Page 4 of 8 FirstFirst ... 23456 ... LastLast
Results 31 to 40 of 75

Thread: Er pupone nun ce vo stà

  1. #31

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Come non giustificare e ammirare uno che dopo aver sopportato quella cagacazzi della moglie per anni gli si chiude la vena e decide di farla a pezzi, o il figlioletto infante che piangeva ogni volta che il povero umanissimo padre scopava e allora lo ha soffocato. Oh quando si chiude la vena si chiude eh. Se c'è qualche penalista che legge può prendere nota: "che volete farci signori della corte al mio assistito si è chiusa la vena !" Io ci vedo del romanticismo in tutto ciò
    Hai ragione Robby

  2. #32

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    sì beh fare un fallo di reazione durante una partita di pallone e fare a pezzetti mogli e parenti sò la stessa cosa proprio, tipo quelli che dicono che i drogati cominciano tutti iniettandosi la cannabis light per cui è doveroso chiudere i negozi

    ma visto che oggi siamo in tema di aneddotica vi racconto l'ultima partita del torneo della usl a cui ho partecipato (non è più stato fatto)

    c'era il derby tra pronto soccorso e medicina d'urgenza

    parliamo di gente abituata a lavorare gomito a gomito nelle situazioni più difficili e complicate, sono quelli che ti raccattano a pezzetti veramente e con pazienza ti ricompongono, che non da adesso che fa notizia ma da sempre sono costretti prima a difendersi dalle aggressioni e poi a cercare di salvare la tua pelle, che di notte sovente vivono barricati negli ambulatori con tutta la feccia del mondo fuori dalla porta che non sa dove cazzo andare e non la puoi neanche mandare via

    comunque c'era sta partita

    per una decisione arbitrale neanche così discutibile a mio avviso, che comunque ero spettatore perchè dovevo giocare con la mia squadra subito dopo, si è scatenata una rissa furibonda sedata anche in breve, ma successivamente una surreale caccia all'arbitro che si è chiuso nello spogliatoio e ha chiamato i carabinieri, con un paio di facinorosi fuori che tentavano di aprire la porta e un nutritissimo gruppo di persone che tentava invano di fermarli e riportarli alla ragione

    un'ora di trattativa susseguente con l'arbitro affinchè non sporgesse denuncia, alla fine non l'ha fatta, ma non credo abbia mai più arbitrato niente

    torneo sospeso, mai più riproposto

    è stata una cosa edificante, bella da vedere, romantica? no

    però il calcio è pure questo, inevitabilmente e da sempre, uno sport di testa, di gambe, di cuore ma pure di budella

    oppure potete sempre pensare che sarebbe così bello avere uno sport dove ci sono solo giocatori che parlano con gli uccellini

  3. #33

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    No beh a me basterebbe un sistema in cui chi fa ste cagate, tipo assediare gli arbitri negli spogliatoi, a qualsiasi livello, deve cambiare sport perchè a quello li non lo fanno più non solo giocare, ma anche avvicinare al campo.
    -

  4. #34

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Come sei poco romantico Lollo...Dovresti provare la paleodieta di Pollanet e tirare fuori il Neaderthaliano che è in te
    Hai ragione Robby

  5. #35

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Pollanet View Post

    è stata una cosa edificante, bella da vedere, romantica? no

    però il calcio è pure questo, inevitabilmente e da sempre, uno sport di testa, di gambe, di cuore ma pure di budella
    Chissà se i tuoi amici del pronto soccorso vanno da una donna appena massacrata di botte dal suo compagno e le dicono "Senti cara, è stato bello prendere cazzotti sul grugno? No, però le relazioni uomo/donna sono pure questo, inevitabilmente e da sempre"

  6. #36

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Renato View Post
    Ma guarda io quella roba lì del nooo al calcio modernooo, nooo alla pay tv (cantata al 99% da gente che ha un regolare abbonamento a sky e/o mediaset) posso anche capirla e accettarla.

    Vorrei solo capire che c'azzecca con lo sputazzatore di Poulsen.
    Non sia mai detto che non risponda ad un quesito rivoltomi, non è educato.

    Il calcio moderno non s’identifica solo con le pay-tv che offrono la dose quotidiana ai drogati di pallone. S’identifica con chi fa più tweet che addominali; chi ha il manager dell’immagine; chi appena perde una partita va in discoteca perché la sconfitta fa parte del suo lavoro; chi oggi gioca nel Milan e domani nell’Inter perché è un serio professionista. S’identifica con quei presidenti che sono a capo di decine di manager aziendali, esperti di finanza e marketing, ma non conoscono neanche le regole del calcio; con quei tifosi che forse sono stati allo stadio tre volte ma hanno l’abbonamento dai tempi di Tele+ e Stream e pensano che una partita possa essere vera solo se è come quelle giocate alla playstation.

    Poi c’è il calcio romantico dove il calciatore non tirava mai la gamba indietro; dove se perdeva era incazzato o abbattuto per un giorno intero; dove se gli insultavi la maglia che portava, sbroccava e te la faceva pagare; dove i presidenti erano di fatto i manager unici e ci capivano di calcio e di spogliatoio; dove i tifosi seguivano la loro squadra a prescindere e non sulla base della campagna acquisti e per questo venivano rispettati e considerati un valore aggiunto. Era una storia di passione. Chi l’ha vissuta sa, chi non c’era forse fa più difficoltà a capire.

    Totti a mio avviso è l’ultimo alfiere del calcio romantico: rozzo ma schietto; un campione mai narciso; uno che ha messo il cuore prima della possibilità di una facile fama; uno che ha fatto cazzate ma se le è pagate tutte; uno che ha giocato con i chiodi nelle caviglie; uno che ci capisce di talento ma la cui competenza è incompatibile con un’ “azienda” di calcio.

    Ognuno può preferire un tipo di calcio ad un altro: quello troglodita delle figurine o quello “state-of-the-art” di Football Manager. Questo non vuol dire che bisogna sentirsi possessori della verità rivelata. Poi è plausibile che Totti stia sul cazzo a prescindere, per carità, però a questo punto certe argomentazioni diventano prive di contenuto (è un eufemismo…) come tutte quelle che nascono da una prevenzione.

    Spero di essermi spiegato meglio. Mi scuso per la lunghezza del post e se sono stato poco cinico e caustico, se non ho scritto insulti a buffo o fatto auguri di morte. Purtroppo non è nelle mie corde ed è per questo che a suo tempo mi sono autoescluso salvo cadere in tentazione come ho scritto l'altro giorno. Un caro saluto a Renato ed al resto della truppa.

  7. #37

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by King Ghidorah View Post
    Spero di essermi spiegato meglio.
    Sì, ti sei spiegato e penso di aver capito. Posizione rispettabile ovviamente, ma che condivido solo in minima parte, specie quando scrivi "...Poi c’è il calcio romantico dove il calciatore non tirava mai la gamba indietro; dove se perdeva era incazzato o abbattuto per un giorno intero"

    Per la mia conoscenza, i giocatori del cosiddetto calcio romantico si vendevano le partite molto, molto più di quanto non facciano oggi. Per una serie di ottimi motivi peraltro, quindi non mi sento nemmeno di condannarli più di tanto. Per me è solo romanticismo per i bei vecchi tempi andati, quand serum giuvin.

    ps - partecipa pure alla discussione e sentiti libero di insultare chiunque qui dentro, specialmente matte

  8. #38

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Immagino che la chiosa finale un po' vittimista sia rivolta in parte anche a me, ti perdono perchè anche io in fondo ho un cuore, e un po' di romanticismo mi appartiene (metto la faccina così non mi rinfaccerai di essere caustico ne metto un altra to') Sì è un post che si dibatte un po' tra il com'erano belli i miei tempi e il adesso vi spiego io due cose che voi nemmeno immaginate, che poi io avrei 50 anni (20 dei quali passati sugli spalti), e probabilmente i tuoi tempi erano anche i miei, e quello che scrivi l'ho vissuto.
    Rispetto le tue posizioni, ma non riesco proprio ad essere d'accordo, le cose evolvono, che ci piaccia o no, e dobbiamo fare i conti con queste cose senza pensare di voler fare le battaglie contro i mulini a vento, e questo in generale.
    Il parere su Totti in particolare, quello poi è proprio un parere tuo personale, giacchè fai affermazioni abbastanza difficili da sostenere con certezza a meno che tu non conosca Totti personalmente, e in questo caso mi scuso, ma altrimenti sono illazioni che valgono ne più ne meno come le mie. Un campione mai narciso ? Uno che ha messo il cuore prima della possibilità di una facile fama ? Punti di vista da tifoso, a me pare proprio tutto il contrario, ma è il mio punto di vista, che certo non voglio importi.
    Sulla questione poi che LUI ci capisce di talento ma la sua competenza si scontra con "l'azienda" calcio poi è tutto da dimostrare, però probabilmente a te Totti avrà detto e parlato di decine di giovani talenti che lui ha consigliato all'azienda Roma e che l'azienda Roma non ha voluto di proposito cagare, se è così mi scuso in anticipo per il cinismo e la facile ironia.
    Non so perdonami ma mi pare che qui tutti possano dire la loro, con la massima libertà, e non mi pare che nessuno voglia a tutti i costi imporre le proprie idee considerando gli altri dei coglioni, mi pare invece che velatamente lo voglia fare tu con la pippa dell'autoesclusione perchè in fondo è solo fiato sprecato, noi poveri mortali non possiamo capire. Per usare una citazione cinematografica "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi"...ma anche no, scrivi, insultaci, divertiti e ogni tanto accantona un po' di romanticismo
    Hai ragione Robby

  9. #39

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    comunque aldilà del rispetto di tutte le opinioni che totti ora sia diventato il mandante di Pacciani e la mente della banda di Felice Maniero anche no eh

  10. #40

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Venticello View Post
    Non so perdonami ma mi pare che qui tutti possano dire la loro, con la massima libertà, e non mi pare che nessuno voglia a tutti i costi imporre le proprie idee considerando gli altri dei coglioni, mi pare invece che velatamente lo voglia fare tu con la pippa dell'autoesclusione perchè in fondo è solo fiato sprecato, noi poveri mortali non possiamo capire. Per usare una citazione cinematografica "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi"...ma anche no, scrivi, insultaci, divertiti e ogni tanto accantona un po' di romanticismo
    Giuro su Totti che non mi sfiora neanche lontanamente quello che sintetizzi bladerunneristicamente (faccina anche io).
    La pippa dell'autosclusione non deriva da un presunto senso di superiorità (di cosa poi...) ma dal non ritrovarsi in una determinata modalità di comunicazione. Mi sento fuori posto come quello che va in costume in una spiaggia di nudisti ma non per questo penso che gli astanti del lido siano depravati e nemmeno che debba togliersi il costume per forza. Ok, mi sono incartato in una metafora del menga ma credo di aver reso l'idea .
    Non vorrei neanche passare per uno di quei soggetti che periodicamente da l'addio farlocco ai forum per farsi gratificare. Grazie a Dio ho un sufficiente senso di autostima. Se azzeccherò la chiave giusta per scrivere, vi tedierò ulteriormente.

    PS: l'unica cosa certa è che non sarò in grado di mettere da parte il romanticismo come del resto, al di là della scorza dura che mostrate, sono sicuro che vale per tutti voi che amate il cinema di genere italiano. Meno che mai potrò accantonarlo in ambito calcistico visto che quest'anno faccio il quarantunesimo anno di Curva Sud.

Similar Threads

  1. Pupone dixit
    By SWAT in forum IL FORUM DEL = PALLONE WAFER = SPORTIVO E DISINVOLTO
    Replies: 2
    Last Post: 18-01-2006, 13:24

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •