Page 7 of 8 FirstFirst ... 5678 LastLast
Results 61 to 70 of 75

Thread: Er pupone nun ce vo stà

  1. #61

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    A sapere che l'avesse davvero scritta Totti la sua biografia, la leggerei anche, sai le risate, ma dato che non ha scritto nemmeno le barzellette dubito abbia mai affrontato qualcosa di tanto impegnativo. Leggere un apologia di un giornalista leccaculo, non ha nessun interesse per quanto mi riguarda, esattamente come non ha interesse quasi ogni altra biografia di calciatori eh, non che in questo caso ce l'abbia con Totti in particolare. Ricordo con un certo piacere solo quella di Best.
    Sul resto per me siete in grave grave errore, siete voi con questa forma di idolatria e fanatismo a dare tutta questa importanza a gente che fa un lavoro, ma oltretutto lo fate con due pesi e due misure, quindi sono marchettari se vi tradiscono e fanno quello che qualunque professionista (voi compresi) farebbe, e invece sono assolutamente giustificabili, romantici e semplicemente sanguigni se sputano in faccia a qualcuno o spaccano una caviglia. Dal mio punto di vista questa è l'aberrazione, per voi sono valori. Punti di vista, certo, decisamente inconciliabili che dubito la biografia di Totti (sic...) possa avvicinare.
    A volerla dire tutta, l'unico difensore della maglia è, e deve essere il tifoso, è per questo che non mi farei mai stampare un nome di un giocatore sulla maglia, sulla maglia ci va il mio nome, perchè sono certo che mai la tradirò.
    Vedere tutto, tollerare molto, correggere una cosa alla volta"
    "N'der caffè nun ce vo' lo zucchero, ce vo' la sambuca"



  2. #62

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Venticello View Post
    A volerla dire tutta, l'unico difensore della maglia è, e deve essere il tifoso, è per questo che non mi farei mai stampare un nome di un giocatore sulla maglia, sulla maglia ci va il mio nome, perchè sono certo che mai la tradirò.
    Pensa a quei personaggi patetici - gente anche di 30-40 anni - che chiesero indietro i soldi dopo aver comprato la maglia del Milan col nome di Ibrahimovic, dopo la cessione al PSG.

    Idem per Bonucci Juve/Milan 2 anni fa.

  3. #63

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    E le maglie è un conto, pensa a quelli che si fanno tatuare stè cose....
    Vedere tutto, tollerare molto, correggere una cosa alla volta"
    "N'der caffè nun ce vo' lo zucchero, ce vo' la sambuca"



  4. #64

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    io boh, sto discorso non lo capisco molto

    ciascun calciatore nella sua carriera si trova un mix di desideri e opportunità, difficile dire uno fa bene uno fa male

    gente come Ibrahimovic ha cambiato 30 squadre, faceva ridere che ogni squadra dove si presentava diceva che era la squadra per cui tifava da bambino e faceva ridere ancora di più chi ci credeva pure, ma è fatto così e - clamorosamente - mi è sempre stato simpatico pure lui anche se poco romantico

    altri come Baresi o Buffone se sono scesi in serie B con la propria squadra senza fiatare e non hanno comunque mai cambiato maglia (a parte buffone a fine carriera). Sono come er pupone che dovevano prendere altre strade per dimostrare etc. etc. etc.??

    fate un pò voi...

  5. #65

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Beh, Franco Baresi e Buffon mi pare che abbiano dimostrato qualcosina pure senza cambiare squadra.

  6. #66
    Administrator almayer's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Dubai, UAE
    Posts
    13,201

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Venticello View Post
    Ecco, poi mi piace da morire questo atteggiamento integralista negativo sul fatto che un giocatore di calcio possa cambiare maglia per uno stipendio più alto o per maggiore ambizione. No perchè mi pare chiaro quindi che nessuno di voi davanti ad una proposta lavorativa più remunerativa o con maggiori possibilità di soddisfazioni e successo personale lascerebbe "la maglia". Quindi Baggio è un marchettaro, mentre uno che accetta un lavoro di prestigio e ben remunerato, faccio per dire, a Dubai o negli Emirati è un serio professionista. Va' che siete forti eh...
    Nono, sono un marchettaro pure io, senza problemi. Il problema di Baggio è che ha sempre fatto il piagnina come se l'avessero scippato delle possibilità, quando invece ha sempre saltato sul carro che più gli conveniva senza batter ciglio. Che infatti ne hanno migliori ricordi a Brescia che alla Juve.

    Ibra da questo punto non s'è mai lamentato e ha fatto il suo con coerenza.
    "Capisco il bacio al lebbroso, ma non ammetto la stretta di mano al cretino."

    "Sborone a priori eletto ufficialmente da SWAT" in data 8/11/2004

    We ma sei un bel ditino pure tu,eh?


  7. #67

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Venticello View Post
    Sul resto per me siete in grave grave errore, siete voi con questa forma di idolatria e fanatismo a dare tutta questa importanza a gente che fa un lavoro, ma oltretutto lo fate con due pesi e due misure, quindi sono marchettari se vi tradiscono e fanno quello che qualunque professionista (voi compresi) farebbe, e invece sono assolutamente giustificabili, romantici e semplicemente sanguigni se sputano in faccia a qualcuno o spaccano una caviglia. Dal mio punto di vista questa è l'aberrazione, per voi sono valori. Punti di vista, certo, decisamente inconciliabili che dubito la biografia di Totti (sic...) possa avvicinare.
    Il tifo non necessariamente è idolatria e fanatismo ma sicuramente è un'aberrazione del pensiero razionale, qualcosa che non puoi chiudere in schemi. A Roma (parlo della realtà che conosco) da quasi 20 anni non si fanno cori per i singoli giocatori proprio perché si rispetta solo la maglia. Applaudiamo i servigi degli stimati professionisti che rendono al meglio per il datore di lavoro ma poi finisce lì. Ci sono però le eccezioni: i calciatori che sintetizzano quello che per te è l'amore per la tua squadra. Parliamo di quelli che instaurano un legame simbiontico (non ruffiano) con la squadra ed i suoi tifosi per i motivi più vari. Non è neanche sufficiente essere nati a Roma per raggiungere tale livello (basti pensare a Florenzi).
    In questo contesto sputare non è un valore, spaccare la gamba non è un valore, l'appartenenza è un valore. Il resto è playstation dal vivo.
    Hai ragione: i punti di vista sono inconciliabili. La biografia (intesa come storia seppur scritta da altri) servirebbe solo a capire il senso di quello che ho appena scritto.

    - - - - - - - - - -

    Quote Originally Posted by Renato View Post
    Beh, Franco Baresi e Buffon mi pare che abbiano dimostrato qualcosina pure senza cambiare squadra.
    Infatti Totti fuori dal Raccordo non lo conosce nessuno... (tormentone pigiamato)

  8. #68

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by King Ghidorah View Post
    Hai ragione: i punti di vista sono inconciliabili.
    Vivaddio ce ne faremo entrambi una ragione credo
    Vedere tutto, tollerare molto, correggere una cosa alla volta"
    "N'der caffè nun ce vo' lo zucchero, ce vo' la sambuca"



  9. #69

    Question Re: Er pupone nun ce vo stà

    Solo una curiosità per chiudere l'argomento: ma la biografia di totti è disponibile anche in italiano?

  10. #70

    Default Re: Er pupone nun ce vo stà

    Quote Originally Posted by Renato View Post
    Solo una curiosità per chiudere l'argomento: ma la biografia di totti è disponibile anche in italiano?
    Solo v.o. con subs italiani escludibili

Similar Threads

  1. Pupone dixit
    By SWAT in forum IL FORUM DEL = PALLONE WAFER = SPORTIVO E DISINVOLTO
    Replies: 2
    Last Post: 18-01-2006, 12:24

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •