Page 3 of 3 FirstFirst 123
Results 21 to 25 of 25

Thread: Escape From L.A. (Fuga da Los Angeles)

  1. #21

    Default Re: Escape From L.A. (Fuga da Los Angeles)

    Terribile, per me bocciato senza appello.
    Come già detto da molti, in sostanza è una parodia del primo film. A quel punto della carriera di Carpenter non è che mi aspettassi chissà cosa (per me è Carpenter è praticamente finito dopo il flop de La Cosa, il suo capolavoro) ma il fatto che il film sia quasi la copia scena per scena del primo non fa che sottolineare impietosamente l'abisso che li separa. E' tutto veramente troppo stupido e buttato in scena alla come viene, con passaggi uno più loffio dell'altro. Mi viene in mente, a caso, la scena in cui chirurgo cade e con il bisturi accidentalmente taglia la corda che lega Jena, che trovatona. Tra l'altro il chirurgo è interpretato da un irriconoscibile Bruce Campbell.
    Gli effetti digitali sono inguardabili per un film del 1996 e con un budget quasi 10 volte superiore al primo, la scena del viaggio in sommergibile è grottesca.
    Insomma, per me è solo un'indegna marchettona di un regista che non aveva più niente da dire.

  2. #22

    Default Re: Escape From L.A. (Fuga da Los Angeles)

    Lo vidi al cinema all'epoca dell'uscita e mi divertì non poco. Avevo 18 anni e non l'ho mai più voluto vedere, forse per evitare di guastarmi le buone sensazioni avute.
    Mi sembrò l'unico sequel possibile, una sorta di folle viaggio di ritorno su luoghi mitizzati e intoccabili in maniera seria.
    E' il vero b-movie di Carpenter, spensierato, ma anche capace di impressionare (si veda la chiusa).

  3. #23
    Supremo Zardoz's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Periferia dell'Impero (aka TS)
    Posts
    8,080

    Thumbs up Re: Escape From L.A. (Fuga da Los Angeles)

    Oltre 20 anni dopo l'uscita nelle sale italiane, secondo me 'sto sequel/remake/parodia funziona ancora bene. Rivisto in br (un mux fatto da un caro amico..), diverte e intrattiene nonostante qualche difetto (e se a volte gli effetti speciali "cazzari" ci stanno, in altre scene andavano decisamente migliorati..). Io preferisco semmai ricordare i pregi: Russell sempre roccioso e carismatico (e adeguatamente doppiato da Massimo Venturiello), Keach carogna ma non troppo, Cliff Robertson presidente yankee su cui forse Trump vuol modellare la propria carriera politica, Georges Corraface sosia del Che, e ovviamente il finale nichilista. Insomma, Carpenter mi manca, e parecchio..
    "Governare gli italiani, più che impossibile, è inutile" B. MUSSOLINI
    "La vera bellezza è qualcosa che attacca, prevale, deruba e alla fine distrugge" Y. MISHIMA
    "Chi rende impossibile una rivoluzione pacifica, rende inevitabile una rivoluzione violenta" J.F. KENNEDY
    "Meglio non credenti che credenti ipocriti" PAPA BERGOGLIO
    "There's something inside you, it's hard to explain..."
    Proud supporter of DVDBeaver
    I HATE Netflix
    "AM I WRONG?!"

  4. #24

    Default Re: Escape From L.A. (Fuga da Los Angeles)

    Dopo aver visto back to back Fuga da N.Y. e Fuga da L.A., questo seguito mi pare eccezionale: non solo non tradisce l'anima del capostipite, ma lo ingloba, lo aggiorna, lo espande. Jena è esattamente lo stesso personaggio del primo film: Carpenter, Debra Hill e Kurt Russell non tradiscono. La ridondanza delle situazioni tra i due film è un piacere e non un difetto. La fotografia di Gary Kibbe non fa rimpiangere il Maestro Cundey; il film è pieno zeppo di roba, di personaggi, di scene, location e non è possibile non divertirsi... ciònonostante, venne punito al box office americano.
    Il film costò 50 milioni di dollari, ma 22 andarono al cast (di cui 10 a Russell, 5 a Carpenter, 2 a Debra Hill) e il budget reale a disposizione fu di circa 28 milioni. Se fosse andato bene al botteghino, ci sarebbe stato un seguito.

    NB: condividendo la nostalgia dell'ultima frase di Zardoz nel precedente post, col senno di poi, se i film di Carpenter avessero avuto più successo (cioè se il pubblico americano di massa lo avesse amato di più...), chissà cosa avrebbe potuto fare... sarebbe stato bello avere più opere sue, chissà con la CGI degli anni 2000 che limiti avrebbe potuto superare (e sicuramente avrebbe sfruttato a dovere il 3D... da sempre Carpenter dice che il primo film che lo sconvolse da piccolo fu It came from another space di Jack Arnold, visto in 3D in sala...)
    Last edited by akuma; 11-01-2019 at 11:36.

  5. #25
    Supremo Zardoz's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Periferia dell'Impero (aka TS)
    Posts
    8,080

    Exclamation Re: Escape From L.A. (Fuga da Los Angeles)

    Troppo buono per avermi citato, Akuma, ti ringrazio. In realtà la questione su Carpenter è molto semplice: se avesse avuto la METÀ del successo commerciale di uno Spielberg, la sua carriera sarebbe proceduta più liscia e tranquilla. E magari lavorerebbe ancora, con successo. Purtroppo, sappiamo bene come sono andate le cose...
    "Governare gli italiani, più che impossibile, è inutile" B. MUSSOLINI
    "La vera bellezza è qualcosa che attacca, prevale, deruba e alla fine distrugge" Y. MISHIMA
    "Chi rende impossibile una rivoluzione pacifica, rende inevitabile una rivoluzione violenta" J.F. KENNEDY
    "Meglio non credenti che credenti ipocriti" PAPA BERGOGLIO
    "There's something inside you, it's hard to explain..."
    Proud supporter of DVDBeaver
    I HATE Netflix
    "AM I WRONG?!"

Similar Threads

  1. The Toolbox Murders aka lo squartatore di Los Angeles
    By LaBelvaColMitra in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 5
    Last Post: 08-11-2010, 21:23

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •