Page 1 of 4 123 ... LastLast
Results 1 to 10 of 31

Thread: Klaus Kinski [1926-1991]

  1. #1

    People Klaus Kinski [1926-1991]

    a 26 anni il primo ricovero
    Klaus Kinski era malato mentale
    Scoperta la cartella psichiatrica del grande attore tedesco: Definito dai medici «pericolo pubblico»

    BERLINO - Il leggendario e geniale attore tedesco Klaus Kinski era schizofrenico e psicopatico. A 17 anni dalla sua morte sono state scoperte le cartelle cliniche della star del cinema. Anticonformista, cinico e rissoso anche fuori dallo schermo, Kinski era solito denigrare con linguaggio assai colorito il cinema in genere, i critici, il pubblico e anche il proprio lavoro. Per anni ha sofferto di depressione, è stato definito un personaggio folle e problematico. Già a 26 anni fu ricoverato per un breve periodo in una struttura per cure mentali. Ora dagli archivi di un ospedale berlinese sono venute alla luce le sue cartelle cliniche. Sono stati pubblicati, infatti, i documenti storici di circa 100 mila pazienti dell'allora «Städtische Irren- und Idioten-Anstalt zu Dalldorf», letteralmente «struttura cittadina per pazzi e idioti di Dalldorf». Tra il 1880 e il 1960 tra i pazienti c'era anche Klaus Kinski. Sui documenti, che risalgono ai primi anni Cinquanta, compare il suo nome di battesimo, Klaus Nakschinski.
    TENTATO SUICIDIO - Per i medici già allora era chiar che quell'uomo era «un pericolo pubblico» come pure un genio. Dalla prima pagina della sua cartella si legge: «Diagnosi temporanea: schizofrenia. Definitivo: psicopatia».
    Il giovane attore durante questo periodo sarebbe stato perdutamente innamorato di una dottoressa di 24 anni più vecchia. Gli psichiatri annotano: «Secondo il suo racconto i due si amano profondamente».
    La donna, invece, avrebbe avuto solo un affetto materno per Kinski. Il giovane attore, allora disoccupato, colto dalla disperazione e dalla gelosia tentò il suicidio assumendo tre fiale di morfina. Sopravvisse, ma tre giorni dopo assunse nuovamente una dozzina di compresse di sonnifero. Più di una volta si scagliò ferocemente contro la donna, gesto che che indusse a classificare Kinski come «pericolo pubblico». Tuttavia, quella che è considerata una stella di prima grandezza della storia cinematografica non si definì mai un «pazzo». Kinski morì nel 1991 per un arresto cardiaco.

    Elmar Burchia- 22 luglio 2008

    http://www.corriere.it/spettacoli/08...4f02aabc.shtml


  2. #2

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Che fosse sbroccato era palese, senza contare gli aneddoti di Demofilo Fidani e altri registi che hanno lavorato con lui. Credo avesse avuto un'infanzia difficile, almeno dalle chiacchiere di Fidani trapelava questo. Certe volte si recava di persona nell'albergo dove Kinski alloggiava con moglie e figlia per cercare di calmarlo, quando dava in escandescenze.

  3. #3
    Cannoniere (a salve) Kieran Canter's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Genova dintorni
    Posts
    358

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Quote Originally Posted by Tuchulcha View Post
    Che fosse sbroccato era palese, senza contare gli aneddoti di Demofilo Fidani e altri registi che hanno lavorato con lui. Credo avesse avuto un'infanzia difficile, almeno dalle chiacchiere di Fidani trapelava questo. Certe volte si recava di persona nell'albergo dove Kinski alloggiava con moglie e figlia per cercare di calmarlo, quando dava in escandescenze.
    Mi manca questa cosa su Kinski...dove hai letto queste cose di fidani, Tuch.?

  4. #4

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Quote Originally Posted by Kieran Canter View Post
    Mi manca questa cosa su Kinski...dove hai letto queste cose di fidani, Tuch.?
    In un'intervista alla buonanima pubblicata su un vecchio Nocturno. Vi raccontava anche i rapporti fra Kinski e Massaccesi, che da un'iniziale ostilità (s'erano menati sul set di un western di Fidani) erano diventati amici. Pensa che Massaccesi aveva proposto a Kinski di partecipare ad un suo progetto relativo ad un film su Jack lo Squartatore. Progetto che naufragò, anche se curiosamente Kinski i panni di Jack li ha indossati comunque in Erotico profondo di Franco. A sentire Fidani, Kinski era sì sbroccato e intrattabile, ma se ti conquistavi la sua fiducia ti rispettava tantissimo. Ed era estremamente professionale sul set, aldilà dei suoi raptus occasionali.

  5. #5
    Cannoniere (a salve) Kieran Canter's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Genova dintorni
    Posts
    358

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Quote Originally Posted by Tuchulcha View Post
    Pensa che Massaccesi aveva proposto a Kinski di partecipare ad un suo progetto relativo ad un film su Jack lo Squartatore. Progetto che naufragò, anche se curiosamente Kinski i panni di Jack li ha indossati comunque in Erotico profondo di Franco. A sentire Fidani, Kinski era sì sbroccato e intrattabile, ma se ti conquistavi la sua fiducia ti rispettava tantissimo. Ed era estremamente professionale sul set, aldilà dei suoi raptus occasionali.
    Noooooooo! Già mi era piaciuto molto in La morte ha sorriso...figuriamoci cosa avrebbe fatto il BVZJ in uno Jack the ripper interpretato da Kinski. Sì, ricordo che anche Gariazzo raccontava della sua professionalità su set de La mano spietata...Ma ti ricordi se fu Massaccesi quello che lo inseguì col tubo di ghisa in mano?

  6. #6

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Quote Originally Posted by Kieran Canter View Post
    Noooooooo! Già mi era piaciuto molto in La morte ha sorriso...figuriamoci cosa avrebbe fatto il BVZJ in uno Jack the ripper interpretato da Kinski. Sì, ricordo che anche Gariazzo raccontava della sua professionalità su set de La mano spietata...Ma ti ricordi se fu Massaccesi quello che lo inseguì col tubo di ghisa in mano?
    No, fu un altro operatore che s'era beccato un calcio in faccia da Kinski per avergli sfiorato uno stivale col gesso mentre impostavano una scena. Mi pare fosse stato Fabio Testi a riportare l'aneddoto, sempre dalle pagine di Nocturno. Kinski cercò di rabbonire il tecnico infuriato offrendogli del denaro.

  7. #7
    Cannoniere (a salve) serjoe64's Avatar
    Join Date
    Jan 2008
    Location
    Milano
    Posts
    209

    People Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Per chi ancora non lo avesse visto e desiderasse approfondire la vita di Klaus Kinski consiglio vivamente il film documentario "Kinski il mio nemico più caro" del regista tedesco Werner Herzog il quale condivideva un appartamento con l'attore già all'età di 13 anni e che in seguito lo ha diretto in alcuni film. Intereressante l'aneddoto inerente alla lavorazione di "Aguirre furore di Dio" film girato nelle giungle amazzoniche con alcuni indios autoctoni reclutati come comparse. Si racconta che Kinski si rese talmente antipatico ed odioso durante tutte le riprese che, ad un certo punto, gli indios stessi si rivolsero ad Herzog dicendogli: "Se vuoi te lo facciamo fuori noi".
    Davvero incredibile.

  8. #8

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Fabio Testi s'era talmente rotto i coglioni di lui che lo prese a schiaffoni durante le riprese di non ricordo quale film. Kinski continuava a impallarlo, così, per farlo arrabbiare.

  9. #9
    Oracolo Trinidad's Avatar
    Join Date
    Feb 2007
    Location
    San Pancrazio (Brindisi) Italy
    Posts
    2,797

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    Quote Originally Posted by serjoe64 View Post
    Per chi ancora non lo avesse visto e desiderasse approfondire la vita di Klaus Kinski consiglio vivamente il film documentario "Kinski il mio nemico più caro" del regista tedesco Werner Herzog il quale condivideva un appartamento con l'attore già all'età di 13 anni e che in seguito lo ha diretto in alcuni film. Intereressante l'aneddoto inerente alla lavorazione di "Aguirre furore di Dio" film girato nelle giungle amazzoniche con alcuni indios autoctoni reclutati come comparse. Si racconta che Kinski si rese talmente antipatico ed odioso durante tutte le riprese che, ad un certo punto, gli indios stessi si rivolsero ad Herzog dicendogli: "Se vuoi te lo facciamo fuori noi".
    Davvero incredibile.
    In questo documentario Herzog racconta che Kinsky gli propose di dirigere il suo "Paganini" ma per quanto fosse improponibile rifiutò e Kinsky se lo girò da solo.


  10. #10

    Default Re: Klaus Kinski [1926-1991]

    E' noto che più volte, parlando di Herzog, Kinski lo definì "un coglione".
    This glade was a cemetery, this hole a tomb,
    this oblong object the body of the man who had died in the night.


Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •