Page 7 of 7 FirstFirst ... 567
Results 61 to 63 of 63

Thread: Midnight Express - Fuga Di Mezzanotte (A. Parker, 1978)

  1. #61

    Default Re: Midnight Express - Fuga Di Mezzanotte (A. Parker, 1978)

    Yilmaz Gney a proposito del film (lui di carceri turche ne sapeva abbastanza...), in un'intervista contenuta nel volume uscito su di lui per l'editore Di Giacomo (pag 58):

    Cosa ne pensa di Fuga di mezzanotte?

    Ho visto Fuga di mezzanotte soltanto due mesi fa, per cui le mie impressioni sono quasi a caldo. Fuga di mezzanotte da un lato un film realistico, e dall'altro un film di finzione e razzista. il tema non trattato da un punto di vista dialettico. C' un completo disinteresse per l'"unit degli opposti"; tutto nel film unidimensionale. Per esempio, stando a Fuga di mezzanotte, tutti i turchi i sono dei porci, tutti sono cattivi; quando invece, non solo in Turchia, ma in tutto il mondo c' il buono e il cattivo. Nessuna nazione, nessun popolo marcio fino al midollo. Tutto nel film visto attraverso gli occhi di uno straniero. Nel periodo in cui Billy Hayes stato nel carcere di Sagmacilar, ci sono stati almeno 20 rivolte, molto violente, dei prigionieri contro l'amministrazione del carcere. Nel film nessuno reagisce contro l'amministrazione, salvo tre stranieri. In ogni modo, nel film ci sono molti elementi veri. vero che la tortura viene praticata molto, che i prigionieri vengono picchiati. Ci sono anche quelli che, in cambio di piccoli favori, saranno disposti a calunniarvi e a rendervi la vita dura. Ma ci sono anche uomini onesti.








    LSD not W.W.III


  2. #62

    Default Re: Midnight Express - Fuga Di Mezzanotte (A. Parker, 1978)

    Quote Originally Posted by Frank n Furter View Post
    Yilmaz Gney a proposito del film (lui di carceri turche ne sapeva abbastanza...), in un'intervista contenuta nel volume uscito su di lui per l'editore Di Giacomo (pag 58):

    Cosa ne pensa di Fuga di mezzanotte?

    Ho visto Fuga di mezzanotte soltanto due mesi fa, per cui le mie impressioni sono quasi a caldo. Fuga di mezzanotte da un lato un film realistico, e dall'altro un film di finzione e razzista. il tema non trattato da un punto di vista dialettico. C' un completo disinteresse per l'"unit degli opposti"; tutto nel film unidimensionale. Per esempio, stando a Fuga di mezzanotte, tutti i turchi i sono dei porci, tutti sono cattivi; quando invece, non solo in Turchia, ma in tutto il mondo c' il buono e il cattivo. Nessuna nazione, nessun popolo marcio fino al midollo. Tutto nel film visto attraverso gli occhi di uno straniero. Nel periodo in cui Billy Hayes stato nel carcere di Sagmacilar, ci sono stati almeno 20 rivolte, molto violente, dei prigionieri contro l'amministrazione del carcere. Nel film nessuno reagisce contro l'amministrazione, salvo tre stranieri. In ogni modo, nel film ci sono molti elementi veri. vero che la tortura viene praticata molto, che i prigionieri vengono picchiati. Ci sono anche quelli che, in cambio di piccoli favori, saranno disposti a calunniarvi e a rendervi la vita dura. Ma ci sono anche uomini onesti.








    Perdonami ma quante banalit

  3. #63

    Default Re: Midnight Express - Fuga Di Mezzanotte (A. Parker, 1978)

    Quote Originally Posted by Frank n Furter View Post
    Yilmaz Gney a proposito del film (lui di carceri turche ne sapeva abbastanza...), in un'intervista contenuta nel volume uscito su di lui per l'editore Di Giacomo (pag 58):

    Cosa ne pensa di Fuga di mezzanotte?

    Ho visto Fuga di mezzanotte soltanto due mesi fa, per cui le mie impressioni sono quasi a caldo. Fuga di mezzanotte da un lato un film realistico, e dall'altro un film di finzione e razzista. il tema non trattato da un punto di vista dialettico. C' un completo disinteresse per l'"unit degli opposti"; tutto nel film unidimensionale. Per esempio, stando a Fuga di mezzanotte, tutti i turchi i sono dei porci, tutti sono cattivi; quando invece, non solo in Turchia, ma in tutto il mondo c' il buono e il cattivo. Nessuna nazione, nessun popolo marcio fino al midollo. Tutto nel film visto attraverso gli occhi di uno straniero. Nel periodo in cui Billy Hayes stato nel carcere di Sagmacilar, ci sono stati almeno 20 rivolte, molto violente, dei prigionieri contro l'amministrazione del carcere. Nel film nessuno reagisce contro l'amministrazione, salvo tre stranieri. In ogni modo, nel film ci sono molti elementi veri. vero che la tortura viene praticata molto, che i prigionieri vengono picchiati. Ci sono anche quelli che, in cambio di piccoli favori, saranno disposti a calunniarvi e a rendervi la vita dura. Ma ci sono anche uomini onesti.








    e lo dice Yilmaz Gney che il suo film "Yol" il film antiturco per antonomasia...

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •