PDA

View Full Version : I Gabbiani volano basso



martello_thehammer
24-11-2006, 17:09
http://img451.imageshack.us/img451/2726/gabbianizf1.jpg
I GABBIANI VOLANO BASSO (1977) - Giorgio Cristallini
Con: Maurizio Merli, Dagmar Lassander, Mel Ferrer, Nathalie Delon, Franco Garofalo...
Soggetto e Sceneggiatura: Odoardo Fiory, Giorgio Cristallini
Musiche: Roberto Pregadio, Carlo & Paola Cristallini

- - - - - - - - - -

l'ho preso, l'ho visto, l'ho rivisto. A parer mio anche il film vola molto basso e, ahimè, il grande Maurizio. Concordate?

Benin Leonardo
11-08-2007, 01:44
lo trasmettono DOMENICA 12 AGOSTO 2007 su teleroma56 alle 11 di mattina..:gianmaria

WOTS
11-08-2007, 13:38
me queste informazioni sulla programmazione delle reti locali dove le prendi ?

pugacioff1
11-08-2007, 14:12
sono sempre stato un grandissimo tifoso di merli ma questo film e' di una
pochezza esasperante e pure mal recitato! credo che in fatto di piattume
se la batta con sono stato un agente cia. due film che il nostro maurizione
avrebbe dovuto evitare come la peste.

mark920
14-08-2007, 10:03
Nell'insieme è un film gradevole. Tenta la strada del noir.

Assai poco convincente la trovata di Merli disertore americano e qualche dialogo infelice tra l'attore e la Delon.

Merli era forse poco adatto al ruolo.

Incassi poco lusinghieri.

Franco Garofalo nella parte di un killer.

Sacramento
16-08-2007, 12:45
La sceneggiatura di questo film è ricca di spunti affascinanti. Purtroppo, sembra evidente che il film sia stato realizzato con mezzi piuttosto ristretti. Molte idee, dunque, rimangono alla stato embrionale. In più, Maurizio Merli non era l'attore più adatto ad interpretare il ruolo del protagonista: un personaggio che sicuramente avrebbe dovuto essere più tormentato.

Dinamite Bla
27-08-2007, 11:36
A volare basso è sicuramente tutto il film.

Trama assolutamente inconsistente.

Purtroppo Merli stava già iniziando una precoce parabola discendente.

meskalamdug
28-08-2007, 01:17
A volare basso è sicuramente tutto il film.

Trama assolutamente inconsistente.

Purtroppo Merli stava già iniziando una precoce parabola discendente.
Come tutti.
Ma la colpa non era sua,è che a mio parere..forse mi sbaglio,tutto il cinema
scende man mano che gli anni passano,io sono un appassionato dei 70-80
guardo solo film "di genere" però riconosco una certa superiorità al cinema
anni 40-60.
Farei questa personale "classifica"
40-60=storia,epoca,un cinema che tutti ci invidiavano
70=il mio decennio preferito
80=iniziamo a decadere...
90=decaduti!
2000>=lasciamo stare...
ha ragione Tarantino.
:)

Attore84
13-01-2009, 23:36
questo è un film che avranno visto in molti con la scusa che cè il grande merli ma con il ruolo che fa non cè riuscito nemmeno lui a tirare su sta schifezza di film.spero che non fanno il dvd perche poi sono buono a comprarlo ugualmente..boooo..

Renato
04-02-2009, 02:28
Giallo-noir poco riuscito. Meglio comunque la prima parte della seconda, diciamo che dalla fuga a Ponza in poi il film ha ben poco da dire.
Mel Ferrer con riportone terrificante.

dan880
04-02-2009, 10:20
all'inizio sembra che merli sia un killer professionista prezzolato. poi emerge la verità: è stato solo incastrato da un ricatto.

non particolarmente avvincente come film ma pur sempre interessante da seguire.

però secondo me sarebbe stata una bella sfida dare a merli un ruolo da killer, dopo tanti ruoli da poliziotto eroico.

c'è un suo film che ancora non ho visto, sono stato un agente cia. sembra che vi interpreta un ruolo marginale, ma non so se si tratta di un personaggio dalla parte della legge o meno.

Grazie,Marì
10-09-2009, 11:33
Visto ieri sera...
non l'ho trovato tra i migliori film della mia vita,ma aveva un certo non so che...Merli un po' insolito, all'inizio con capelli arruffati, lenti a contatto scure e baffoni anarchici(come piacciono alla sottoscritta), poi pulitino, senza baffi.
Il suo personaggio era piuttosto tormentato e, se devo essere sincera, mi è piaciuta molto la parte della Delon, non la solita tipa audace, scosciata e sfacciata( forse non sarete d'accordo con me perchè siete tutti maschi, ma la donna del poliziesco anni '70 era piuttosto volgare, almeno a mio avviso).
Era dolce,ma non oca, che istintivamente decide di prendersi cura di quest'uomo che fugge e di cui non sa quasi nulla...Ecco, forse per gli amanti dell'azione questo non è il film ideale...
Spietatissimo Garofalo!!!;)

dan880
24-12-2009, 18:21
rivisto poco fa. lo rivaluto ulteriormente. da riscoprire. magari ci possano essere ancora film così. molto bella la musica che apre il film.

una menzione per stefania spugnini, che esce nella prima scena drammatica del film. è stata la figlia di oronzo canà nei 2 film dell'allenatore nel pallone, un piccolo ruolo in profumo di donna e un altro in il ginecologo della mutua (la ragazzina che cercava di eccitare il ginecologo aldo fabrizi).

meskalamdug
24-12-2009, 23:22
Comunque il film a me è piaciuto.
Certo non è il migliore di Merli,anzi diciamo è tra i peggiori,ma non è brutto.

Grazie,Marì
26-12-2009, 12:05
Comunque il film a me è piaciuto.
Certo non è il migliore di Merli,anzi diciamo è tra i peggiori,ma non è brutto.

devo ammettere che nella parte iniziale del film Merli fa pure una certa impressione con le lenti scure...

dan880
26-12-2009, 12:49
erano i ray-ban anni '70 a gocce con i vetri color verde bottiglia. occhiali da sole cult. utilizzati in molti film; li portava anche tomas milian in roma a mano armata (in ambulanza).

maurizio merli li ha portati anche altre volte. ad esempio in un poliziotto scomodo e da corleone a brooklyn.

Grazie,Marì
26-12-2009, 13:50
erano i ray-ban anni '70 a gocce con i vetri color verde bottiglia. occhiali da sole cult. utilizzati in molti film; li portava anche tomas milian in roma a mano armata (in ambulanza).

maurizio merli li ha portati anche altre volte. ad esempio in un poliziotto scomodo e da corleone a brooklyn.

non intendevo i rayban, che li porto pure io, intendevo le lenti a contatto.Se le era messe per camuffarsi

dan880
27-12-2009, 16:57
scelta voluta, per gli autori del film. merli è fuori dai panni di un commissario o di un poliziotto irriducibile per diventare non solo uno qualunque ma anche una persona perennemente inseguita da vari pericoli. è un personaggio davvero sfortunato e disperato: non riesce a trovare tranquillità e ha sempre qualcuno che lo minaccia o che lo bracca. la sua vita è continuamente appesa ad un filo.

è una caratterizzazione totalmente insolita per merli.

il make-up iniziale lo trasforma in maniera evidente. dove non avevo fatto caso era sull'utilizzo di lenti a contatto.

Jack Carter
02-02-2010, 12:55
il film è davvero poca cosa ma le musiche sono splendide!!! a tratti i dialoghi sono imbarazzanti, sembrano provini del dopolavoro. Merli davvero poco adatto alla parte.

dan880
02-02-2010, 19:21
Merli davvero poco adatto alla parte.

sicuramente nel ruolo del commissario si trovava più a suo agio. però merli affrontava con molta espressività e immedesimazione tutti i ruoli che ricopriva. e questo lo ha reso unico anche in questa prova insolita.

lo notate anche nei polizieschi: fare sempre il commissario poteva comportare il rischio di interpretare sempre allo stesso modo tutti i poliziotti da lui portati sullo schermo.

e invece ad ognuno ha dato sempre qualcosa di differente.

BEPPE PERAGINE
16-01-2013, 18:28
Ho comprato apposta la vhs poco tempo fa .. per capire !! A me è piaciuto, lo consiglio pure, in barba alle pochissime info in merito.

ringo 89
26-02-2014, 15:26
Doppiaggio:
Maurizio Merli si doppia da solo
Nathalie Delon: Vittoria Febbi
Mel Ferrer: Giorgio Piazza
Dagmar Lassander. Rita Savagnone
Orlando Urdaneta: Manlio De Angelis
Andrea Esterhazy: Antonio Guidi
Franco Garofalo: Luciano De Ambrosis
Mimmo Maggio: Sergio Fiorentini
Red Martin: Gianfranco Bellini
L'attore che interpreta il maresciallo è doppiato da Arturo Dominici

quidtum
17-11-2015, 09:52
Passaggio TV Lunedì 30 NOVEMBRE ore 07:05 su RAI MOVIE :emotsiren

matte
08-12-2017, 03:10
Non un gioiello, tutt'altro, ma nel complesso vedibile. Indubbiamente poca azione, però merli modello reduce del Vietnam, cosa che infatti è, alla Rambo di inizio film ha un suo perché Garofalo infamissimo, la lassander per quel poco che si vede è la solita bella gnocca, la delon niente male, il commissario di turno decisamente rivedibile (ma d'altronde non era al centro dell'attenzione). Brani musicali piacevoli. Finale se vogliamo amaro perché comunque merli aveva raggiunto la salvezza ma la telefonata "strappalacrime" con la delon lo porta a lasciarsi uccidere temendo di essere stato di nuovo abbandonato, anche se non era vero

Dottor Betti
25-01-2018, 13:14
Novità su qualche edizione in dvd di questo Maurizione?

robby
14-03-2018, 23:04
visto su Film&Clips, una piattezza esasperante, non sono riuscito nemmeno ad arrivare in fondo
la povertà di mezzi non è una giustificazione, è proprio un prodotto scarso, scritto male e diretto peggio
si salvano la musica e la Lassander

King Ghidorah
06-03-2019, 17:25
Purtroppo questo film ha una brutta storia dal punto di vista della produzione. I promotori coinvolsero nel finanziamento del film alcuni piccoli imprenditori romani abbagliandoli con il miraggio del cinema e questi alla fine dovettero cedere le attività per poter ripagare i debiti. La cosa triste è che io ne conoscevo uno ed ho assistito alla sua sofferenza.
Dietro molti prodotti di genere degli anni ' 70 ci sono molte storie così, come del resto riportato anche nell'introduzione del Dizionario Western di Giusti.

Pollanet
08-03-2019, 12:02
Così a naso mi viene da dire che dietro la produzione di tantissimi film dell'epoca c'è l'indicibile, qualcosa di similare alle squadre di calcio anni 80-90, ossia gente che si è letteralmente rovinata, gente che ci ha alzato soldi a urto, gente che ha riciclato soldi così zozzi che più zozzi che non si può e via andare

Chissà, tanto per fare un nome a caso, quante storie avrebbe da raccontare Andrea a riguardo...