Pollanet Connection

La Banda del Brasiliano

Rate this Entry



Prendi un paese della provincia italiana come tanti altri; nè piccolo nè grande, non particolarmente vicino a una grande città e in cui è difficile dire dove finiscono gli effetti delle crisi contingenti economiche e non e dove cominciano invece tendenze oramai croniche in cui il benessere di un tempo si dirada per molte ragioni.
Per chi è giovane, o perlomeno si sente tale, l'alternativa a portata di mano è la fuga: all'estero o in una grande città, in cerca di lavoro, di nuove prospettive o anche solo di nuove compagnie. Per chi non ha abbastanza coraggio o possibilità, o non se la sente di abbandonare il posto dove è nato l'unica alternativa per ammazzare la noia di giornate sempre uguali a sè stesse spesso è il bar, le partite in televisione e i videopoker, corredati da qualche droguccia pesante che da qualche stagione è sbarcata in grande stile anche nelle zone più lontane e insospettabili.
Ma succede anche che, soprattutto in certe zone, nonostante le Case del Popolo siano diventate quasi tutte sale bingo o ricevitorie della SNAI, 50 anni di PCI abbiano martellato in testa agli abitanti una certa idea di socialità che rimane insopprimibile, dove è naturale ritenere che la soddisfazione personale non può che iniziare dal vivere bene con gli altri che ti circondano e nello spendere nel miglior modo possibile il tempo a disposizione.
Accade così che ci si guarda attorno alla ricerca di un luogo di aggregazione per aggregarsi in modo diverso dagli standard, anche una stalla può andare bene purchè sia ragionevolmente lontana dagli occhi e dal cuore di chi potrebbe comunque non gradire appieno; un luogo in cui sdoganate le vacche ciascuno impiega il suo tempo applicando la sua arte o mestiere per migliorarlo, rendendolo in breve tempo una sala attrezzata per il cinema, la musica e ovviamente la cucina.
Così nasce un Ostanzone: un pò circolo ricreativo e un pò centro sociale, un pò cineforum e un pò discoclub, un pò niente di tutto questo e un pò molto ma molto di più, un luogo dove la cultura è spicciola ma incredibilmente efficace, dove Bunuel e Umberto Lenzi vanno a braccetto, il funky groove la fa da padrone e le bistecche mettono d'accordo tutti.
Il segreto di fondo è sempre lo stesso: mai chiudersi in sè stessi e se sei incerto tieni aperto anzi spalancato a persone, idee e stimoli nuovi fino a che qualcosa accade e si entra in contatto con un altro gruppo, decisamente diverso ma con gusti e desideri similari.
Qualche cena, qualche festa, un Appuntamento a Mano Armata partecipato assieme ma soprattutto tanti film visti in assise; da cosa nasce cosa, un'idea tira l'altra fino a che non arriva quella entusiasmante: realizzare un lungometraggio contando esclusivamente sulle proprie forze, servendosi casomai dell'appoggio delle proprie amicizie e della comunità intorno.
Il paese è Vaiano, a metà strada tra Bologna e Firenze, e di Vaiano è la quasi totalità del cast a eccezione di Carlo Monni e pochi altri; il regista è il Collettivo Snellinberg di Prato, per le musiche si sono amichevolmente prestati i più malfamati del giro, dai Calibro 35 a Mecco, ai Gallara e tanti altri, in una colonna sonora disponibile a breve su cd per Escalation.
Così nasce La Banda del Brasiliano; da mesi in tutta la valle non si parla d'altro, e adesso i miei amici Luke Tahiti, Patrizio, Alberto, il Pini e tutti gli altri si stanno cacando sotto perchè il momento della verità è arrivato: la prima assoluta del film ci sarà il prossimo venerdì 15 al cinema Borsi di Prato anzi le prime, le proiezioni sono già diventate due nella serata e sono entrambe già SOLD OUT (ma non vi preoccupate, Pollanet Connection sarà presente per darvene conto), prima che il film inizi a girare nei vari circuiti e chissà che un giorno o l'altro non lo vediate nel vostro cinema preferito.
...ma di cosa vi preoccupate Luke Patrizio Alberto.... avete già stravinto da un pezzo

Official Web http://www.labandadelbrasiliano.com

Submit "La Banda del Brasiliano" to Digg Submit "La Banda del Brasiliano" to del.icio.us Submit "La Banda del Brasiliano" to StumbleUpon Submit "La Banda del Brasiliano" to Google

Comments

  1. Blu petrolio's Avatar
    Blu petrolio e Blu petrolia presenti all'anteprima pratese, biglietti in mano da oltre un mese... ci sarà qualcun altro?
  2. Pollanet's Avatar
    di gdrristi oltre me credo ci sarà anche Meo... Blu petrolio ma chi sei aò, ti conosco? Ci siamo per caso visti a Cattolica o in quel di Vaiano?

    Ne approfitto per aggiungere un paio di cose

    La prima è che dopo le proiezioni ci sarà un festone (ovviamente) a Prato @ Controsenso, dico ovviamente perchè grazie agli dei ci sono ancora persone per cui ogni occasione è ottima per fare una festa

    La seconda è che purtroppo quando sono entrato in contatto con loro di fatto non li conoscevo e non li avevo per niente inquadrati, sicchè avevo declinato l'invito a fare una partecipazione al film... adesso quanto mi rodeeeeeeeee
  3. Blu petrolio's Avatar
    Quote Originally Posted by Pollanet
    di gdrristi oltre me credo ci sarà anche Meo... Blu petrolio ma chi sei aò, ti conosco? Ci siamo per caso visti a Cattolica o in quel di Vaiano?
    No, no... mai incontrati. Potrebbe essere l'occasione
  4. Pollanet's Avatar
    sìsì alla grande

    a me fai presto a riconoscere, sono sempre attorniato da delle gran donne
  5. Meo's Avatar
    Dai che manca poco!!!

    Da Pisa arriviamo in 7.
  6. SWAT's Avatar
    Queste produzioni "ANNI 70" hanno sempre avuto su di me un effetto repellente, ma questo devo ammettere che mi intriga.
  7. Pollanet's Avatar
    Per la verità da quello che so non dovrebbe trattarsi in realtà di una produzione "ANNI 70" ma una cosa un pò diversa ambientata al giorno d'oggi... ma domani te lo so dire con sicurezza
  8. Meo's Avatar
    Film divertentissimo. Su www.caniarrabbiati.it trovate la mia recensione.
  9. bastardnasum's Avatar
    Poca boia! E pensare che io abito a 600 metri dal Controsenso e quella sera non ci sono andato perchè mi ero messo a leggere Topolino!!!!!!!! Mannaggia....