Page 5 of 7 FirstFirst ... 34567 LastLast
Results 41 to 50 of 69

Thread: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

  1. #41
    Generale SWAT's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    RN, Italy
    Posts
    12,739
    Blog Entries
    2

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Segnalo la presenza del generale Amin anche all' inizio di "Una pallottola spuntata" dove Leslie Nielsen lo prende a pugni e lo butta giù da una finestra.
    ...e siamo a posto

  2. #42

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Pin per tutti i gusti


  3. #43

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Una simpatica immagine:


  4. #44

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Ma a livello librario, in Italia come siamo messi? Nulla?

  5. #45
    Generale SWAT's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    RN, Italy
    Posts
    12,739
    Blog Entries
    2

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by Killer Klown View Post
    Ma a livello librario, in Italia come siamo messi? Nulla?

    IDI AMIN - Un eroe dell' Africa?
    di Erich Wiedemann

    Edizioni - Sonzogno dossier 1977

    Io ce l'ho, se ti sbatti un minimo in rete lo trovi
    ...e siamo a posto

  6. #46
    Administrator almayer's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Dubai, UAE
    Posts
    13,195

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by SWAT View Post
    IDI AMIN - Un eroe dell' Africa?
    di Erich Wiedemann

    Edizioni - Sonzogno dossier 1977

    Io ce l'ho, se ti sbatti un minimo in rete lo trovi
    http://www.oldbookshop.it/BiografiaPZ.htm

    Io mi sto accattando questo, promette di essere esilirante:

    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...MEBI%3AIT&rd=1

    ***********************************

    Articolo sulla morte di Amin:

    http://www.radiovaticana.org/radiogi...#idi_amin_dada

    LA MORTE IN ESILIO DELL’EX DITTATORE UGANDESE IDI AMIN DADA

    RICHIAMA UNA RIFLESSIONE SUI TANTI ORRORI E CONFLITTI

    CHE HANNO ATTRAVERSATO L’AFRICA DAGLI ANNI ’60 AD OGGI





    È morto ieri in un ospedale di Gedda, in Arabia Saudita, Idi Amin Dada, ex dittatore ugandese fra il 1971 ed il 1979 e protagonista di uno dei più feroci e sanguinari regimi della storia africana. Nei suoi 8 anni di governo, Amin impose al Paese la legge del terrore, uccidendo – secondo le organizzazioni per i diritti umani – circa 400 mila oppositori. A Domenico Quirico, esperto di questioni africane del quotidiano “La Stampa”, Andrea Sarubbi ha chiesto di tracciare un ritratto dell’ex dittatore:



    **********

    R. – Il conto delle vittime di Amin Dada è molto complicato. Certamente Amin è stato un dittatore, spietato feroce, sanguinario. E’ stata anche l’espressione di tutti gli orrori che hanno attraversato l’Africa dal ’60 ad oggi. E’ stato un prodotto del colonialismo e la proiezione tra le più feroci del post-colonialismo. Sono stati gli inglesi che gli hanno insegnato i metodi della guerra sporca – aveva combattuto nella repressione della rivolta dei Mau-Mau in Kenya – e poi è diventato l’espressione di una classe dirigente africana, dell’Africa diventata indipendente. Certamente non è stato un caso isolato, anzi è stato uno dei tanti dirigenti africani che hanno assassinato l’Africa in questi ultimi 40 anni.



    D. – Un prodotto del colonialismo diceva lei, anche perché senza l’appoggio della Gran Bretagna non sarebbe riuscito a fare il colpo di stato nel 1971…



    R. – Assolutamente si, se non ci fosse stato l’appoggio della Gran Bretagna e l’appoggio di Israele, Idi Amin non sarebbe mai diventato capo dell’Uganda, Gli inglesi e gli israeliani non si fidavano di Obote, che era il presidente dell’indipendenza e un personaggio anche lui assai poco democratico, molto discutibile e molto discusso e favorirono il colpo di Stato di Amin, pensando che tutto sommato quel ex-sergente e semianalfabeta potesse essere manovrato molto più facilmente di Obote. Sbagliarono completamente i loro calcoli perché sappiamo che Idi Amin era dotato di una sua – come dire – furbizia politica stranamente sofisticata, assai più sofisticata di quanto immaginassero i suoi ‘burattinai’! Cacciò gli israeliani e si appoggiò agli arabi, costrinse gli inglesi a portarlo su una portantina per pareggiare i conti dell’umiliazione coloniale, ecc.ecc.



    D. – Ma non fu soltanto Israele ad avere problemi con lui. Penso a diversi Stati africani, per esempio il Sud Africa: voleva attaccare il Sud Africa per combattere – diceva – l’apartheid ...



    R. – Sì. Fece anche un tentativo peraltro abbastanza patetico di invasione della Tanzania, ossessionato da questa necessità dello sbocco al mare ... Ecco, forse il rischio che c’è stato con Idi Amin è stato quello di etichettarlo nella categoria dei personaggi pittoreschi oppure di un pittoresco molto sanguinario e molto ‘noir’. In realtà, politicamente è stato un personaggio assai più sofisticato di quanto possa apparire nell’aneddotica spesso – devo dire – anche abbastanza falsa che lo circonda. Idi Amin aveva capito una cosa fondamentale: che in quegli anni, presentarsi come ‘terzomondista’, come filo-sovietico, filo-arabo, anti-israeliano eccetera, rendeva politicamente. Effettivamente, ha reso politicamente a Idi Amin. C’è stato un periodo in cui questo personaggio che massacrava migliaia di persone era considerato un eroe africano: veniva ricevuto con tutti gli onori nelle varie capitali dell’Africa, partecipava ai congressi dell’Organizzazione per l’unità africana, era considerato praticamente un personaggio importante ed autorevole. E questo dovrebbe fare molto riflettere!
    "Capisco il bacio al lebbroso, ma non ammetto la stretta di mano al cretino."

    "Sborone a priori eletto ufficialmente da SWAT" in data 8/11/2004

    We ma sei un bel ditino pure tu,eh?


  7. #47

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by SWAT View Post
    Deportò anche i cinesi se è per questo, ma i suoi ideali si discostano parecchio dall' ideale nazionalsocialista, non perchè uno deporta "è un nazista".
    Prova a chiedere a un tedesco che ha vissuto durante il nazional socialismo come stava... prova a immaginare un qualsiasi abitante dell' Uganda durante la dittatura del piccolo Amin.
    Trovo e insisto che la tua affermazione è decisamente fuoriluogo.
    "....Espelle indiani e pakistani, nazionalizza tutte le imprese britanniche. Si allea alla Libia di Gheddafi e all'Unione Sovietica. Caccia anche tra 40,000 e 80,000 indigeni facendo uccidere quelli che si oppongono. Nel 1976 si nomina presidente a vita impedendo così le elezioni. Il suo regime assume toni sempre più antisemiti, e nel corso dei suoi discorsi e interviste Amin esalta apertamente Hitler e il Nazionalsocialismo..."

    non e che capisca molto il tuo discorso swat. che vuoi dire?
    usare l'appellativo nazista mi sembra più che calzante in effetti.

  8. #48
    Generale SWAT's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    RN, Italy
    Posts
    12,739
    Blog Entries
    2

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by almayer View Post
    Io mi sto accattando questo, promette di essere esilirante:

    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...MEBI%3AIT&rd=1
    Conoscolo, OCIO che sono 2 volumi.
    Tempo fa persomi l' asta che contenevali ambedue.
    ...e siamo a posto

  9. #49

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by pappo View Post

    non e che capisca molto il tuo discorso swat. che vuoi dire?
    usare l'appellativo nazista mi sembra più che calzante in effetti.

    Non è che uno diventa nazista appena prende in odio un'etnia. 'Nazista' è ormai un termine che, oggi, ha perso ogni riferimento originario. Per alcuni è anche diventato un insulto al pari di stronzo e coglione.

  10. #50

    Default Re: Amin Dada, l' uomo che sussurrava ai coccodrilli

    Quote Originally Posted by Killer Klown View Post
    Non è che uno diventa nazista appena prende in odio un'etnia. 'Nazista' è ormai un termine che, oggi, ha perso ogni riferimento originario. Per alcuni è anche diventato un insulto al pari di stronzo e coglione.

    ok
    pero posto che questo non e un circolo accademico ma una sorta di bar dove si parla e considerato che gli aggettivi non e che siano sempre contestualizzati con apparato bibliografico a fondo testo che ne giustifica il corretto utilizzo mi sono chiesto e mi continuo a chiedere perche swat abbia trovato strano l'utilizzo del termine nazista per definire una testa di cazzo di dittatore di merda che è un fatto durante il suo regime guardava con ammirazione proprio al regime simbolo dei nazionalsocialismi di tutti i tempi.
    Sempre che swat non sia di fede nazionalsocialista e l'associazione fra un pezzo di merda (pittoresco per quanto possa essere) ed un nazista gli dia fastidio.


    Il paragone fra le condizioni dell'uganda e la germania del 35 e poi un'altra cosa assolutamente incomprensibile.

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •