geloso. E in che cosa ameresti l'Africa, di grazia? (risposta breve, sennò è troppo OT)

Giorgio Brass
23-02-2006, 18:33
Azz, ora sono geloso. E in che cosa ameresti l'Africa, di grazia? (risposta breve, sennò è troppo OT)

Mah, è molto semplice...
Non sono mai stato in Africa (e credo sia il posto che più desidero visitare sulla Terra) ma l'ho scoperta e amata con le letture che ho fatto da bambino (certi scritti di Salgari, in primis).
Ho sempre avuto un grande interesse per la storia dell'Africa e, con la maturità, ho sviluppato una particolare attenzione verso grandissimi autori come Chinua Achebe, Ben Okri o Ahmadou Kourouma.

Parlando con Prosperi sono venute fuori tutte queste mie passioni e Prosperi ha iniziato a raccontarmi le sue avventure africane con un entusiasmo quasi infantile visto il piacere che prendeva ricordando i suoi anni in Africa.
Ed era un continuo "Aspetta, ti faccio vedere una cosa" con lui che andava a recuperare qualche oggetto particolare che voleva mostrarmi a tutti i costi.
Sicuramente si è reso contro che il mio interesse non era affatto "di circostanza" e che davvero lo stavo ad ascoltare come un bambino che ascolta incantato i racconti del nonno.

Anche il mio collega era interessato ed affascinato dagli incredibili ricordi di questo ragazzino di 80 anni...

Tutto qui.

L'approccio di Prosperi all'Africa era certamente complementare rispetto a quello di Jacopetti.
Prosperi, da naturalista qual è, aveva altri interessi rispetto a Jacopetti che, giornalista, era più coinvolto dagli avvenimenti storici.
Prosperi aveva un rapporto proprio "fisico" con l'Africa, con la sua gente, con gli animali, con la fauna, con la terra.
Jacopetti aveva uno spirito un po' più cinico perché, anche se amava l'Africa con un amore assolutamente sincero, era comunque interessato al "documento", alla realizzazione dei film, e a volte quasi "non viveva" l'Africa pur di stare dietro a questo progetto.
Prosperi invece aveva uno spirito più "fanciullesco", più portato a vivere il momento, a gustare quel continente del quale aveva letto così tanto...

almayer
24-02-2006, 11:37
Mah, è molto semplice...

Ok, grazie!

Caltiki
25-02-2006, 19:05
La fotografia di Antonio Climati è fantastica.
Ma l'esecuzione del nero che si vede nel film (se mi ricordo bene nel Congo belga) è vera o è ricostruita? e, se fosse vera, è vero che fu ritardata per permettere le riprese?
Per comprendere il senso dei mondo movie, bisognerebbe vedere L'occhio selvaggio di Paolo Cavara (altro grande collaboratore di Jacopetti).
In quel film, autobiografico e in fondo autoaccusatorio, attraverso la figura del regista di "mondo" interpretata Philippe Noiret, il grande Cavara svela il cinismo che muoveva il gruppo Jacopetti & C.
Insomma, film affascinante ma da prendere, molto, con le pinze. Ricordo che parlammo in un altro thread delle infinite uccisioni di animali in modi quantomeno bizzarri e irrealistici.

Firestone
25-02-2006, 19:09
All'inizio la prima volta che lo vidi mi lasciò indifferente devo essere sincero, le volte successive invece mi diedero da pensare

Frank n Furter
25-02-2006, 19:38
Io invece mi son sempre chiesto se gli arti affettati intorno al ceppo (era questo film, vero?) fossero veri o finti... Spero la seconda, temo la prima...

almayer
27-02-2006, 10:12
Ma l'esecuzione del nero che si vede nel film (se mi ricordo bene nel Congo belga) è vera o è ricostruita? e, se fosse vera, è vero che fu ritardata per permettere le riprese?

Pare che sia la seconda che hai detto. Ma non fu mai chiarito bene.

Giorgio Brass
27-02-2006, 10:31
Presto nuove testimonianze (e forse tutta la verità) sulla spinosa questione.
E non solo...

almayer
27-02-2006, 11:37
Presto nuove testimonianze (e forse tutta la verità) sulla spinosa questione.
E non solo...

DVD franzoso in arrivo? :confused:

Giorgio Brass
27-02-2006, 11:48
DVD franzoso in arrivo? :confused:

No no, niente di tutto questo...
Pazientate e vedrete.... ;)

almayer
27-02-2006, 11:50
Presto nuove testimonianze (e forse tutta la verità) sulla spinosa questione.
E non solo...

Tempo fa sono entrato in contatto con Massimiliano Griner, che stava scrivendo un documentario su Jacopetti intitolato Mondo Canaglia, ne sai qualcosa?
Lui purtroppo è telematicamente sparito, il suo sito non è più attivo, e nemmeno il suo blog. Però ho un file pdf di 46 pagine con la bozza del doc. :)

Caltiki
01-03-2006, 10:17
No no, niente di tutto questo...
Pazientate e vedrete.... ;)

Aspetto fremente e gemente :)

Caltiki
03-03-2006, 14:52
Verrà trasmesso mercoledi 8 marzo, ore 3.40, su Italia 1

serjoe64
09-04-2008, 16:02
Ho terminato ora di editare la registrazione dello scorso 4 aprile da Rete 4 e, tolte tutte le pubblicità, con mia grande sorpresa, noto che la durata totale del film corrisponde a poco più di 2 ore e 13 minuti: non avendolo mai visto mi chiedo se sia plausibile una durata così lunga o se evntualmente durante la messa in onda è stato commesso qualche errore magari insertando pezzi di altre pellicole. Grazie.

Giorgio Brass
09-04-2008, 16:06
Ho terminato ora di editare la registrazione dello scorso 4 aprile da Rete 4 e, tolte tutte le pubblicità, con mia grande sorpresa, noto che la durata totale del film corrisponde a poco più di 2 ore e 13 minuti: non avendolo mai visto mi chiedo se sia plausibile una durata così lunga o se evntualmente durante la messa in onda è stato commesso qualche errore magari insertando pezzi di altre pellicole. Grazie.

Il dvd Blue Undergound indica una durata di 139 minuti (NTSC).
Se necessario poi posso verificare la durata effettiva del dvd.

serjoe64
09-04-2008, 16:34
Il dvd Blue Undergound indica una durata di 139 minuti (NTSC).
Se necessario poi posso verificare la durata effettiva del dvd.Grazie. Stai facendo luce su parecchi miei quesiti velocissimamente :). Mi sto affacciando soltanto ora ai "mondo" movies e presumevo che già all'origine non avessero una durata così estesa, ma in seguito alla tua cortese indicazione, direi che ci siamo: nel contempo sono rimasto piacevolmente sorpreso dal passaggio in tv di un film di genere particolarmente lungo in versione integrale, cosa che purtroppo nella maggior parte delle occasioni non avviene.

Saggiatore
09-04-2008, 20:35
Del titolo in questione, posseggo la vhs, ma soprattutto la versione contenuta nella Mondo Cane Collection Blue underground. Ora...so che potrà sembrarvi una cosa incredibile, ma....non riesco a procurarmi il tanto agognato lettore dvd multizona...che fare??? datemi un consiglio!!

Giorgio Brass
09-04-2008, 21:49
Del titolo in questione, posseggo la vhs, ma soprattutto la versione contenuta nella Mondo Cane Collection Blue underground. Ora...so che potrà sembrarvi una cosa incredibile, ma....non riesco a procurarmi il tanto agognato lettore dvd multizona...che fare??? datemi un consiglio!!

http://www.gentedirispetto.com/forum/showpost.php?p=166925&postcount=36

Saggiatore
14-04-2008, 18:52
Grazie Giorgio! Tra l'altro...vorrei segnalare giusto per dovere di cronaca, che in seguito alla Mondo Cane Collection, sono poi usciti sempre editi dalla Blue Underground: "SHOKUMENTARIES VOL 1-2" e poi "SHOKUMENTARIES EXTREME COLLECTION". Possedendo anche tali cofanetti, vi passo le informazioni sui contenuti, con particolare attenzione su Africa Addio, per non andare off topic.

SHOKUMENTARIES VOL.1 : compilation contenente



1) Mondo Cane: 108 minuti italiano/inglese regione 1 extra:
theatrical trailers.Tv spot.Lobby promo. Poster
and still gallery.Benito Frattari's location.The
unofficial mondo Phenomenon by David Flint



2) Mondo Cane 2: 95 minuti italiano/inglese regione 1 extra:
theatrical trailers.Tv spot.Poster e still gallery



3) Women of the world: 107 minuti italiano/inglese regione 1 extra:
theatrical trailers.Poster e still gallery




SHOKUMENTARIES VOL.2 : compilation contenente

1) AFRICA ADDIO: 128 minuti inglese regione 1 extra: theatrical
trailers.Poster e still gallery. U.S. Press Book
(dvd rom)


2) Good bye uncle Tom: 123 minuti inglese extra: theatrical
trailers. Behind the scenes 8mm footage
with audio commentary by Gianpaolo
Lomi. Gianpaolo Lomi's behind the scenes
still gallery. Poster and still gallery


3) The godfathers of mondo: 90 minuti italiano regione 0


SHOKUMENTARIES EXTREME COLLECTION :compilation contenente


1) AFRICA ADDIO: come nella shokumentaries vol.2 però con audio
italiano, ma sempre regione 1

2) Addio Zio Tom: come nella shokumentaries vol.2 però con audio
italiano, ma sempre regione 1



Spero tanto di essere stato esauriente e di aver chiarito eventualmente qualche dubbio in merito a queste pellicole straordinarie. Ciao a tutti e alla prossima! by Il Saggiatore

Guardia
26-04-2008, 15:27
attenzione, africa addio nell'edizione "shockumentary vol.2" è cut e con l'infausto audio inglese mai digerito da jacopetti (non c'è traccia audio italiana). L'edizione uncut con l'audio così come DEVE essere è quella uscita sempre per blue underground col titolo di shockumentary extreme edition (con traccia ita). E' questa l'edizione da comprare e vedere.

Faccio inoltre presente che, al contrario di quanto indicato nella maggior parte dei siti, shockumentary vol.2 presenta audio ita solamente nell'intervista "godfathers of mondo", mentre i due films sono esclusivamente in inglese. Il vol.1 invece (che comprende i due mondo cane) dovrebbe avere anche l'audio ita, ma non ne sono certo perchè non posseggo questa edizione.

Saggiatore
26-04-2008, 17:53
attenzione, africa addio nell'edizione "shockumentary vol.2" è cut e con l'infausto audio inglese mai digerito da jacopetti (non c'è traccia audio italiana). L'edizione uncut con l'audio così come DEVE essere è quella uscita sempre per blue underground col titolo di shockumentary extreme edition (con traccia ita). E' questa l'edizione da comprare e vedere.

Faccio inoltre presente che, al contrario di quanto indicato nella maggior parte dei siti, shockumentary vol.2 presenta audio ita solamente nell'intervista "godfathers of mondo", mentre i due films sono esclusivamente in inglese. Il vol.1 invece (che comprende i due mondo cane) dovrebbe avere anche l'audio ita, ma non ne sono certo perchè non posseggo questa edizione.


Come in effetti già sopra-specificato.... ;-)

Guardia
27-04-2008, 16:43
Come in effetti già sopra-specificato.... ;-)

sì, era per chiarire che, al di là dell'audio, le 2 versioni shockumentary vol.2 e shockumentary extreme collection, sono differenti, e per evitare che qualcuno acquistasse la shockumentary vol.2, come ho fatto io in principio (ma ci ho guadagnato le succulente interviste agli autori)

Jacopetto & Prospero
21-04-2009, 17:19
Il 10 giugno 2009 la medusa farà uscire Africa Addio in versione integrale per la prima volta in dvd italiano...
Mondo cane n.1 uscirà invece il 6 maggio prossimo...adesso si spera di poter vedere gli altri film della coppia Jacopetti-Prosperi in versione dvd italiana...
Moglie, Jacopetti e buoi dei paesi tuoi

p.s. mi consigliate il dvd del documentario The Godfathers of Mondo? vale la pena?

almayer
29-04-2009, 10:56
Tempo fa sono entrato in contatto con Massimiliano Griner, che stava scrivendo un documentario su Jacopetti intitolato Mondo Canaglia, ne sai qualcosa?
Lui purtroppo è telematicamente sparito, il suo sito non è più attivo, e nemmeno il suo blog. Però ho un file pdf di 46 pagine con la bozza del doc. :)

Il sito è tornato attivo, e il documento s'è ingrandito:

http://www.massimilianogriner.it/jacopetti.pdf

Jacopetto & Prospero
29-04-2009, 23:17
Documento salvato e letto avidamente...ma del documentario ke notizie si hanno.
Non so se avete capito che sono appassiossessionato di Jacopetti (ma forse dal nickname si potrebbe intuire)

almayer
30-04-2009, 14:10
Documento salvato e letto avidamente...ma del documentario ke notizie si hanno.

L'autore mi ha detto che il progetto è stato abbandonato.

Jacopetto & Prospero
11-06-2009, 10:37
Qualcuno ha già acquistato l'edizione italiana della Medusa? é come quella di Mondo cane uscita il mese scorso? Ovvero schifosissimo menù statico e zero extra?

liberAnomalia
11-06-2009, 13:10
Qualcuno ha già acquistato l'edizione italiana della Medusa? é come quella di Mondo cane uscita il mese scorso? Ovvero schifosissimo menù statico e zero extra?

a questa domanda ne aggiungo un'altra: il formato è davvero 2.35:1 letterbox (quindi non anamorfico) come viene segnalato nella scheda di Thrauma?

Jacopetto & Prospero
22-06-2009, 21:39
Non so se qualcuno ha avuto la sfortuna di vedere l'edizione italiana della Medusa...come era accaduto per Mondo Cane il mese scorso, schifosissimo menù statico e extra zero.
Ma soprattutto un master vomitevole rispetto ad altreedizioni estere...
Sconsigliatissimo

Pitt Doenitz
30-06-2009, 21:07
Africa addio fu girato all'alba e al tramonto per evitare la dura luce africana; il resto del tempo i nostri lo passavano nelle piscine dei migliori alberghi!
Pitt

liberAnomalia
14-07-2009, 17:29
Non so se qualcuno ha avuto la sfortuna di vedere l'edizione italiana della Medusa...come era accaduto per Mondo Cane il mese scorso, schifosissimo menù statico e extra zero.
Ma soprattutto un master vomitevole rispetto ad altreedizioni estere...
Sconsigliatissimo

confermo, inoltre, il master letterbox NON anamorfico.

io l'ho preso solo perchè avevo una vhs ormai rovinatissima... tanto per rivederlo e giusto perchè potevo prenderlo ad un prezzo cmq inferiore a quello proposto nei negozi.

KINO
31-07-2010, 21:27
Allora quale versione mi consigliate in DVD ce ne sono 3 in giro:

1) quella Medusa

2) la BlueUnderground director's cut (vero?)

3) una versione Koreana vista su Thrauma dove dice regione 0, invece su Ebay dalla Korea è regione 3 :confused:

insomma qual'è il director's cut rimasterizzato a dovere di questo film?



Il master Mediaset com'è rispetto a questi?

almayer
01-08-2010, 14:56
Salve ragazzi allora quale versione mi consigliate in brillante DVD ce ne sono 3 in giro:

1) quella Medusa

2) la BlueUnderground director's cut (vero?)

3) una versione Koreana vista su Thrauma dove dice regione 0, invece su Ebay dalla Korea è regione 3 :confused:

insomma qual'è il director's cut rimasterizzato a dovere di questo film?



Il master Mediaset com'è rispetto a questi?

Ma le restanti 4 pagine del thread le hai lette? Consiglio di farlo, la maggior parte delle informazioni sono tutte lì.

almayer
07-08-2011, 17:32
Rivisto oggi, sempre meraviglioso, con un commento italiano spesso pesantemente razzista certo, ma era anche il 1966 e la mentalità era assai diversa da ora. Comunque un documento storico su un'epoca ormai scomparsa assolutamente indispensabile. Il bel master BU, in epoca di bluetti & co., rimane sempre all'altezza, specie su upscalato con un lettore BR.

Frank Costello
27-03-2012, 13:55
Rivisto oggi, dopo una prima visione nel 2008 che mi aveva lasciato perplesso mi ha stregato (complici anche diverse letture sull'Africa).
Tra i più controversi film della storia del cinema mondiale, Africa Addio è, a mio modestissimo giudizio, il miglior film di Jacopetti e Prosperi. Etichettati in maniera deficiente e ignorante con tutti gli ''-isti'' possibili, stupidamente accusati di qualsiasi reato umanamente concepibile, i due grandi registi hanno realizzato invece un capolavoro, un grido disperato di rabbia impotente verso un continente ''sedotto e abbandonato'' dall'Occidente e incapace di trovare un'unità, tra guerre, sangue e tanto dolore. L'incipit mi ha sempre fatto venire la pelle d'oca per la sua intensità. Idee romantiche di libertà e indipendenza dell'Africa? No. Apologia del colonialismo? Nemmeno. C'è solo la violenza cieca di ambedue le parti e il pianto per un'Africa idealizzata, pura, che, se mai esistita, è costretta a scomparire nella sofferenza. Le scene ''ricostruite'' quella delle mani mozzate sono ovviamente necessarie le vere mani mozzate sarebbero diventate marce dopo poco rendendo impossibile la documentazione filmica per il film, e le accuse di falsità lasciano il tempo che trovano. Dal punto di vista tecnico il film, dopo oltre 40 anni, è ancora mostruoso. 10+. Colonna sonora di Ortolani sempre sublime. Un film semplicemente grandioso.

Giorgio Brass
07-01-2013, 11:29
Rivisto ieri per la millemillesima volta assieme ad alcune persone che non lo avevano mai visto e che sono ancora sotto shock (non tanto per certe scene violentissime quanto perché si sono fatti la domanda: "Ma come diavolo è stato possibile girare un film del genere???").

Io stavolta mi sono concentrato più che altro sul lato tecnico del film e, come ogni volta, sono rimasto davvero sbalordito.
Non penso di esagerare se dico che Antonio Climati è stato uno dei migliori operatori mai esistiti, uno dei più grandi di tutti i tempi. Fa delle cose allucinanti, movimenti controllatissimi nonostante la Arri che utilizzasse all'epoca fosse pesante e scomoda e nonostante fosse spesso zoomato all'inverosimile. E poi lavora benissimo con i fuochi, riesce a mantenerli anche in situazioni estreme. Quando segue gli animali in corsa lo fa in maniera sublime (ancor più se si pensa all'attrezzatura che maneggiava all'epoca). Adesso siamo abituati a vedere riprese simili in un sacco di documentari, solo che adesso vengono fatte con macchine da presa che facilitano enormemente il lavoro agli operatori (che comunque sono bravissimi) ma la Arri che usava Climati non era certo così maneggevole e comoda. Era pesante, non era facile da usare a mano, richiedeva un'abilità fuori dal comune per gestire i fuochi al volo... Insomma, tutta un'altra cosa.
Climati in Africa Addio fa cose stratosferiche e poi ha sempre un gran gusto cinematografico (guardate a volte come usa lo zoom in maniera intelligentissima).

Poi c'è anche Ortolani che magnifica le riprese di Climati con dei sincroni pazzeschi nelle musiche. Anche questa è una cosa di una complessità estrema e la cosa più notevole è che alla fine il risultato non è certo solo in funzione dei sincroni perché la colonna sonora è oggettivamente stupenda indipendentemente dalle immagini. Ortolani all'epoca era davvero ispiratissimo.

Trinidad
07-01-2013, 18:32
Federico, ma secondo te per quale motivo questo film (ancora oggi conservo un bellissimo ricordo dopo averlo visto anni fa) ma anche i Mondo cane vengono ritenuti dei pessimi film (ad esempio così li reputa Film tv) ? io Africa Addio lo ricordo davvero stupendo e anche a me fece lo stesso effetto shockkante delle persone con cui lo hai visto.

Giorgio Brass
07-01-2013, 18:46
Per il semplice motivo che la "maledizione" di Jacopetti non finirà mai, anche adesso che lui è morto.
È sempre stato attaccato, calunniato, osteggiato, umiliato e ostracizzato perché non è mai sceso a compromessi, mai.
È rimasto libero fino alla fine e questo non gli è mai stato perdonato, tutto quello che faceva veniva sistematicamente denigrato solo perché l'aveva fatto lui.
Se Jacopetti avesse diretto "Otto E Mezzo" (tanto per citare un film intoccabile) avrebbero comunque detto che era una merda, che era un filmaccio e ci avrebbero attaccato sopra un sacco di etichette insensate.

Che poi lui fingeva che la cosa non lo toccasse più di tanto ma in realtà ha sofferto tantissimo per questo trattamento ingiusto che è continuato fino alla sua morte (si leggano certi tremendi coccodrilli apparsi sulla stampa italiana).

Comunque l'accusa più assurda che si può muovere a un film come Africa Addio (che è un capolavoro universale di cui il cinema italiano dovrebbe essere fiero invece che nasconderlo o ignorarlo) è che sia un film razzista.
Sembra che nessuno abbia mai capito la tesi del film (che, ricordiamolo, va contestualizzato nel periodo in cui è uscito) e nessuno abbia mai letto la didascalia finale.

Green Jelly
07-01-2013, 22:45
come già ebbi a dire in questi lidi, questo non è un film ma un "atto d'amore" vero e proprio. Uno dei miei film preferiti da sempre.

Forse il paragone non regge e magari è pure OT, ma provate a guardare "africa nera, africa rossa" di Lizzani e quindi parliamo di un regista che di certo non è classificato come "reazionario" ma che nel contempo non riesce ad andare oltre il taglio documentaristico della vicenda pur mettendoci un grande impegno emotivo, ed avendo per le mani uno spunto storico altrettanto valido.

"Africa Addio" così odiato e deprecato ha invece una poesia intrinseca che ineguagliabile, pur partendo da basi assimilabili al progetto di Lizzani.

Giorgio Brass
23-02-2013, 14:27
Ieri durante la proiezione catanese del mio documentario su Jacopetti e Prosperi c'è stato un piccolo sussulto quando ho mostrato questo titolo di un articolo d'epoca riferito proprio ad Africa Addio pubblicato su L'Unità (e firmato da Roberto Alemanno).

Questo per far capire che clima c'era allora...
(il resto dell'articolo è tutto sullo stesso tenore di questo infame titolo)

http://img402.imageshack.us/img402/3115/schermata20130223a14232.png

liberAnomalia
23-02-2013, 18:12
titolo davvero ignobile e gratuito. guardando e soprattutto ascoltando ieri i due registi mi domandavo: ma come riuscivano a sopportare tutto il veleno e le cattiverie che gli lanciavano contro? io avrei avuto il fegato spappolato dopo un anno. cmq, due Signori nel vero senso della parola. impagabile Jacopetti quando cita Cavara. documentario davvero sublime !

Giorgio Brass
25-02-2013, 09:33
Ops, chiedo venia...
Nel tentativo di spostare in un topic apposito i post di Trinidad e Caltiki riferiti al documentario ho involontariamente cancellato tutto :oops:
Me ne scuso...

Comunque per rispondere a Caltiki (anche se il suo post è sparito) dico che il mio documentario è stato già pubblicato nel dvd Camera Obscura di Mondo Candido anche se la versione proiettata a Catania e che adesso porterò un po' in giro per festival e proiezioni pubbliche è decisamente diversa e molto migliore dato che ho avuto accesso a molto materiale che, per vari motivi, non ho potuto utilizzare per la versione pubblicata nel dvd.
La struttura del documentario è praticamente identica (anche se la nuova versione contiene qualcosa in più) ma il montaggio è immensamente più ricco.

Per il momento questa nuova versione non sarà commercializzata, vedremo un po' in futuro.

Per restare in topic segnalo che la parte relativa ad Africa Addio copre circa 1/4 della durata complessiva del documentario, 30 minuti su 120.

Giorgio Brass
09-08-2015, 23:08
È morto Antonio Climati.

Lo dico in questo topic perché questo è il suo film che più amo, quello dove fa le cose che più mi hanno emozionato ed esaltato.

È stato un genio e un maestro, io sono sempre stato un suo ammiratore sfegatato e mi dispiace tanto che la sua malattia mi abbia sempre impedito di incontrarlo, anche solo per stringergli la mano e dirgli cosa pensavo del suo lavoro.

È stato uno dei più grandi operatori della storia del cinema, forse proprio il più grande di tutti.

schramm
03-08-2017, 19:28
Presto nuove testimonianze (e forse tutta la verità) sulla spinosa questione.
E non solo...

...ehm...ebbene? :)

Giorgio Brass
03-08-2017, 20:03
Serve pazienza.
Il materiale c'è ma se non si trova il contesto adatto per farlo uscire bisogna aspettare.