PDA

View Full Version : Il nido del ragno



Shanghai Joe
10-10-2006, 22:35
http://img177.imageshack.us/img177/1808/ilnidodelragnoga8.jpg


Appena finito di rivedere, dopo molto tempo, questo film di Gianfranco Giagni datato 1988 (sceneggiato da Tonino Cervi gia "reo" de "il delitto del diavolo - Le regine"...) e devo dire che, anche se spesso viene presentato come uno degli ultimi validi horror nostrani, mi ha lasciato con l'amaro in bocca come la prima volta che lo vidi...
La storia è buona ma i personaggi risultano appena abbozzati e le ambientazioni ungheresi poco funzionali. Sembra di vedere uno spin-off di "Suspiria" o "Inferno" senza però rilasciare la stessa tensione o comunque il malessere che li ha resi celebri...ma comunque...gli effetti, ad opera di Stivaletti, alternano momenti di grande artigianato a tratti di stop-motion da grasse risate...peccato, perchè i presupposti c'erano...rimane comunque un film godibile senza troppe pretese...ma....

il protagonista, tale Roland Wybenga, che altro a fatto? in rete non si trova nulla, a parte un fantomatico "Simbad re dei mari", eppure l'ho già visto da qualche parte...mah...ho avuto reminiscenze addirittura della serie tv de "Il ragazzo dal kimono d'oro"...chi sa parli!

Tuchulcha
10-10-2006, 23:13
La locandina era bella, però... sul film ti dò ragione. Ha il difetto tipico di tante produzioni horror targate Reteitalia del periodo: troppo pulitino per sconvolgere sul serio. Da un soggetto così, non oso pensare cosa avrebbero potuto tirar fuori un Fulci, un Lado o un Barilli nei loro momenti migliori. L'horror italico fine anni 80 ha perso la sua patina di sudiciume e perversione, acquistando un taglio televisivo assolutamente inadatto. E poi diciamolo, Manfredi come autore di racconti per l'orrore è stato un po' sopravvalutato.

ps.
Cervi non lo trovavo così disprezzabile, Il Delitto del diavolo mi ricorda certe cose di Corrado Farina. Certo che la sceneggiatura di questo horror non era il massimo...

Kieran Canter
11-10-2006, 11:46
Boh, a me il film piacque molto, forse perchè avevo 13 anni la prima volta cjhe lo vidi in un piovoso pomeriggio autunnale su una cassetta che registrò il mio compianto papà (che Dio l'abbia in gloria per gli horror che mi lasciava vedere da ragazzino, ignorando le proteste di mia madre...), la storia era carina, lui era un tale brocco ma paola Rinaldi (che poi scomparve) era davvero bellissima...la scena del sabbaè qualcosa di Lovecraftiano, come l'arcano segreto della proprietaria della pensione è davvero spaventevole e ha qualcosa di malsano, sulla sceneggiatura sono d'accordo...manfredi ha uno stile troppo "americano" e tirato via,, così alterna momenti di orrore visionario puro (legati cmq spesso a un fattore visivo...9 a cadute di tono allucinanti, soprattutto nei dialoghi...qui si fa cinema, non Magico vento...
Belle le citazioni a Bava e a tutti i maestri dell'horror che fu...
Per me il giudizio cmq è positivo.

ronk
24-10-2006, 10:38
Visto ieri. L'idea del film è sempre buona anche se rivista altre volte, ma mi ha fatto venire una noia mortale. Sarà per la pessima recitazione degli attori, o per aver visto moltri altri film "simili" a questo come "la corte notte delle bambole di vetro",o "il profumo della signora in nero" .... 6--

stampante
21-10-2007, 14:57
Da un soggetto così, non oso pensare cosa avrebbero potuto tirar fuori un Fulci, un Lado o un Barilli nei loro momenti migliori.

Concordo su questa affermazione.
Il soggetto è molto interessante, ma la regia manca di mordente, è piatta. Anche gli attori ed il doppiaggio non aiutano, se ben ricordo ( ho visto questo film più di un anno fa). Insomma, una buona idea realizzata mediocremente.

Giorgio Brass
21-10-2007, 15:12
A me piace, lo trovo abbastanza riuscito, anche per quello che riguarda le atmosfere.
Spezzo una lancia a favore della stop-motion di Stivaletti, a me è piaciuta nella sua semplicità.

Ricordo anche una storia di Dylan Dog (mi sembra in due puntate) che si ispirava apertamente a questo film.

Tuchulcha
21-10-2007, 15:27
Ricordo anche una storia di Dylan Dog (mi sembra in due puntate) che si ispirava apertamente a questo film.

Confermo che la storia dylandoghiana (la reputo superiore al presente film) fosse divisa in due parti. L'autore della sceneggiatura era lo stesso Manfredi che s'era rivenduto l'idea.

Giorgio Brass
21-10-2007, 15:30
Era la storia apparsa nei numeri 110 e 111 (Aracne e La Profezia).

Jacopetto & Prospero
28-09-2009, 16:22
Rivisto ieri dopo un secolo. Lo passavano sempre su telecolor nei primi anni '90. Ne conservavo un ottimo ricordo, anche se rivedendolo si è un po' sgonfiato. Considerato il periodo da horror "zuccherato" alla fine lo considero riuscito. Il classico horror complottistico alla "corta notte delle bambole" o "profumo della signora in nero", che forse avrebbe avuto bisogno di quei registi. (c'è pure un aspruzzatina di Argento nel campo stregonesco)
Il protagonista è un po' broccolo, ma non da buttare. da bambino mi inquietava e non poco

Lo schifosissimo Bimbo-Ragno creato da Stivaletti, funzionale all'allegra cerimonia dei Tessitori. Me la facevo un po' sotto. Mentre la strega racchia dotata di una forza alla Jean Claude Van Damme adesso fa un po' ridere

L'ambientazione non è male e le musiche di Piersanti sono un po' Herrmaniane-Donaggesche.

Giudizio positivo nel complesso

LorenzX
14-08-2010, 15:32
Rivisto l'altra notte su Italia Uno: non male, però anche a me ha lasciato l'amaro in bocca.:confused:
Non tanto per il ritmo "televisivo" ma di più per gli evidenti buchi nella sceneggiatura. Le atmosfere di Budapest sono sfruttate in minima parte (la maggiorparte poi di giorno :rolleyes:) e i personaggi sono appena abbozzati.

Il protagonista Roland Wybenga è OK, ma risulta introvabile qualsiasi informazione su di lui. Anche a me sembrava di averlo già visto in altri film, ma putroppo non riesco a farmi venire in mente nulla. :mad:

Diciamo pure che non succede quasi niente dopo il primo omicidio fino agli ultimi 10 minuti prima della fine... buoni anche gli effetti speciali di Stivaletti specialmente nel delirio finale con la divinità bimbo/ragno sanguinoso :swat: