PDA

View Full Version : Il Pistolero Dell'Ave Maria - Baldi



almayer
02-03-2006, 16:27
Anno: 1969
Cast: Leonard Mann, Josè Suarez, Peter Martell, Luciana Paluzzi, Barbara Nelli.
Durata: 95 min.
Regia: Ferdinando Baldi
http://img235.imageshack.us/img235/7475/20154nw5.jpg

Segnalo l'uscita in Francia del film di Baldi, traccia audio in Francese:
http://www.plusdedvd.com/photos/200x280/25/25573.jpg

Recensione Spaghetti Western Database (http://www.spaghettiwestern.altervista.org/pistolero_avemaria.htm)

geepy
03-03-2006, 10:22
C'e' anche la versione tedesca con audio italiano
http://img114.imageshack.us/img114/3131/b0007dbiyc03lzzzzzzz0lx.th.jpg (http://img114.imageshack.us/my.php?image=b0007dbiyc03lzzzzzzz0lx.jpg)

Giorgio Brass
03-03-2006, 12:45
Segnalo l'uscita in Francia del film di Baldi, traccia audio in Francese:

Prezzo proletario, tra l'altro..
Se a qualcuno interessa mi mandi pure un bat-segnale.

almayer
03-03-2006, 14:35
Prezzo proletario, tra l'altro..
Se a qualcuno interessa mi mandi pure un bat-segnale.

Peccato non ci sia l'audio in Italiano...

Giorgio Brass
03-03-2006, 14:44
Peccato non ci sia l'audio in Italiano...

Già, però il master è molto bello.

Franco Grattarola
03-03-2006, 18:53
Notevole western melodrammatico. Tra gli sceneggiatori è annoverato il futuro scrittore Vincenzo Cerami, che pochi anni dopo firmò "Blind man", altro western singolare.

rangoon
10-03-2007, 14:13
Notevole western melodrammatico. Tra gli sceneggiatori è annoverato il futuro scrittore Vincenzo Cerami, che pochi anni dopo firmò "Blind man", altro western singolare. Non è la versione western dell'Orestiade di Eschilo?

johnny hamlet
10-03-2007, 14:36
Sì,uno degli adattamenti più curiosi,anche se la tragedia greca si adatta molto al western all'italiana.Da segnalare le musiche del corridiano e corradiano Roberto Pregadio e la presenza di Peter Martell,l'attore il cui forfait permise l'ingaggio di Terence Hill in Dio perdona io no, consentendo così la nascita di una delle coppie più fortunate del nostro cinema.

LaBelvaColMitra
02-04-2007, 12:27
Uscito regolarmente per la H&W...
Master discreto...durata di 1H20' e pochi secondi...

Alleluja
02-04-2007, 12:44
Già...un master migliore rispetto a certi usciti in precedenza!!!!

Garringo
03-04-2007, 09:54
Anno: 1969
Cast: Leonard Mann, Josè Suarez, Peter Martell, Luciana Paluzzi, Barbara Nelli.
Durata: 95 min.
Regia: Ferdinando Baldi
http://img235.imageshack.us/img235/7475/20154nw5.jpg

Segnalo l'uscita in Francia del film di Baldi, traccia audio in Francese:
http://www.plusdedvd.com/photos/200x280/25/25573.jpg

Recensione Spaghetti Western Database (http://www.spaghettiwestern.altervista.org/pistolero_avemaria.htm) Questo qui me lo accatto subito!! Stò per partire per la Francia, spero di trovarlo!:)

Sartana
03-04-2007, 10:11
Preso con la collana "spaghettiwestern"......il master nienta male!!!;)

rangoon
03-04-2007, 22:22
Preso con la collana "spaghettiwestern"......il master nienta male!!!;)
Se non altro costa soltanto 9.90. Extra?

LaBelvaColMitra
03-04-2007, 23:38
Se non altro costa soltanto 9.90. Extra?

Zero...inzio film e capitoli...

bastardnasum
06-04-2007, 15:14
un buon film, dallo stampo classico, anche se inferiore a "Texas addio" o "Blindman"...quello che mi ha sempre colpito del film sono le immagini nei titoli di testa, quei dettagli ravvicinatissimi degli stivali, degli speroni, del fucile...la lezione leoniana imparata ed esaperata al massimo: sono incredibili, non so perche', hanno una potenza figurativa fortissima, sopratutto nel vecchio formato a tutto schermo della vhs PAC

mark920
04-05-2007, 09:23
In uscita anche per la Cecchi Gori:

http://www.videociak.net/customer/product.php?productid=17103&cat=188&page=1&more_pages=1

rangoon
03-06-2007, 23:19
Ho visto questa sera il dvd dell'edizione Hobby & Work. Niente male davvero il master e neppure la storia, presa di peso dall'Orestiade di Eschilo. Da manuale il finale con Sebastien che se ne va dopo aver ucciso l'assassino del padre mentre sullo sfondo un incendio brucia la casa dove è cresciuto. Ecco perchè sia la Fabbri che Hobby & Work dovebbero continuare all'infinito la collezione...

geepy
26-07-2007, 10:26
Recensione del dvd Cecchi Gori a cura di AFDigitale:

Qualità Artistica •••

Qualità Video 2 1/2
Qualità Audio 3
Qualità Altri Contributi 2

Quindici anni dopo aver assistito alla morte del padre, ucciso dalla moglie con l’aiuto dell’amante, Sebastian e Isabelle, fuggiti grazie all’intervento della governante messicana, decidono di tornare nella loro casa d’infanzia per vendicarsi della morte del genitore. Li aiuta nell’impresa Raphael, un pistolero amico d’infanzia di Sebastian. Non male questo western italiano di fine anni ’60, sceneggiato tra gli altri da Vincenzo Cerami e forte di atmosfere piuttosto lugubri se confrontato con il filone allora imperante del genere (spinto verso esiti molto più violenti e meno “psicologici”). Peccato solo per una leggera confusione del plot e per temi (vendetta, passato) già abusati, ma tra i molti western di Ferdinando Baldi rimane quello più equilibrato e conciso.

Qualità Dell'Edizione ••½

Cecchi Gori Home Video propone questo ennesimo western all’italiana in un’edizione non del tutto riuscita, anche se non vanno dimenticati i quasi quarant’anni che ci separano dal film. Il video ha l’unico difetto di non essere riproposto nel formato originale in 2.35:1 ed è un vero peccato, visto che la qualità delle immagini ci ha pienamente soddisfatti. Molto riuscito il comparto cromatico, con colori pieni e saturi che convincono soprattutto nella resa dei rossi e degli incarnati, ma anche la definizione si attesta su buoni livelli d’insieme, non presentando cali particolari nemmeno nei campi lunghi. La pellicola si è conservata più che discretamente e in tutto il film non sono molti i segni di usura degni di essere menzionati, pur non mancando qualche graffio o puntinatura, mai però capaci di arrecare eccessivo danno alla pulizia del quadro. L’audio italiano in dual mono non soffre di difetti particolari, se non musiche non nitidissime e dialoghi un po’ ovattati ma sempre percepibili all’interno della scena; più che adeguato il livello di registrazione e assenti, se non sugli effetti sonori degli spari, picchi di saturazione. Gli extra offrono le biografie del regista e dei due protagonisti del film e un’interessante intervista a Ferdinando Baldi (17’).

Texano
27-10-2007, 17:09
Ho visto il DVD Cecchi Gori a 9 €, mi consigliate di prenderlo o di aspettare la ristampa della H&W ?

sartana75
28-10-2007, 08:48
per il texano ti consiglio di prenderlo visto che ci sono gli extra mentre l`altro della collana sw ne e`privo

robby
31-01-2010, 00:36
Ho visto il DVD Cecchi Gori a 9 €, mi consigliate di prenderlo o di aspettare la ristampa della H&W ?

è un dvd favoloso, qualità video strabiliante
inoltre sarà pure il formato sbagliato ma, a parte che non è fastidioso (nel senso che non ci sono facce tagliate o inquadrature sgradevoli), mi sembra che un'edizione in 2.35 non esista
quindi stra-consigliato il CG

Chato
22-04-2010, 00:12
Quarto spaghetti di Ferdinando Baldi, che a questo punto scopro essere stato un piccolo grande maestro del nostro western clamorosamente sottostimato (e non ho ancora visto "Blindman").

Questo infatti è davvero un bellissimo film, elegante ed originale, a momenti fin troppo raffinato a livello visivo. Ancora una storia di vendetta, come già "Texas addio" (di cui è una variazione) e "Preparati la bara". Il West di Baldi è molto personale e riconoscibile: coloratissimo e tragico, coi suoi bei morti ammazzati e popolato da figure all'apparenza fredde e indifferenti, ma lacerate da complesse tensioni psicologiche. Grazie probabilmente anche ad budget di assoluto rispetto, in questo caso si è lasciato dietro anche quella certa rigidità presente nei suoi primi western, sfoggiando una regia di grande fluidità.

Cast di lusso: lo sfortunato Peter Martell (recentemente scomparso) è indimenticabile nella parte (piuttosto coraggiosa per l'epoca) di un uomo evirato, e forse anche per questo rimasto candidamente fedele ad un' amicizia infantile.
Grandiosa la sequenza in cui ci rimane malissimo quando scopre che l'amico gli preferisce la compagnia di una donna e va a stravolgersi in una taverna dove una ballerina si scatena in una sensualissima danza.
Leonard Mann, che rifarà un personaggio molto simile in "Ciakmull", è anche qui uno stoccafisso, ma molto più in parte.
Su tutti si staglia Luciana Paluzzi, una cattiva bellissima e viscontiana, straordinaria nella parte di madre e moglie assassina. Meno espressiva ma di una bellezza altrettanto devastante anche la stragnocchissima Pilar Velázquez, che fa la figlia che odia la Paluzzi. Il confronto finale tra le due donne è d'antologia, come del resto tutto il finale super-melodrammatico, folle ed incendiario.

Fotografia, musica, costumi, caratteristi e scenografie di grande classe.

ringo 89
28-12-2010, 14:44
Doppiaggio:
Leonard Mann: Pino Colizzi
Peter Martell: Pino Locchi
Luciana Paluzzi: Rita Savagnone
Pilar Velasquez: Micaela Esdra
Jose Suarez:Luigi Vannucchi
Alberto De Mendoza: Sergio Graziani
Piero Lulli: Renato Turi
Luciano Rossi: Ferruccio Amendola
Jose Manuel Martin: Arturo Dominici
Enzo Fiermonte: Bruno Persa
Barbara Nelli: Vittoria Febbi
Franco Gulà: Lauro Gazzolo
L'attore che interpreta il tenente è doppiato da Manlio De Angelis
L'attore che interpreta il taverniere alla stazione di posta è doppiato da Corrado Gaipa

kaciaro
14-04-2011, 11:25
ho visto questo bellissimo film, grazie a Sartana, consiglierei a tutti l'edizione cg con la toccante intervista al regista,forse ha ragione che Mann non rende al massimo, anzi usa l'espressione il suo viso non sfonda il video,il master e' veramente fantastico;)

Ragtime
15-04-2011, 20:55
Ho appena visto anch'io il film in un ottimo master. Che dire, concordo pienamente riguardo la bravura del sottovalutato (purtroppo) Ferdinando Baldi, regista di grande talento visivo e tecnico. Ottimo l'altoatesino Peter Martell, grande attore sottovalutato anch'egli. Bella fotografia, curata e dinamica. Belle le musiche del grande Roberto Pregadio, il direttore d'orchestra di Corrado ne La Corrida. Una piccola chicca che Kaciaro e Darth noteranno di sicuro...la scena del cimitero è stata girata fra le rocce carsiche di Camposecco, cosi come Baldi ha fatto nel film dell'anno prima: Preparati la bara! Evidentemente era un paesaggio che gli ispirava tetre atmosfere! Sequenze belle e Cult!