PDA

View Full Version : Eymerich: che ne pensate.



Capitan Bavastro
03-10-2006, 09:27
Sono sempre stato sul punto di comprare uno dei romanzi di Evangelisti dedicati all'inquisitore Eymerich. Poi, per un motivo o per l'altro ho sempre scelto altro.
Vorrei un vostro parere su questo ciclo di romanzi ...

se il thread è già esistente chiedo umilmente perdono.
thanx

Herr Bitch
03-10-2006, 10:02
Sono i miei romanzi preferiti, compra tutto: bellissimo poi come in ogni romanzo la storia si svolga su piu' piani temporali e alla fine tutto converga.

Capitan Bavastro
03-10-2006, 11:27
... ho sempre avuto il dubbio che fossero romanzi "dispersivi" leggendo la quarta di copertina. Le storie parallele su diversi piani temporali ...

Herr Bitch
03-10-2006, 12:14
... ho sempre avuto il dubbio che fossero romanzi "dispersivi" leggendo la quarta di copertina. Le storie parallele su diversi piani temporali ...

No non sono dispersivi, anche le parti di narrazione storica non sono pesanti...vai tranquillo.

Tuchulcha
03-10-2006, 12:56
Amo molto le avventure di Eymerich. Tradiscono l'amore di Evangelisti per la fantascienza inglese di una volta; leggere un racconto con Eymerich è come guardarsi uno di quei vecchi telefilm tipo Doctor Who o Zaffiro e Acciaio. Speriamo che l'autore si decida a scriverne un nuovo capitolo, da troppo tempo si dedica ad altri generi.

Killer Klown
03-10-2006, 19:01
Io ho letto i primi 3. Sono molto belli, Evangelisti è bravo nell'ambientare le sue storie in un medioevo parecchio suggestivo dove vige un terrore morale ben palpabile. La personalità dell'inquisitore è ottimamente delineata, mi piace immaginarlo con il volto duro dello stesso Evangelisti (magari è un pò autobiografico!)

Compra pure, non te ne pentirai

Tuchulcha
04-10-2006, 00:21
Ma che ne è stato del progetto francese di trarre un film dalle avventure di Eymerich? Qualcuno ne sa niente?

Capitan Bavastro
04-10-2006, 13:40
Primo libro del Ciclo acquistato ...lo leggo nel week end e vi faccio sapere.

Capitan Bavastro
09-10-2006, 09:00
L'ho letto tra sabato e domenica ...davvero bello. A questo punto metto il buon Evangelisti insieme ad Altieri e Cacucci sul podio degli italiani contemporanei.