Rispecchia fedelmente i fumetti di Crepax con questo onirismo presente a manciate. L'unica cosa infedele è la Valentina della De Funes con quella ridicola capigliatura più grande del viso e quegli occhi smarriti che niente hanno della tenebrosità della fotografa del fumetto. Molto più vicina la successiva Hampton.
Da vedere per l'indiscussa abilità di Farina e la bella OST ma non ha toccato le mie corde così come non lo fecero a loro tempo i fumetti che avevo trovato noiosi. Magari dovrei recuperarli.