Page 3 of 3 FirstFirst 123
Results 21 to 23 of 23

Thread: Rabbia Furiosa - Er Canaro (S. Stivaletti, 2018)

  1. #21
    Supremo Zardoz's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Periferia dell'Impero (aka TS)
    Posts
    8,348

    Question Re: Rabbia Furiosa - Er Canaro (S. Stivaletti, 2018)

    A proposito, sul retro della confezione è indicato un fantomatico VM 18. Invece, se non erro, è passato in censura con un semplice VM 14...
    "Governare gli italiani, più che impossibile, è inutile" B. MUSSOLINI
    "La vera bellezza è qualcosa che attacca, prevale, deruba e alla fine distrugge" Y. MISHIMA
    "Chi rende impossibile una rivoluzione pacifica, rende inevitabile una rivoluzione violenta" J.F. KENNEDY
    "Meglio non credenti che credenti ipocriti" PAPA BERGOGLIO
    QUIA FORTIOR ME PERDERE
    I'm not a COOL guy. I'm just freezing my MOTHERF***ING ass!

  2. #22

    Default Re: Rabbia Furiosa - Er Canaro (S. Stivaletti, 2018)

    Anche Imdb indica il divieto ai 18:
    https://www.imdb.com/title/tt8406750/
    Riguardo il discorso di Ziorzio sul finale, devo dire che non mi sorprende. Stivaletti aveva messo in chiaro di aver voluto girare un film "pasoliniano", ergo gli interessavano più la storia e l'approfondimento dei personaggi che l'aspetto gore. Posso capirlo, dopo una vita a realizzare effetti speciali quando decide di girare un film "d'autore" è ovvio gli interessi altro che il budello.

  3. #23

    Default Re: Rabbia Furiosa - Er Canaro (S. Stivaletti, 2018)

    Visto e confermo quanto scritto da Federico.
    Il film scorre, si segue senza cedimenti, colpisce per la sua sincerità (non sarà un caso che Stivaletti l'abbia dedicato ai genitori, come se fosse la sua opera più vera), ha qualche caduta, ma regge.
    La messa in scena è giusto al di sotto del pauperismo (vedasi le location e certi costumi), ma non ci sono scene che non stiano in piedi.
    Certo, l'idea di fare qualcosa di pasoliniano è assolutamente su carta e non sullo schermo, il film non ha alcuna forza espressiva che trascenda la materia, e il mondo raccontato è poco più di un bozzetto.

    Detto questo, è un film commercialmente suicida, che non capisco a chi possa interessare: non è un ritratto di borgata, non è un noir (nonostante le figure dei commissari), non è un horror, non è il film di un autore.
    In più, ma questo era ovvio, il confronto col film di Garrone è improponibile e il film ne soffre se uno ha visto prima Dogman (dalla differenza di statura degli interpreti, oltre che a quella di resa immaginifica degli spazi).

    Provo comunque molta stima per il lavoro fatto da Stivaletti e dai suoi collaboratori, si sente che è un film a cui tenevano e questa urgenza arriva in qualche modo a chi guarda.

    p.s. Per essere il film di un effettista, ho trovato tremendamente farlocco il trucco dello sgherro guercio.

Similar Threads

  1. I 3 volti del terrore (S. Stivaletti, 2004)
    By Zardoz in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 1
    Last Post: 12-05-2018, 00:40
  2. M.D.C. - Maschera di cera (S. Stivaletti, 1997)
    By Green Jelly in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 19
    Last Post: 04-02-2017, 08:54
  3. Intervista a Sergio Stivaletti
    By Giorgio Brass in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 11
    Last Post: 29-11-2009, 22:52
  4. Intervista a Sergio Stivaletti !
    By Hell of the Living Dead in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 0
    Last Post: 20-09-2008, 09:04

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •