PDA

View Full Version : La vittima designata



mark920
15-01-2007, 10:02
Proposto domani 16 gennaio su TVR alle 3:00

In vhs per la Shendene e sembrerebbe in uscita il dvd (Surf)

"Stefano, un giovane pubblicitario milanese, vuole vendere la sua quota dell’azienda per trasferirsi in Venezuela con Fabienne, la sua amante. Le azioni sono però intestate a sua moglie Luisa, che non è in alcun modo intenzionata a concedergli il divorzio. Durante una gita a Venezia, Stefano conosce un misterioso individuo, il conte Matteo Tiepolo, che gli propone un inquietante affare: se Stefano ucciderà l’odiato fratello di Matteo, in cambio il conte lo libererà della “scomoda” moglie. Stefano naturalmente rifiuta, ma ..." http://www.cinemanetwork.it/

bobby keller
15-01-2007, 11:21
gia dovrebbe uscire "per la serie z" a marzo

Tuchulcha
15-01-2007, 13:43
Discreto, a metà strada fra Hitchcock (L'Altro uomo) e Poe (William Wilson). Una Venezia decisamente suggestiva e due interpreti che ti rimangono impressi.

liberAnomalia
15-01-2007, 14:42
uno dei miei "personal cult" da sempre.
grande notizia l'uscita del dvd:rolleyes:
lo desideravo da tanto.. anche perché, se non ricordo male, l'edizione shendene è cut.
ne sapete qualcosa?

bacio la mani:cool:

Green Jelly
17-01-2007, 13:06
anche perché, se non ricordo male, l'edizione shendene è cut.


questa mi è nuova....
dove hai tratto questa info? :confused:

liberAnomalia
17-01-2007, 16:34
parlai di questo film con un altro estimatore qualche anno fa, se non ricordo male si trattava dell'edizione JoeD'AmatoHorrorFest del 2004...
l'amico sosteneva che mancassero alcuni pezzi di dialogo presenti invece in non ricordo quale veccchia vhs... roba di pochi secondi cmq... tuttavia, sempre se ricordo bene, si trattava di alcune battute in più pronunciate dal conte riguardo, credo, il valore estetico di un omicidio.
cmq sia non è certo una notizia attendibile al 100%.
epperò io, onestamente, guardando il film ho notato qualcosa che non mi quadrava durante un dialogo... boh... per questo chiedevo info...
byezz:confused:

Green Jelly
17-01-2007, 16:52
tanxx

speriamo allora che il DVD della Surf sia un prodotto che renda giustizia a questo splendido film dall'indimenticabile colonna sonora....

Piepolo Rulez

liberAnomalia
17-01-2007, 17:25
sì, hai ragione, davvero un film splendido.
lo score, poi, di Bacalov è sublime.... a proposito dello score... credo di aver sentito la stessa canzone del film anche in alcuni momenti di "Milano Calibro 9", che infatti ha la colonna firmata sempre da Bacalov.
se ricordo bene "La Vittima.." è precedente al film di DiLeo, uscito credo un anno prima...

ivanrassimov
17-01-2007, 18:36
sì, hai ragione, davvero un film splendido.
lo score, poi, di Bacalov è sublime.... a proposito dello score... credo di aver sentito la stessa canzone del film anche in alcuni momenti di "Milano Calibro 9", che infatti ha la colonna firmata sempre da Bacalov.
se ricordo bene "La Vittima.." è precedente al film di DiLeo, uscito credo un anno prima...

Dovrei ricontrollare, ma dubito che sia la stessa colonna sonora. Firmata tra l'altro dagli Osanna e non solo da Bacalov. Il titolo del cd è "Milano Calibro 9". Uscito peraltro in LP all'epoca con lo stesso titolo.

liberAnomalia
17-01-2007, 18:41
no, non mi riferivo all'intera colonna sonora...
solo alla canzone...
purtroppo non ricordo il titolo, nè se effettivamente è di Bacalov o di altri...
cmq mi sembra di averla sentita in entrambi i film, tuttavia non vedo Milano da almeno 2anni, magari una di queste notti lo guardo... ti saprò dire:)

byezz:cool:

john trent
18-01-2007, 09:21
no, non mi riferivo all'intera colonna sonora...
solo alla canzone...
purtroppo non ricordo il titolo, nè se effettivamente è di Bacalov o di altri...
cmq mi sembra di averla sentita in entrambi i film, tuttavia non vedo Milano da almeno 2anni, magari una di queste notti lo guardo... ti saprò dire:)

Il brano cui fai riferimento è "Adagio (shadows)" di Luis Bacalov, eseguita dai New Trolls. E' il brano portante dell'intera colonna sonora de "La vittima designata" e lo trovi nello storico album "Concerto grosso".
Lo si ascolta anche in "Milano calibro 9", in una scena d'amore tra Moschin e la Bouchet.
Non è mica la prima volta che brani di una colonna sonora di un film compaiono anche in altre pellicole. ;)

Sempre pensando a Bacalov e a "Milano calibro 9", ricordo ad esempio che nella colonna sonora originale del film eseguita dagli Osanna è inclusa "There will be time (canzona)" ma nel film di questo brano non vi è tracccia.
Lo si può ascoltare però in una scena d'amore tra Delia Boccardo e Luc Merenda nel successivo "Il poliziotto è marcio" (la cui colonna sonora è sempre di Bacalov)...

Shanghai Joe
18-01-2007, 13:47
Il brano cui fai riferimento è "Adagio (shadows)" di Luis Bacalov, eseguita dai New Trolls. E' il brano portante dell'intera colonna sonora de "La vittima designata" e lo trovi nello storico album "Concerto grosso".
..

E la voce del cantato sui titoli di coda è dello stesso Milian...

liberAnomalia
18-01-2007, 15:17
grazie dell'info, il brano è davvero strepitoso, l'ho amato da subito.

beh sì, so che non è raro trovare la stessa colonna in più film... si potrebbero scrivere tomi a riguardo eheheh:D

byezzz

Camposanto
24-01-2007, 20:44
Sono lieto di confermarvi l'uscita in dvd di questo bellissimo film il 13 marzo per la Surf video.
E' passato oggi il rappresentante a confermare l'ordinazione!!!
Non ci sono dettagli invece sulla durata...quindi ancora in dubbio se cut o normale...:o

mark920
06-02-2007, 20:31
Kultvideo riporta una durata di 94 minuti. Nessun extra (solo trailer,photo gallery)

http://www.kultvideo.com/scheda.asp?item=16310&type=DVD

liberAnomalia
06-02-2007, 20:37
ah bene.. si spera sia integrale.. la durata riportata nella vhs shendene è di 90min.:o

stampante
30-03-2007, 19:29
Per chi fosse (come me) interessato al DVD Surf, vi informo della presenza di una recensione su www.spaziofilm.it.
Un'altra recensione sintetica (rivista tuttodigitale):
"Nulla di eccezionale la qualità del DVD che si mantiene su livelli accettabili senza mai eccellere"

La codifica è comunque anamorfica.
Nulla so sull'integralità o meno della versione.

bobby keller
30-03-2007, 20:52
io lascierei perdere l'edizione surf e aspetterei la versione tedesca con 9 scene tagliate(pare)e l'audio italiano originale(e quello con musica alternativa)

mark920
26-04-2007, 09:33
Edizione tedesca disponibile (con 9 scene eliminate e un documentario sul film):

http://www.kultvideo.com/scheda.asp?item=16926&type=DVD&key=2

Inoltre è proposto da Rai sat cinema il 13 maggio alle 21:00

johnnyb
26-04-2007, 18:41
IL dvd Surf contiene degli extra ?

mark920
26-04-2007, 20:26
No nessun extra (trailer, biofilmografie e photo gallery)

Caltiki
27-04-2007, 17:48
Segnalo la bella location di Moltrasio, sul lago di Como. Ci son passato proprio l'altro ieri.

MAURO CIAVAZZARO
27-04-2007, 18:55
ho paura che per questo film si creera' un nuovo caso lucertola
infatti riportando dal forum di nocturno si ha che
il dvd surf e' cut ,dura 1'34'33
il dvd tedesco dura 1'35'20
e le 9 scene inserite come bonus duranti un totale di 5.30 minuti
sono prese dall'edizione vhs GVR,che pero' era mancante dei titoli di coda
presenti pero' nell'edizione STAR VIDEO

donà
02-05-2007, 10:48
ho paura che per questo film si creera' un nuovo caso lucertola
infatti riportando dal forum di nocturno si ha che
il dvd surf e' cut ,dura 1'34'33
il dvd tedesco dura 1'35'20
e le 9 scene inserite come bonus duranti un totale di 5.30 minuti
sono prese dall'edizione vhs GVR,che pero' era mancante dei titoli di coda
presenti pero' nell'edizione STAR VIDEO
Non esiste un edizione Star Video del film.Ti confondi con la Golden Video.

Shanghai Joe
14-05-2007, 12:58
Inoltre è proposto da Rai sat cinema il 13 maggio alle 21:00

Passato ieri sera con master scuro/mediamente spuntinato...insommma, abbastanza inguardabile...per la durata controllerò tra qualche minuto...

john trent
14-05-2007, 13:07
Passato ieri sera con master scuro/mediamente spuntinato...insommma, abbastanza inguardabile...per la durata controllerò tra qualche minuto...
... e formato video sbagliato (2,35:1 gonfiato a 1,85:1).
Insomma una chiavica di master.

Shanghai Joe
14-05-2007, 13:22
Il master dura, all'incirca, 1.36.47

Burian
14-05-2007, 14:28
il master era pessimo ma in compenso il film è stato veramente una sorpresa!
teso,asciutto,grandissime musiche e girato con gran classe!!!

MAURO CIAVAZZARO
15-06-2007, 22:14
rispetto al dvd tedesco,il master raisat contiene 9 secondi in piu',ovvero
l'inquadratura del palazzo,in cui entrano milian e l'amante
pero' rispetto al dvd,si conclude con la parola fine,nel dvd la musica continua
su schermo nero

Akasha
08-08-2007, 10:39
Meraviglioso! L’ho visto un paio di settimane fa e ancora ci penso…. Fantastica la fotografia di Venezia, cupa e malinconica.. superlativi gli attori, Tomas Milian in particolare.. la colonna sonora è struggente e il motivo eseguito dai New Trolls triste e delicato… bel film davvero! Non ho ancora trovato nei negozi il dvd edito dalla Surf Video ma quando accadrà non me lo lascerò scappare… :cool:

Non mi sono ancora presentata, mi chiamo Elisa ed adoro il cinema italiano giallo/horror degli anni ’70… spero di condividere con voi pensieri ed opinioni!

Venticello
08-08-2007, 16:04
Non mi sono ancora presentata, mi chiamo Elisa ed adoro il cinema italiano giallo/horror degli anni ’70… spero di condividere con voi pensieri ed opinioni!

Benvenuta Elisa !
Ti consiglio di prendere attentamente visione del regolamento

http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?t=36

e ti invito a presentarti in Test Forum ;)

stampante
24-09-2007, 16:28
E' discreta l'edizione Surf Video.
Le immagini, nel formato 2.35:1 anamorfico, presentano un lieve rumore e qualche spuntinatura, ma offrono un croma corretto e una nitidezza soddisfacente.
L'audio mi pare più che sufficiente, considerando l'età della pellicola.

Ho visto il film per la prima volta con questo DVD e mi è piaciuto molto. La storia è ben narrata, interessante e con personaggi ottimamente caratterizzati. Belle le musiche.
Il finale mi ha lasciato l'amaro in bocca.

stampante
24-09-2007, 17:23
i tuoi commenti sui film sono sempre vaghi, indefiniti, ridotti all'osso.
e dicci qualcosa in più!

Beh, non sempre. Diciamo quasi sempre.



personalmente lo adoro. soprattutto per le grandi interpretazioni dei due protagonisti. versione cupa e negativa de L'altro uomo. Pierre Clementi da pelle d'oca. brrrr!!

Pierre Clementi interpreta assai bene la parte dell'eccentrico psicotico, tant'è che io avevo intuito che in realtà il suo personaggio volesse commissionare il proprio omicidio, anche se il finale così troncato non me l'aspettavo proprio.
In realtà questa mia intuizione nulla toglie al valore del film. Non credo nemmeno che il regista volesse cogliere lo spettatore di sorpresa con la doppia identità di Matteo Tiepoli; troppi sono gli indizi lasciati allo spettatore (l'evidente psicosi del giovane conte; il presunto fratello non si vede mai; i graffi sul petto non sono certo un modo pratico di aggredire una persona ma un modo comodo per infierire su se stessi).

Il film non è un vero e proprio thriller. Per me è piacevolmente struggente.

robby
24-09-2007, 17:30
L'audio mi pare più che sufficiente, considerando l'età della pellicola.

c'è un salto nel pezzo dei newtrolls, alla fine dei titoli di testa, da travaso di bile (se non è un difetto del mio dvd)

stampante
24-09-2007, 17:41
c'è un salto nel pezzo dei newtrolls, alla fine dei titoli di testa, da travaso di bile (se non è un difetto del mio dvd)

Visto che l'avevo ancora a portata di mano ho controllato: è vero c'è un salto.

Shanghai Joe
25-09-2007, 08:58
Rispetto al master RAISAT, è stato recentemente trasmesso da una TV locale una copia superiore sia in qualità che formato. Non ho il DVD Surf, ma credo sia identico a quest'ultimo (con tanto di musica che continua su sfondo nero)...

MAURO CIAVAZZARO
25-09-2007, 15:04
Confermo,e' stato trasmesso da ab channell,come integralita' e' uguale ,ma il master e' un pelino meglio di quello raisat

Franco Grattarola
25-09-2007, 15:10
Deo gratias!

stampante
26-09-2007, 11:48
Secondo quanto scritto in alcuni posts di questo topic e nella relativa scheda del sito videoarcheologia.it, il DVD Surf Video non sarebbe integrale.
Ma in cosa consisterebbero i tagli? Scene significative o bazzecole?

MAURO CIAVAZZARO
03-10-2007, 15:53
Sia nel surf che nel dvd tedesco mancano 5 minuti di scene,che il dvd tedesco presenta come extra,e che sono state prese dalla vecchia vhs gvr
Inoltre rispetto al dvd tedesco,il surf dura una cinquantina di secondi in meno.

esserino
04-10-2007, 00:58
solo una cosa:

non mi piace quando maltrattano tomas milian!

uomomorto
03-12-2007, 21:44
Ciao
avrei bisogno di un'informazione lampo.
Domani devo andare alla mediaworld e la scorsa volta vevo visto che avevano questo film in dvd. Non so dirvi niente purtroppo su master edizione ecc.. però costa poco, non oltre i 10€.

A me di un dvd interessa più che altro che sia uncut, tuttavia se si tratta di un taglio di 1 minuto di scene "inutili" non ho problemi.

Potete aiutarmi sulla scelta? Conoscete o a vete visto quel dvd alla mediaworld? fatemi sapere

Norelco 70mm
03-12-2007, 22:19
edizione surf video, vai tranquillo qualità audio video molto buona

uomomorto
04-12-2007, 00:16
ok ma come detto prima quello che mi interessava sapere era se è buona dal punto di vista delle scene tagliate o uncut! grazie ;)

Renato
04-12-2007, 00:18
ok ma come detto prima quello che mi interessava sapere era se è buona dal punto di vista delle scene tagliate o uncut! grazie ;)

Secondo videoarcheologia l'edizione Surf non sarebbe integrale, ma non specificano quali tagli sarebbero presenti...

liberAnomalia
04-12-2007, 14:10
ok ma come detto prima quello che mi interessava sapere era se è buona dal punto di vista delle scene tagliate o uncut! grazie ;)

anchio volevo prendere questo dvd, essendo il film uno dei miei preferiti.
infine non l'ho preso, e appena potrò prenderò l'edizione tedesca (ti consiglio questa).
da quello che so io l'edizione Surf oltre ad essere tagliuzzata non rispetta il formato originario del film (rispettato, invece, per esempio nella vecchia vhs shendene): 1.85:1 -SURF- contro il 2.35:1 -NEW germania con audio ita.
ovviamente l'edizione tedesca costa orientativamente un 10 euro in più.

stampante
04-12-2007, 17:37
Il formato è invece quello giusto:


E' discreta l'edizione Surf Video.
Le immagini, nel formato 2.35:1 anamorfico, presentano un lieve rumore e qualche spuntinatura, ma offrono un croma corretto e una nitidezza soddisfacente.
L'audio mi pare più che sufficiente, considerando l'età della pellicola.

Norelco 70mm
04-12-2007, 17:42
da quello che so io l'edizione Surf oltre ad essere tagliuzzata non rispetta il formato originario del film (rispettato, invece, per esempio nella vecchia vhs shendene): 1.85:1 -SURF- contro il 2.35:1 -NEW germania con audio ita.
ovviamente l'edizione tedesca costa orientativamente un 10 euro in più.
Per quanto riguarda i tagli non so, il formato però è rispettato, SURF VIDEO presenta il film in 2.35:1 e sicuramente hanno rifatto il master dal negativo originale, comunque il risultato è molto buono.

liberAnomalia
04-12-2007, 18:22
ah!
allora pardon:oops: chiedo scusa per l'info errata.
avevo letto del formato sbagliato non ricordo dove, ribadito nella scheda del dvd su kult video.
allora l'acquisto ci può stare certamente..;)

MAURO CIAVAZZARO
04-12-2007, 18:38
Comunque ribadisco che nel surf mancano 5 minuti di scene,presenti come extra nel dvd tedesco.

uomomorto
04-12-2007, 22:51
Ok, oggi alla MW purtroppo non c'era più! quindi non so nemmeno quale edizione era. cmq costava 7,90€.

Sapete indicarmi un sito dove poter trovare le varie versioni del film e così confrontarle?

matte
05-12-2007, 00:04
Segnalo il passaggio televisivo su raisatcinema, canale di sky, martedi' 18 dicembre 2007 alle 4.00 di notte (salvo eventuali variazioni di programma) ;)

uomomorto
10-12-2007, 18:38
Sapete di quale edizione è la versione di questo film che si può trovare alla MW a prezzo 7.90€ ?
L'ultima volta era esaurito e non me l'hanno saputo dire... se qualcuno sa parli! :D

scerbanenco1986
10-12-2007, 18:39
SurfVideo

johnnyb
10-12-2007, 19:21
Segnalo il passaggio televisivo su raisatcinema, canale di sky, martedi' 18 dicembre 2007 alle 4.00 di notte (salvo eventuali variazioni di programma) ;)

master assai bruttino e nel formato errato, se contenga scene in più rispetto al dvd Surf però non lo so...quanto dura l'edizione digitale nostrana ?

MAURO CIAVAZZARO
11-12-2007, 16:52
Mancano quei famosi 5 minuti,assenti da tutte le edizioni dvd,ma presenti come extra nel dvd tedesco,rispetto a questo dvd contiene una scena di 10 secondi piu' lunga ovvero l'inquadratura completa del palazzo dove milian e l'amante entrano a inizio film,15 secondi se non erro.

MAURO CIAVAZZARO
11-12-2007, 23:27
Io non mi fido dei negozi,li prendo sempre on-line.

uomomorto
22-12-2007, 23:54
Ho visto il film e devo dire che sono rimasto parzialmente deluso. Film di genere indefinito, non capisco cosa aspettarmi da un film del genere.

Ad ogni modo vorrei sapere secondo voi il regista cosa voleva far intendere allo spettatore con il finale: ok, alla fine il fratello del conte non è mai esistito e muore lui stesso, ma perchè? Per incastrare Milian? Nel senso che la polizia avrebbe capito che milian ha ucciso il conte perchè sapeva troppo? Ma la polizia non poteva sapere che il conte aveva commesso l'omicidio. E poi perchè mai questo conte avrebbe voluto incastrare milian? per quale motivo? Insomma, questo finale mi ha confuso :)

liberAnomalia
23-12-2007, 00:12
Ho visto il film e devo dire che sono rimasto parzialmente deluso. Film di genere indefinito, non capisco cosa aspettarmi da un film del genere.

Ad ogni modo vorrei sapere secondo voi il regista cosa voleva far intendere allo spettatore con il finale: ok, alla fine il fratello del conte non è mai esistito e muore lui stesso, ma perchè? Per incastrare Milian? Nel senso che la polizia avrebbe capito che milian ha ucciso il conte perchè sapeva troppo? Ma la polizia non poteva sapere che il conte aveva commesso l'omicidio. E poi perchè mai questo conte avrebbe voluto incastrare milian? per quale motivo? Insomma, questo finale mi ha confuso :)

niente di tutto ciò, credo.
semplicemente il conte detesta l'opera buffa ma adora il melodramma, e mette in scena il suo melodrammatico suicidio servendosi di un ignaro "complice" occasionale. è un esteta libertino decadente che pare uscito da pagine e pagine di letteratura... in un certo senso ha concepito il suo suicidio come un'opera d'arte, pascendosi del sofisticato meccanismo da lui elaborato per rendere, appunto, più "artistica" la sua morte.
naturalmente sono osservazioni personali;)
il film è tra i miei film preferiti di sempre:rolleyes:

uomomorto
23-12-2007, 10:14
Un'interpretazione molto artistica la tua, ma siamo sicuri che il regista invece non avesse voluto far intendere qualcos'altro? Voglio dire: la prima domanda che mi sono psoto al termine del film è stata: e adesso milian che fine fa? La polizia lo beccherà? In qualche modo, per contorte strategie innescate dal conte, la polizia scoprirà tutto? D'altronde il biglietto dell'autostrada non verrà più ritrovato, i gioelli sono rimasti anscosti nell'asta delle tende, la polizia ritroverò il conte morto pensando che milian l'abbia ucciso per metterloa tacere... insomma sembra che tutto ricada contro milian. Io ho fatto tutti questi ragionamenti... siccome vengo da una scuola a suon di "gialli" ma forse, come dici tu, questo film è da prendere sotto un altro aspetto più artistico. Solo il regista potrebbe dirlo... :)

liberAnomalia
23-12-2007, 14:12
Un'interpretazione molto artistica la tua, ma siamo sicuri che il regista invece non avesse voluto far intendere qualcos'altro? Voglio dire: la prima domanda che mi sono psoto al termine del film è stata: e adesso milian che fine fa? La polizia lo beccherà? In qualche modo, per contorte strategie innescate dal conte, la polizia scoprirà tutto? D'altronde il biglietto dell'autostrada non verrà più ritrovato, i gioelli sono rimasti anscosti nell'asta delle tende, la polizia ritroverò il conte morto pensando che milian l'abbia ucciso per metterloa tacere... insomma sembra che tutto ricada contro milian. Io ho fatto tutti questi ragionamenti... siccome vengo da una scuola a suon di "gialli" ma forse, come dici tu, questo film è da prendere sotto un altro aspetto più artistico. Solo il regista potrebbe dirlo... :)

la mia potrebbe anche essere una spiegazione "artistica", come dici.
tuttavia il regista non ci ha proposto un giallo canonico... voglio dire: non è che siamo dalle parti di misteriosi delitti di cui dobbiamo scoprire colpevoli e moventi.
la prima domanda che ti sei posto al termine del film è stata: e adesso Milian che fine farà?
Milian farà una brutta fine. la sua donna ha già chiamato la polizia. se anche riuscisse a spiegare (e dimostrare) la sua estraneità all'omicidio della moglie, verrebbe cmq arrestato per l'omicidio del conte.
si è imbattuto in un personaggio autodistruttivo e distruttivo, ne piange le conseguenze.

Herr Bitch
03-03-2008, 11:52
Che filmone...impossibile non innamorarsi di Matteo Tiepolo. :oops:
Il dvd tedesco ha i titoli di testa e coda in italiano?

MAURO CIAVAZZARO
03-03-2008, 15:08
I titoli sono in italiano,negli extra vi sono pure i titoli inglesi (SLAM OUT,cosi' la copia inglese usata)

Giorgio Brass
03-03-2008, 16:20
Chi è stato intervistato per il documentario presente nel dvd tedesco?

Herr Bitch
03-03-2008, 16:30
E nel dvd tedesco il trailer incluso e' quello italiano http://www.youtube.com/watch?v=f91NvgoLCTE ?
Nel dvd italiano non l'hanno messo mi par di capire...

MAURO CIAVAZZARO
03-03-2008, 21:46
Veramente e' il contrario:il dvd surf (italiano) presenta il trailer italiano,quello tedesco non presenta neanche il trailer.

Herr Bitch
03-03-2008, 21:51
Veramente e' il contrario:il dvd surf (italiano) presenta il trailer italiano,quello tedesco non presenta neanche il trailer.

Ah ok su videoarcheologia avevo letto in contrario.

Killer Klown
07-03-2008, 13:51
Per me il finale è chiarissimo e molto poetico e drammatico. E'

un suicidio eccentrico escogitato da una persona eccentrica e che vede tutto sotto forma di arte. Il look, i modi, soprattutto i suoi dialoghi non possono essere catalogati in un modo normale di essere.

MAURO CIAVAZZARO
07-03-2008, 14:52
Per giorgio:
il documentario nel dvd tedesco dura un minuto,e non sono altro che informazioni (in tedesco) sulla realizzazzione del film,che scorrono stile titolo finali di un film.

Giorgio Brass
07-03-2008, 15:03
Per giorgio:
il documentario nel dvd tedesco dura un minuto,e non sono altro che informazioni (in tedesco) sulla realizzazzione del film,che scorrono stile titolo finali di un film.

Accidenti che pacco!
È un peccato perché, cercando un po', potevano saltare fuori delle persone interessanti da intervistare senza necessariamente andare in America da Milian (Clementi purtroppo è morto una decina d'anni fa).

Tuchulcha
07-03-2008, 15:38
Per me il finale è chiarissimo e molto poetico e drammatico. E'

un suicidio eccentrico escogitato da una persona eccentrica e che vede tutto sotto forma di arte. Il look, i modi, soprattutto i suoi dialoghi non possono essere catalogati in un modo normale di essere.

Volendo, ci potrebbe stare anche un soluzione alla Poe: il protagonista vuole assassinare il proprio doppio, la propria coscienza (William Wilson). Ci riesce, ma così facendo uccide sè stesso.

Herr Bitch
07-03-2008, 15:49
Io un finale del genere pero' sono sicuro di averlo letto anche in un fumetto...forse Diabolik o un Dylan Dog...a qualcuno risulta?

liberAnomalia
07-03-2008, 15:55
Volendo, ci potrebbe stare anche un soluzione alla Poe: il protagonista vuole assassinare il proprio doppio, la propria coscienza (William Wilson). Ci riesce, ma così facendo uccide sè stesso.

ci potrebbe stare eccome, secondo me.
il tema del doppio è sicuramente presente e la citazione poeiana mi pare azzeccata. in fondo il personaggio riassume (quasi) tutte le caratteristiche analizzate da Otto Rank nel suo bellissimo saggio sul "doppio" e sui romanzi che hanno trattato questo tema affascinante... compreso William Wilson.

credo che quest'ottima annotazione di Tuchulcha si sposi cmq benissimo con la tesi dell'esteta libertino e decadente che vuole fare della sua morte un'opera d'arte.

Tuchulcha
07-03-2008, 15:58
Io un finale del genere pero' sono sicuro di averlo letto anche in un fumetto...forse Diabolik o un Dylan Dog...a qualcuno risulta?

Forse alludi a un albo di Dylan Dog intiutolato Ti ho visto morire. Il protagonista era un veggente che prediceva la morte a Dylan, e nel finale siccome gli somigliava fisicamente faceva avverare la profezia vestendosi come lui e suicidandosi. Se invece alludi all'idea che qualcuno paghi un killer per farsi uccidere, è stata sfruttata in diversi racconti gialli.


ci potrebbe stare eccome, secondo me.
il tema del doppio è sicuramente presente e la citazione poeiana mi pare azzeccata. in fondo il personaggio riassume (quasi) tutte le caratteristiche analizzate da Otto Rank nel suo bellissimo saggio sul "doppio" e sui romanzi che hanno trattato questo tema affascinante... compreso William Wilson.

credo che quest'ottima annotazione di Tuchulcha si sposi cmq benissimo con la tesi dell'esteta libertino e decadente che vuole fare della sua morte un'opera d'arte.

Infatti, le due cose non si escludono a vicenda. Anzi direi che si integrano con una certa grazia.

uomomorto
06-11-2008, 23:48
Altra uscita in dvd per questo film:
http://www.shameless-films.com/2008/10/25/the-designated-victim/


The film will be presented remastered in 2.35:1 with optional English and Italian audio tracks

johnnyb
02-05-2009, 14:06
Altra uscita in dvd per questo film:
http://www.shameless-films.com/2008/10/25/the-designated-victim/

qualcuno ha notizie di quale versione sia contenuta ??

Venticello
04-05-2009, 17:58
qualcuno ha notizie di quale versione sia contenuta ??

http://www.dvdcompare.net/comparisons/film.php?fid=14177#1

Quì c'è qualche notizia

kaciaro
16-07-2009, 00:37
Il brano cui fai riferimento è "Adagio (shadows)" di Luis Bacalov, eseguita dai New Trolls. E' il brano portante dell'intera colonna sonora de "La vittima designata" e lo trovi nello storico album "Concerto grosso".
Lo si ascolta anche in "Milano calibro 9", in una scena d'amore tra Moschin e la Bouchet.
Non è mica la prima volta che brani di una colonna sonora di un film compaiono anche in altre pellicole. ;)

Sempre pensando a Bacalov e a "Milano calibro 9", ricordo ad esempio che nella colonna sonora originale del film eseguita dagli Osanna è inclusa "There will be time (canzona)" ma nel film di questo brano non vi è tracccia.
Lo si può ascoltare però in una scena d'amore tra Delia Boccardo e Luc Merenda nel successivo "Il poliziotto è marcio" (la cui colonna sonora è sempre di Bacalov)...

tra l'altro se non ricordo male, tutti i mebri del gruppo New trolls si vedono nel film, sono quei frikkettoni che hanno una bancarella ;)

NoName
23-02-2011, 18:35
Stasera su Rai Movie alle 03.50.
Stay tuned!

Venticello
09-05-2013, 11:16
Un film che non avevo mai visto se non rapidamente per via delle locations milanesi (http://www.squadravolanteligera.com/vittima_designata.html), ringrazio Steed e la sua iniziativa del cineforum virtuale, per avermelo fatto recuperare. Come ampiamente discusso nei post precedenti, una specie di remake nostrano del "Delitto per Delitto" di Hitchcock, ma in versione decisamente melodrammatica, così come piace al co-protagonista, il Conte Tiepolo. La storia regge, e la lettura data da Liberanomalia e Tuchulca mi trova pienamente daccordo, oltre che entusiasta. Se si vuole muovere una piccola critica è che l'incedere lento del film (cosa per nulla negativa di per se) porta inevitabilmente ad intuirne il finale un po' troppo presto, meglio forse avrebbero fatto gli sceneggiatori (l'ottimo Lado, Augusto Caminito e lo stesso Lucidi) a inserire qualche piccolo depistaggio e magari un colpetto di scena qua e la. Intendiamoci, piccolezze, perchè la storia gira bene anche così e nel suo lento incedere alimenta comunque il suo fascino, e l'approfondimento psicologico dei personaggi forse compensa la mancanza di qualche emozione in più. Gli attori mi sono apparso tutti ottimi. Un Milian molto misurato rispetto a quello che siamo abituati a vedere nei polizieschi (e qui con la sua voce originale), rende perfettamente il travaglio interno di un marito tendente al "compromesso", ma sfinito da una situazione matrimoniale insostenibile. La moglie (Marisa Bartoli) è un personaggio interessante, depressa sì, ma molto lucida e sempre pronta a capire e anticipare le mosse del marito. L'amante (Katia Christine) algida bellezza, non dimostra particolare verve sino forse alla denuncia finale. Nota a parte per il Conte Tiepolo (Pierre Clemanti), personaggio etereo e sulfureo nello stesso momento (doppiezza su cui il personaggio gioca sino all'ultima scena), reso alla perfezione dall'attore, grazie anche a tratti somatici perfetti per la parte. Ambientazioni milanesi ricercate e adatte all'atmosfera (il freddo Pirellone, il classicissimo Grand Hotel et de Milan e il romantico Cimitero Monumentale), perfette quelle Veneziane, città adattissima allo svolgimento e soprattutto all'epilogo della storia. Musiche di Bacalov e dei New Trolls di alto livello (il famoso Concerto Grosso) e chicca della canzone iniziale e finale eseguita in inglese da Tomas Milian.
Per concludere un ottimo film, non privo di qualche piccolo difetto, ma che non ha perso smalto nonostante il passare del tempo. E ora sotto gli altri cineforumisti :)

Renato
16-05-2013, 11:52
Rivisto stanotte per la seconda volta... per me resta un film meraviglioso.

Vedere due attori cazzutissimi come Milian (fuori dalla maschera parolacciara Monnezza/Giraldi e con la sua voce) e Clementi è già qualcosa di grande di per sé; solo la Christine mi è parse davvero inadeguata e monoespressiva. La storia ha un meccanismo noto e non così sorprendente ok, ma a chi importa? A me no... la confezione poi è spettacolare, la fotografia di Aldo Tonti (di cui ho appena letto il libro Odore di cinema, che vi consiglio) rende magiche sia Milano che Venezia: insomma splendido.

Ho notato nel trailer presente sul dvd surf delle scene differenti e/o più lunghe di quelle del film... oltre ad un doppiaggio alternativo (Oreste Lionello su Clementi!).

Herr Bitch
16-05-2013, 12:10
Dovrei rivederlo, ma non e' che Clementi architetta tutto il marchingegno per incolpare Milian anche perche' quest'ultimo, rifiutando il patto tra loro, rifiuta la sua "amicizia"?

Renato
16-05-2013, 15:25
Beh, è cosa soggetta ad interpretazione, non è il classico giallaccio italiano con lo spiegone finale con tanto di flashback chiarificatore (per fortuna)... io fondamentalmente la penso come liberanomalia, vedi il suo messaggio qui (http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?7664-La-vittima-designata&p=155221&viewfull=1#post155221)

Venticello
16-05-2013, 15:31
Ho notato nel trailer presente sul dvd surf delle scene differenti e/o più lunghe di quelle del film... oltre ad un doppiaggio alternativo (Oreste Lionello su Clementi!)

Hai ragione, l'avevo visto anche io ma non avevo notato la finezza del doppiaggio, bravo Rena' !

Herr Bitch
16-05-2013, 16:59
Beh, è cosa soggetta ad interpretazione, non è il classico giallaccio italiano con lo spiegone finale con tanto di flashback chiarificatore (per fortuna)... io fondamentalmente la penso come liberanomalia, vedi il suo messaggio qui (http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?7664-La-vittima-designata&p=155221&viewfull=1#post155221)

Io in realta' non sono d'accordo, il fatto e' che tutto il marchingegno del film e' conseguenza del rifiuto di Milian alla proposta del conte. Il suo piano originario era lui uccide la moglie di Milian, Milian uccide lui, fine.
Quindi non e' che il conte ha pianificato il tutto come un'opera d'arte, lui aveva solo proposto e quindi pianificato lo "scambio di favori"; tutto il gioco di incastri e la macchinazione avvengono a posteriori, quasi una sorta di vendetta al primo rifiuto di Milian.
Il conte infatti e' fondamentalmente annoiato e solo, senza alcun legame affettivo; vede Milian e se ne innamora quasi, nella sua mente instabile lo innalza subito a suo miglior amico quasi senza conoscerlo. Mi piace quindi pensare che il tutto sia anche una sorta di vendetta. Lo scambio di favori proposto dal conte voleva essere anche una sorta di consacrazione della loro amicizia; il rifiuto da parte di Milian di suggellare questo patto provoca la vendetta.

Venticello
16-05-2013, 17:59
SI ma il problema è: che cosa si scambiavano se il Conte poi il Fratello non ce l'aveva ??? Mi sembra che su questo punto la tua storia non regga, dubito che la decisione di immolarsi al posto del fratello (sempre presunto per altro) possa essere maturata solo in seguito.

Herr Bitch
16-05-2013, 21:15
SI ma il problema è: che cosa si scambiavano se il Conte poi il Fratello non ce l'aveva ??? Mi sembra che su questo punto la tua storia non regga, dubito che la decisione di immolarsi al posto del fratello (sempre presunto per altro) possa essere maturata solo in seguito.

No, intendevo che lui ha sempre avuto l'intenzione di farsi uccidere da Milian, dopo avergli ucciso la moglie. Il suo piano pero' si fermava qui; al rifiuto di Milian, e' partito l'incastro per i motivi che dicevo sopra.

john trent
17-05-2013, 11:58
Io ritengo che il conte Tiepolo volesse morire. Forse non ha il coraggio di suicidarsi e allora architetta un piano che porti qualcuno ad ucciderlo. Propone la cosa a Stefano, conosciuto per caso e quindi perfetto, ma sa che una proposta del genere sarebbe rifiutata da qualsiasi persona sana di mente e quindi la "maschera" sotto la veste dello scambio di favori. Ma anche qui, dai, chi acconsentirebbe ad uccidere una persona sconosciuta solo per ricambiare un "favore" (l'omicidio della propria moglie rompicoglioni)? E' ovvio che Tiepolo debba per forza incastrare Stefano in qualche modo: allora prima gli uccide la moglie e poi gli inficia l'alibi con l'aiuto della prezzolata e finta autostoppista tedesca... Stefano non ha scelta ma era già tutto previsto...

mister.steed
24-05-2013, 16:06
Visto qualche sera fa con l'ausilio del discreto dvd Surf, ovviamente al netto dei "tagli", che però, stando alle edizioni dvd che circolano, sembrerebbero impossibili da recuperare se non da fonte vhs... o sbaglio? :confused:
Forse ci vorrebbe una bella edizione by Camera Obscura sullo stile delle "4 mosche" argentiane, magari condita da qualche intervista a qualcuno che ha partecipato alla realizzazione del film, in veste tecnica o artistica... sempre se, Milian a parte, fosse ancora rimasto qualcuno reperibile come sosteneva Giorgio Brass in un post risalente al 2008.
Ad ogni modo l'edizione più completa sembrerebbe la Shameless UK: nessun forumista l'ha presa e visionata?

Passando al mio giudizio sul film... riguardo il "significato" mi trovo fondamentalmente d'accordo con la spiegazione data da liberAnomalia qui (http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?7664-La-vittima-designata&p=155221&viewfull=1#post155221), da Killer Klown (http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?7664-La-vittima-designata&p=167070&viewfull=1#post167070) da John Trent nel post precedente il mio... e credo che fosse ferma intenzione di Lucidi (e dei suoi sceneggiatori) lasciare il finale un po' "sospeso", anche perché, come osservava giustamente stampante "troppi sono gli indizi lasciati allo spettatore", ossia
l'evidente psicosi del giovane conte; il presunto fratello non si vede mai; i graffi sul petto non sono certo un modo pratico di aggredire una persona ma un modo comodo per infierire su se stessi


ringrazio Steed e la sua iniziativa del cineforum virtuale, per avermelo fatto recuperare.
Per concludere un ottimo film, non privo di qualche piccolo difetto, ma che non ha perso smalto nonostante il passare del tempo.
Prego... e già che ci sono colgo l'occasione per quotare la tua chiosa che rispecchia sostanzialmente il mio giudizio su questo bel film, a cui manca pochissimo per essere annoverato tra i "cult" del periodo.

Mi sembra di aver detto tutto... anzi no: ma solo a me il pezzo dei New Trolls, pur conoscendolo benissimo e apprezzando da sempre il Concerto Grosso bacaloviano/trollsiano, ha frantumato i maroni per la sua eccessiva riproposizione all'interno della pellicola? :D

liberAnomalia
24-05-2013, 16:35
Ad ogni modo l'edizione più completa sembrerebbe la Shameless UK: nessun forumista l'ha presa e visionata?

io l'ho presa.
intanto nel film non vengono reintegrati tutti i momenti, alcuni restano solo tra gli extra.
poi: a me francamente il salto continuo tra il master ufficiale del film (sostanzialmente simile a quello Surf) e le parti aggiunte (palesi insert da vhs, con formato differente) mi ha infastidito...
sarà anche la versione più completa, ma io preferisco vedere il film senza i momenti aggiunti piuttosto che dovermi sorbire sti passaggi.
e cmq, a parte qualche momento di dialogo davvero importante la maggior parte dei tagli riguarda raccordi.
insomma dal momento che per adesso una versione in stile CameraObscura non è prevista... io mi accontenterei tranquillamente del dvd Surf... che cmq resta un prodotto dignitoso.
non che mi sia pentito di aver recuperato anche il disco uk eh.. però alla fine lascia il tempo che trova, per me..

Giorgio Brass
24-05-2013, 16:36
Confermo che noi (Camera Obscura) non abbiamo in programma un'edizione in dvd di questo film.

mister.steed
24-05-2013, 16:41
io l'ho presa.
intanto nel film non vengono reintegrati tutti i momenti, alcuni restano solo tra gli extra.
poi: a me francamente il salto continuo tra il master ufficiale del film (sostanzialmente simile a quello Surf) e le parti aggiunte (palesi insert da vhs, con formato differente) mi ha infastidito...
sarà anche la versione più completa, ma io preferisco vedere il film senza i momenti aggiunti piuttosto che dovermi sorbire sti passaggi.
e cmq, a parte qualche momento di dialogo davvero importante la maggior parte dei tagli riguarda raccordi.
insomma dal momento che per adesso una versione in stile CameraObscura non è prevista... io mi accontenterei tranquillamente del dvd Surf... che cmq resta un prodotto dignitoso.
non che mi sia pentito di aver recuperato anche il disco uk eh.. però alla fine lascia il tempo che trova, per me..

Ah ecco... io invece avevo capito che nello Shameless Uk le scene "tagliate" fossero presenti negli extra come nel dvd tedesco e così ci avevo fatto un pensierino, ma se mi dici che sono insertate all'interno del master allora mi trovo completamente d'accordo con te sull'insopportabilità di operazioni di "raccordo impossibile" tra master di qualità troppo differente. Magari potrebbe avere un senso se fatto su una versione bluray del film, concedendo allo spettatore la scelta se vedere il master "insertato" o "liscio", ma su dvd la cosa migliore da fare è mettere le scene in più a parte nella sezione extra. Grazie perché mi hai evitato una inutile (anche se poco probabile) eventuale futuro acquisto :D


Confermo che noi (Camera Obscura) non abbiamo in programma un'edizione in dvd di questo film.
Nemmeno Bluray? :-p
Scherzi a parte, lo immaginavo... infatti il mio era più che altro una sorta di desiderio o, meglio, un'utopia :D
Prima ho citato la CO solo in quanto label da riferimento per la cura messa in tutte le sue edizioni. Ma tu Giorgio per evitare fraintendimenti hai fatto bene a precisare.

Resto comunque dell'idea che un'edizione con tutti i crismi di un film così sarebbe necessaria da parte di qualsiasi label. Però credo che il film di Lucidi sia ancora un po' troppo sottovalutato, sia dal pubblico che da critici e addetti ai lavori

Renato
24-05-2013, 17:07
Ecco, figurarsi se non liquidavi il film in due righe per poi dedicare tutto lo spazio a tagli, edizioni dvd e bluray varie... tsè!

Io speravo che tralasciassi queste diavolerie moderne e ti concentrassi sullo specifico filmico :D

Venticello
24-05-2013, 17:26
Ecco, figurarsi se non liquidavi il film in due righe...

E nemmanco scritte da lui :-p

liberAnomalia
24-05-2013, 18:32
se mi dici che sono insertate all'interno del master allora mi trovo completamente d'accordo con te sull'insopportabilità di operazioni di "raccordo impossibile" tra master di qualità troppo differente

non solo. se ricordo bene (ma dovrei ricontrollare il disco) gli inserti sono letterbox e il master è anamorfico... o qualcosa del genere... forse pillarbox e non letterbox.. insomma non ricordo con precisione... ricordo però che li ho trovati abbastanza fastidiosi.

invece appena ho il tempo verifico se il disco ha o meno la possibilità di vedere il film senza inserti.
ma anche quando fosse così.. tanto vale vedersi cmq il Surf.
;)

Cosmodrome
25-05-2013, 11:43
Visto per la prima volta grazie al cineforum virtuale, è stato davvero una bella sorpresa.
Una cosa che mi ha colpito da subito è che rispetto ad altre pellicole del periodo, film magari molto suggestivi ma con una struttura narrativa un po' debole e sconnessa (mi vengono in mente proprio La Corta Notte delle Bambole Di Vetro e il Paperino di Fulci) qui la sceneggiatura funziona decisamente meglio. Questo è in parte dovuto alla derivazione hitchcockiana della trama, con l'uso potente del senso di colpa e del sospetto, la caratterizzazione attraverso certi leitmotiv - per esempio il tormentone della moglie che intima "Parla piano per favore!" - e i vari elementi che se celati o ritrovati possono condannare o scagionare il protagonista. Sono tutte cose che danno compattezza al film, rendono chiaro lo snodarsi della trama e creano suspense e un escalation.
Mi pare ci sia anche qualche citazione diretta allo stile del Maestro, per esempio il doppio attacco sull'asse nella scena in cui Milian sta seduto pensieroso nella villa dopo aver inutilmente cercato la cruccosquinzia Christine e che viene dritto dritto da The Birds.

Ciò detto, la struttura è un robusto telaio che fa viaggiare comodi ma è poi la messa in scena ad affascinare veramente e a creare la poesia: i personaggi e le rispettive interpretazioni di Milian e Clementi, la fotografia, il montaggio e la musica di Bacalov, quel Concerto Grosso che quando ero ragazzino stava lì nello scaffale in mezzo a giganti in vinile del calibro di The Dark Side of The Moon e il genesiano Foxtrot.
Il protagonista mi è sembrato quasi rappresentare la banalità del male, un uomo di mezze misure e compromessi, non particolarmente crudele o cinico, che però arriva senza neanche accorgersene a desiderare la morte della moglie, senza avere il coraggio di commettere o anche solo di immaginare alcunché. Tomas Milian è perfetto con il suo accento che lo rende un po' spaesato.
Per contro il suo antagonista è un esteta forse anche un po' manierato, ma a cui Clementi riesce a dare spessore, facendo intuire una voragine di solitudine e fragilità. Il merito va diviso con Giannini che gli presta magistralmente la voce.

Fotografia perfetta, sia nei suggestivi esterni che in interno, con lenti movimenti di macchina che danno al film una caratura superiore rispetto ad altre pellicole del periodo. C'è un'inquadratura che mi ha particolarmente colpito per composizione, luci e colori, e che si vede subito dopo l'incontro col Conte dal fioraio.E' un campo lungo dell'appartamento di Milian, con la moglie che prepara la valigia. L'inquadratura è dall'alto, i divani sono vuoti a parte il cane, tutto è in ordne, geometrico e senza vita, a suggerire la gabbia in cui il protagonista si sente costretto, e anche questo rimanda un po' a Hitchcock.

Sul significato del patto tra Stefano e Tiepolo la vedo anche io come liberAnomalia. Tutto quello che il Conte vuole è sublimare la sua infinita solitudine in una morte il più possibile estetica e memorabile. Stefano è invece uno che non sa prendere una decisione diretta ma che dentro di sé ha già ucciso la moglie (come gli ricorda Tiepolo "Se tu avessi amato tua moglie, sarebbe viva. Io ho ucciso qualcosa che era già morto in te"). e tanto basta perché sia risucchiato e distrutto dalla psicosi nichilista del Conte.
Anche se a un certo punto si può intuire che il fratello di Tiepolo non esiste a mio parere la vera rivelazione shock del finale è che quando Stefano spara e uccide il Conte, in realtà uccide davvero suo fratello, cioè uccide sé stesso (il Conte glielo dice chiaro e tondo davanti allo specchio "TU sei il mio vero fratello!", anche se ovviamente non in senso letterale) dato che a quel punto è diventato davvero un omicida e tutti gli elementi che lo potevano scagionare - il tagliando dell'autostrada o la tipa con cui ha passato la notte dell'omicidio - ormai svaniscono nel nulla. Personalmente credo sia questa sensazione di vuoto finale a sconcertare e a lasciare il segno..
In questo senso è interessante che man mano ci si avvicina al finale, gli elementi concreti della trama sembrano perdere importanza e svanire, per esempio i gioielli rubati e nascosti dal Conte in casa di Stefano, probabilmente nell'asta della tenda, e la cui ricerca viene interrotta dall'arrivo della Polizia. In effetti i gioielli non li vediamo e non sapremo mai se fossero effettivamente lì dentro, dove magari rimarranno per sempre. Lo stesso arrivo della Polizia non viene giustificato, magari il Commissario è lì per dirgli che hanno arrestato un balordo ritenendolo responsabile della morte della moglie. Non lo sappiamo, ed è come se a un certo punto tutto perdesse importanza in vista del finale.

Riguardo la musica di Bacalov, è vero che viene riproposta sei miliardi di volte secondo le abitudini del tempo, ma è un ingrediente fondamentale per quella pesante sensazione di solitudine e malinconia che pervade tutto il film. Una delle cose che più mi mancano nel cinema contemporaneo è proprio quella capacità di creare delle rime musicali che non scivolino via come acqua fresca, ma che siano capaci di tenere assieme un film intero e di farsi poi ricordare per sempre.

stubby
01-06-2013, 12:39
Visto anch'io codesta mattina, molto bello un thriller efficace e malinconico, con delle incredibili atmosfere barocche grazie alle suggestive ambientazioni veneziane.Il film lo ammetto non l'avevo mai visto ne sentito nominare, è stato, grazie a Steed che lo ha proposto, una scoperta strepitosa.Rileggendo i post precedenti più o meno avete già detto tutto e mi trovo pienamente concorde con i giudizi di Trent (nel suo blog anche) di Libero e tutti gli altri.Poco per cui avrei da aggiungere ai vostri ottimi commenti.
Bella l'interpretazione tormentata di Milian con la sua voce originale che risalta ancor meglio la sua parte, ottima la figura del conte, una figura quasi spettrale per la sua carnagione anemica e le sue movenze eleganti e leggere, quando sceglie Milian per compiere i suoi scopi (dopo vari incontri occasionali a Venezia) sembra che successivamente se ne innamori, e secondo me il conte o è innamorato di Milian oppure in un certo senso lo invidia.
Anche qui come in "Non si sevizia un paperino" il nostro Tomas non si fa mancare i suoi immarcescibili calzini rossi fuoco. :D
Belle le musiche , io non le ho trovate noiose o ripetitive anzi tutt'altro.

dr. freudstein
01-06-2013, 13:59
Visto, per la seconda volta, qualche giorno fa e anch'io mi unisco alla linea di pensiero di Trent e gli altri sull'interpretazione delle azioni del conte. Curioso come ad inizio film, durante la scena della proiezione della pubblicità dei Baci Perugina, un personaggio pronunci delle parole che suonano come una dichirazione d'intenti del regista e in un certo senso indicano la linea guida del film:

"Ormai si è fatto tutto, il poliziesco, il comico, il musicale. Le idee ormai non servono più è lo stile che conta"

Il punto di forza di La Vittima Designata è, appunto, lo stile con cui viene narrata una vicenda (l'idea) già rappresentata in altri film precedenti e che regala all'opera un fascino che ad oltre 40 anni dalla realizzazione rimane altamente efficace. Per il resto è già stato ampiamente detto tutto nei post precedenti quindi "passo e chiudo" :D

Renato
05-06-2013, 12:21
Se non sbaglio l'attore che interpreta il vicecommissario, che si vede in 3-4 scene, dovrebbe essere Maurizio Lucidi:

http://i40.tinypic.com/1e53eo.jpg

Qualcuno tipo Brass può confermare?

Giorgio Brass
06-06-2013, 11:35
In effetti sembra proprio lui.
Ho anche chiesto conferma ad un amico più fisionomista di me e anche lui dice che se non è Lucidi è qualcuno che gli assomiglia tantissimo.

Renato
09-06-2017, 15:08
Dunque dunque. Pur partendo dall'ovvio presupposto che le durate dei film non significano niente (cit.), il dvd italiano della Surf dura 1h 34m 03s. Quello della Shameless 1h 35m 11s.

Un minutello in più. Il problema è che negli extra del dvd inglese sono presenti ulteriori scene, prese dalla vhs cvr, che però in almeno un paio di casi sono presenti regolarmente nel dvd Surf. Insomma un casino, io non ci capisco un'acca.

MAURO CIAVAZZARO
09-06-2017, 17:01
Qui un confronto tra la varie versioni, fatto qualche tempo fà:

http://www.davinotti.com/index.php?forum=20000977

Dottor Betti
04-09-2017, 23:06
Su questo film mi sento di andare in controtendenza rispetto alla maggior parte di voi, ovvero l'ho trovato proprio soporifero e di scarso interesse nonostante una bella interpretazione di Milian e Clementi. Il mio giudizio potrebbe anche essere frutto di una visione scadente a livello di master. Forse con una seconda visione coglierò aspetti positivi che mi faranno cambiare idea ma ci credo poco.

Nembokid
05-09-2017, 11:11
Personalmente l'ho trovato un capolavoro, la prima volta che l'ho visto, subito dopo il finale mi sono alzato in piedi e ho applaudito.
E' uno di quei film che sono stati realizzati esclusivamente per lo sconvolgente finale, tutto è incentrato a costruire e indirizzare lo spettatore verso il finale. Ed è, probabilmente, appositamente soporifero.