PDA

View Full Version : Black horror - Le messe nere



stampante
07-04-2007, 19:41
Ho rivisto stanotte questo film nella deludende edizione Pulp Video, che oltre ad avere la traccia italiana semidistrutta, non è nel corretto formato cinematografico (1:85:1).
Prima dell'inizio del film, una scritta annuncia che i problemi della traccia italiana sono da attribuirsi al fatto che essa è andata distrutta ed alla sua irreperibilità.
Ma sarà vero? :confused:
Il film mai stato trasmesso in TV? E' mai stato edito in VHS?

Tuchulcha
07-04-2007, 22:14
Se intendi VHS italiane, credo di no. Comunque il film l'ho trovato davvero modesto, e sì che il cast era di tutto rispetto... forse la colonna sonora è una delle poche cose che salverei, a tratti davvero suggestiva.

stampante
08-04-2007, 11:28
... Comunque il film l'ho trovato davvero modesto, e sì che il cast era di tutto rispetto...
Io l'ho trovato gradevole: la narrazione arriva subito "al sodo" con un mistero da chiarire e successivamente non annoia; il film, a mio giudizio, è assai ben ambientato; belle anche le scenografie nelle scene oniriche.
Certo, non è un capolavoro.
In ogni caso sarebbe ben più gradevole visto nel corretto formato e con colonna sonora italiana integrale. Qui non sembra che abbiano cercato il negativo originale; mi sembra piuttosto abbiano utilizzato un master televisivo (così si spiegherebbe il riversamento in formato 4:3, davvero anacronistico vista l'ormai grande e crescente diffusione delle TV 16/9).:mad:

... forse la colonna sonora è una delle poche cose che salverei, a tratti davvero suggestiva.

Il tema principale è bello.

liberAnomalia
08-04-2007, 17:07
anch'io l'ho sempre trovato un filmetto gradevole.
mi ha sempre divertito.
colori pop acidi... il mezzuccio narrativo della droga allucinogena.. dai... classico film da patatine e birra.. magari un midnight show in lieta compagnia.. un occhio al film e un occhio a.....:oops:

a parte che la Divina seduta regalmente nel Suo trono è un'immagine da coccolare ghghghgh:D

Tuchulcha
08-04-2007, 20:04
anch'io l'ho sempre trovato un filmetto gradevole.
mi ha sempre divertito.
colori pop acidi... il mezzuccio narrativo della droga allucinogena.. dai... classico film da patatine e birra.. magari un midnight show in lieta compagnia.. un occhio al film e un occhio a.....:oops:

a parte che la Divina seduta regalmente nel Suo trono è un'immagine da coccolare ghghghgh:D

Sì per carità, su questo versante può anche piacere. Ma come horror lo trovo assai modesto, sembra una rivisitazione sporcacciona dei romanzi dell'occulto di Dennis Wheatley. Sicuramente la cosa era voluta, però con quegli attori rimpiango che non abbiano cercato di ricavarne un horror vero. Ovviamente de gustibus.

liberAnomalia
08-04-2007, 20:31
con quegli attori rimpiango che non abbiano cercato di ricavarne un horror vero.

sono perfettamente d'accordo con te.
il cast è davvero sprecato... grandi nomi mummificati dentro personaggi prevedibili, macchiette.
e il film, cmq, è poca cosa.

dico solo che però, lungi dal considerarlo un horror da antologia, mi diverte.
mi divertono soprattutto certe ingenuità.

i momenti del patto, della resa dell'anima uahuhauhauh:D
siparietti che adoro.;)

stampante
09-04-2007, 09:52
... Ma come horror lo trovo assai modesto, ...

Beh, se lo consideri solo sotto questo aspetto ti posso dar ragione: questo film proprio non fa paura.

D-Fens
22-10-2011, 17:00
Beh, se lo consideri solo sotto questo aspetto ti posso dar ragione: questo film proprio non fa paura.

Beh, difficile rapportarsi a questo film con la seria intenzione di rimanere spaventati. Almeno per quanto mi riguarda, avevo più che altro voglia di essere calato in "quel" tipo di atmosfere, in "quel" clima, da vecchio horror in stile Hammer, molto retrò, tipiamente inglese, con attori i cui nomi di per sé garantivano la giusta cornice della storia, Karloff, Lee, Steele.

Poi certo, l'effetto d'insieme è un po' posticcio, da tunnel dell'orrore, ma il patto implicito con lo spettatore credo sia anche quello. C'è pure un minimo tentativo di erotismo, soprattutto nella parte che riguarda la festa, quando Robert Manning arriva per la prima volta alla loggia, diverse inquadrature un po' ose (per l'epoca) e sottintesi pruriginosi, e pure nel rapporto tra Robert e Virginia Wetherell (Eve Morley nel film), a un certo punto si vede pure una tetta fugace.

Inspiegabile - ma non è una novità - il titolo italiano, che non solo non preserva il significato di quello originale, ma addirittura ricorre ad un falso titolo inglese. Incorreggibili.....