Page 5 of 7 FirstFirst ... 34567 LastLast
Results 41 to 50 of 69

Thread: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

  1. #41
    Generale SWAT's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    RN, Italy
    Posts
    12,788
    Blog Entries
    2

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Segnalo la presenza del generale Amin anche all' inizio di "Una pallottola spuntata" dove Leslie Nielsen lo prende a pugni e lo butta gi da una finestra.
    ...e siamo a posto

  2. #42

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Pin per tutti i gusti


  3. #43

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Una simpatica immagine:


  4. #44

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Ma a livello librario, in Italia come siamo messi? Nulla?

  5. #45
    Generale SWAT's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    RN, Italy
    Posts
    12,788
    Blog Entries
    2

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by Killer Klown View Post
    Ma a livello librario, in Italia come siamo messi? Nulla?

    IDI AMIN - Un eroe dell' Africa?
    di Erich Wiedemann

    Edizioni - Sonzogno dossier 1977

    Io ce l'ho, se ti sbatti un minimo in rete lo trovi
    ...e siamo a posto

  6. #46
    Administrator almayer's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Dubai, UAE
    Posts
    13,202

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by SWAT View Post
    IDI AMIN - Un eroe dell' Africa?
    di Erich Wiedemann

    Edizioni - Sonzogno dossier 1977

    Io ce l'ho, se ti sbatti un minimo in rete lo trovi
    http://www.oldbookshop.it/BiografiaPZ.htm

    Io mi sto accattando questo, promette di essere esilirante:

    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...MEBI%3AIT&rd=1

    ***********************************

    Articolo sulla morte di Amin:

    http://www.radiovaticana.org/radiogi...#idi_amin_dada

    LA MORTE IN ESILIO DELL’EX DITTATORE UGANDESE IDI AMIN DADA

    RICHIAMA UNA RIFLESSIONE SUI TANTI ORRORI E CONFLITTI

    CHE HANNO ATTRAVERSATO L’AFRICA DAGLI ANNI ’60 AD OGGI





    È morto ieri in un ospedale di Gedda, in Arabia Saudita, Idi Amin Dada, ex dittatore ugandese fra il 1971 ed il 1979 e protagonista di uno dei più feroci e sanguinari regimi della storia africana. Nei suoi 8 anni di governo, Amin impose al Paese la legge del terrore, uccidendo – secondo le organizzazioni per i diritti umani – circa 400 mila oppositori. A Domenico Quirico, esperto di questioni africane del quotidiano “La Stampa”, Andrea Sarubbi ha chiesto di tracciare un ritratto dell’ex dittatore:



    **********

    R. – Il conto delle vittime di Amin Dada è molto complicato. Certamente Amin è stato un dittatore, spietato feroce, sanguinario. E’ stata anche l’espressione di tutti gli orrori che hanno attraversato l’Africa dal ’60 ad oggi. E’ stato un prodotto del colonialismo e la proiezione tra le più feroci del post-colonialismo. Sono stati gli inglesi che gli hanno insegnato i metodi della guerra sporca – aveva combattuto nella repressione della rivolta dei Mau-Mau in Kenya – e poi è diventato l’espressione di una classe dirigente africana, dell’Africa diventata indipendente. Certamente non è stato un caso isolato, anzi è stato uno dei tanti dirigenti africani che hanno assassinato l’Africa in questi ultimi 40 anni.



    D. – Un prodotto del colonialismo diceva lei, anche perché senza l’appoggio della Gran Bretagna non sarebbe riuscito a fare il colpo di stato nel 1971…



    R. – Assolutamente si, se non ci fosse stato l’appoggio della Gran Bretagna e l’appoggio di Israele, Idi Amin non sarebbe mai diventato capo dell’Uganda, Gli inglesi e gli israeliani non si fidavano di Obote, che era il presidente dell’indipendenza e un personaggio anche lui assai poco democratico, molto discutibile e molto discusso e favorirono il colpo di Stato di Amin, pensando che tutto sommato quel ex-sergente e semianalfabeta potesse essere manovrato molto più facilmente di Obote. Sbagliarono completamente i loro calcoli perché sappiamo che Idi Amin era dotato di una sua – come dire – furbizia politica stranamente sofisticata, assai più sofisticata di quanto immaginassero i suoi ‘burattinai’! Cacciò gli israeliani e si appoggiò agli arabi, costrinse gli inglesi a portarlo su una portantina per pareggiare i conti dell’umiliazione coloniale, ecc.ecc.



    D. – Ma non fu soltanto Israele ad avere problemi con lui. Penso a diversi Stati africani, per esempio il Sud Africa: voleva attaccare il Sud Africa per combattere – diceva – l’apartheid ...



    R. – Sì. Fece anche un tentativo peraltro abbastanza patetico di invasione della Tanzania, ossessionato da questa necessità dello sbocco al mare ... Ecco, forse il rischio che c’è stato con Idi Amin è stato quello di etichettarlo nella categoria dei personaggi pittoreschi oppure di un pittoresco molto sanguinario e molto ‘noir’. In realtà, politicamente è stato un personaggio assai più sofisticato di quanto possa apparire nell’aneddotica spesso – devo dire – anche abbastanza falsa che lo circonda. Idi Amin aveva capito una cosa fondamentale: che in quegli anni, presentarsi come ‘terzomondista’, come filo-sovietico, filo-arabo, anti-israeliano eccetera, rendeva politicamente. Effettivamente, ha reso politicamente a Idi Amin. C’è stato un periodo in cui questo personaggio che massacrava migliaia di persone era considerato un eroe africano: veniva ricevuto con tutti gli onori nelle varie capitali dell’Africa, partecipava ai congressi dell’Organizzazione per l’unità africana, era considerato praticamente un personaggio importante ed autorevole. E questo dovrebbe fare molto riflettere!
    "Capisco il bacio al lebbroso, ma non ammetto la stretta di mano al cretino."

    "Sborone a priori eletto ufficialmente da SWAT" in data 8/11/2004

    We ma sei un bel ditino pure tu,eh?


  7. #47

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by SWAT View Post
    Deport anche i cinesi se per questo, ma i suoi ideali si discostano parecchio dall' ideale nazionalsocialista, non perch uno deporta " un nazista".
    Prova a chiedere a un tedesco che ha vissuto durante il nazional socialismo come stava... prova a immaginare un qualsiasi abitante dell' Uganda durante la dittatura del piccolo Amin.
    Trovo e insisto che la tua affermazione decisamente fuoriluogo.
    "....Espelle indiani e pakistani, nazionalizza tutte le imprese britanniche. Si allea alla Libia di Gheddafi e all'Unione Sovietica. Caccia anche tra 40,000 e 80,000 indigeni facendo uccidere quelli che si oppongono. Nel 1976 si nomina presidente a vita impedendo cos le elezioni. Il suo regime assume toni sempre pi antisemiti, e nel corso dei suoi discorsi e interviste Amin esalta apertamente Hitler e il Nazionalsocialismo..."

    non e che capisca molto il tuo discorso swat. che vuoi dire?
    usare l'appellativo nazista mi sembra pi che calzante in effetti.

  8. #48
    Generale SWAT's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    RN, Italy
    Posts
    12,788
    Blog Entries
    2

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by almayer View Post
    Io mi sto accattando questo, promette di essere esilirante:

    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...MEBI%3AIT&rd=1
    Conoscolo, OCIO che sono 2 volumi.
    Tempo fa persomi l' asta che contenevali ambedue.
    ...e siamo a posto

  9. #49

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by pappo View Post

    non e che capisca molto il tuo discorso swat. che vuoi dire?
    usare l'appellativo nazista mi sembra pi che calzante in effetti.

    Non che uno diventa nazista appena prende in odio un'etnia. 'Nazista' ormai un termine che, oggi, ha perso ogni riferimento originario. Per alcuni anche diventato un insulto al pari di stronzo e coglione.

  10. #50

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by Killer Klown View Post
    Non che uno diventa nazista appena prende in odio un'etnia. 'Nazista' ormai un termine che, oggi, ha perso ogni riferimento originario. Per alcuni anche diventato un insulto al pari di stronzo e coglione.

    ok
    pero posto che questo non e un circolo accademico ma una sorta di bar dove si parla e considerato che gli aggettivi non e che siano sempre contestualizzati con apparato bibliografico a fondo testo che ne giustifica il corretto utilizzo mi sono chiesto e mi continuo a chiedere perche swat abbia trovato strano l'utilizzo del termine nazista per definire una testa di cazzo di dittatore di merda che un fatto durante il suo regime guardava con ammirazione proprio al regime simbolo dei nazionalsocialismi di tutti i tempi.
    Sempre che swat non sia di fede nazionalsocialista e l'associazione fra un pezzo di merda (pittoresco per quanto possa essere) ed un nazista gli dia fastidio.


    Il paragone fra le condizioni dell'uganda e la germania del 35 e poi un'altra cosa assolutamente incomprensibile.

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •