Page 2 of 2 FirstFirst 12
Results 11 to 19 of 19

Thread: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

  1. #11

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Io credo che passerà DAVVERO tanto tempo prima che escano tutti gli album del Project in 5.1, e comunque usciranno SOLO se questa prima ondata di Remaster venderà bene. E, a mio avviso, dalle prime Bonus Tracks che ho sentito, vale davvero la pena.
    Comunque, ti consiglio di comprare almeno "Tales Of Mystery And Imagination" che uscirà a fine Aprile/inizio Maggio.
    Sarà l'unico album che esce in doppio CD perchè l'edizione con il mix originale del 1976 non è mai stata reperibile in CD, e in più avrà praticamente il doppio delle bonus tracks degli altri album perchè era il primo album del Project e non sapevano ancora come organizzarsi bene.

    Saluti !
    Alessandro

  2. #12

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Quote Originally Posted by alanparsonsforum View Post
    Io credo che passerà DAVVERO tanto tempo prima che escano tutti gli album del Project in 5.1, e comunque usciranno SOLO se questa prima ondata di Remaster venderà bene. E, a mio avviso, dalle prime Bonus Tracks che ho sentito, vale davvero la pena.
    Comunque, ti consiglio di comprare almeno "Tales Of Mystery And Imagination" che uscirà a fine Aprile/inizio Maggio.
    Sarà l'unico album che esce in doppio CD perchè l'edizione con il mix originale del 1976 non è mai stata reperibile in CD, e in più avrà praticamente il doppio delle bonus tracks degli altri album perchè era il primo album del Project e non sapevano ancora come organizzarsi bene.

    Saluti !
    Alessandro
    TALES lo prenderò di sicuro, in questo caso. Anche perché è un disco che amo molto e la suittona, che inizialmente non sopportavo perché tutta strumentale, ho cominciato ad apprezzarla molto, negli ultimi anni. Grazie del consiglio. Da "giovane" ho amato alla follia il Project, che ha rappresentato il mio primo approccio alla musica "per adulti". Molto melodici, mi hanno preso fin da subito. Poi con GAUDI e i "solisti" di Parsons mi ci sono allontanato. Meglio FREUDIANA di Woolfson, gran disco e in puro stile Project!

  3. #13
    Oracolo Green Jelly's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    BS, Italy
    Posts
    2,406
    Blog Entries
    1

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Consigliatemi il primo passo da fare negli acquisti per chi ha solo ascoltato i vary best...

    Tales?
    " Sbalordito il Diavolo rimase, quando comprese quanto osceno fosse il bene e vide la virtu' nello splendore delle sue forme sinuose"

  4. #14

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Quote Originally Posted by Green Jelly View Post
    Consigliatemi il primo passo da fare negli acquisti per chi ha solo ascoltato i vary best...

    Tales?
    No beh, EYE IN THE SKY e AMMONIA AVENUE sono i classicissimi degli Ottanta (il primo in particolare è un disco imprescindibile). Poi io trovo molto caratteristico e piacevole I ROBOT, molto più del più celebrato PYRAMID, e anche TURN OF A FRIENDLY CARD è un bel disco in perfetto Parsons-style (con tanto di suittona che è poi la parte migliore del disco, a parer mio).

    EVE non mi ha mai convinto troppo, con le sue voci femminili (una tale Clare Torry, vero Shangai?), VULTURE CULTURE è il disco che ha tentato di replicare AMMONIA AVENUE e resta un disco imperfetto, troppo ruffiano ma indubitabilmente gradevole all'ascolto, con un evergreen come "Days are numbers" (anche se a me è parsa troppo leziosa).

    STEREOTOMY è più "hard" e particolare, diverso e che può scontentare i fan. GAUDI ha due tre ottimi pezzi ma nel complesso delude, TRY ANYTHING ONCE delude e basta, i successivi manco li ricordo. E TALES? Un esordio eccellente, al quale son molto affezionato e che mi pare effettivamente uno dei dischi migliori, con quella lunga strumentale del secondo lato (sarà che io adoro Poe...). Poi c'è la colonna sonora di LADYHAWKE che non è da trascurare (tutta strumentale), FREUDIANA (che per me fa parte della discografia del gruppo ben più di TRY ANYTHING ONCE, per dire), KEATS che è prodotto da Parsons e cantato dagli abituali Blunstone ecc. ed ha momenti non da poco.

    Da comprare ce n'è, insomma.

  5. #15

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    "Tales..." è un disco assoluto, ma è forse il meno "Projectiano" della serie. Anche la band è leggermente diversa (Stuart Tosh alla batteria e Joe Puerta al basso).
    I ROBOT è il vero e proprio inizio del concetto assoluto e, insieme a PYRAMID, TTOAFC, sono il trittico classico. Tre opere eccellenti, sia a livello strumentale che, ovviamente, qualitativo.
    EVE è molto "Disco" e suona come lavoro di transizione...almeno il 50% è comunque una schiera di classici.
    EYE IN THE SKY non necessita di presentazioni (o almeno si spera)...è il grande classico della band, un album sublime dal primo secondo di "Sirius" all'ultimo di "Old and wise".
    Il periodo con sonorità prettamente '80 se lo aggiudicano i restanti...anche se sono doverose alcune precisazioni:

    AMMONIA AVENUE: è ancora legato al "sound" classico pur essendo proiettato verso timbriche più moderne...i grandi classici sono "Prime time" "Don't answer me" e "Pipeline"...ma le perle sono "since the last goodbye" e la titletrack...

    STEREOTOMY: come ben afferma barnum, è il più "Rigido" e duro...registrato e sincronizzato per la prima volta completamente in digitale, viene ricordato per il superclassico "Limelight" cantato da Gary Brooker, per la titletrack e per l'instrumental "Where's The Walrus?"...ma anche "In The Real World" e "Light Of The World" non scherzano affatto.

    GAUDI: è ben digeribile ma forse, in generale, con meno mordente...ottime comunque "Closer To Heaven" "Inside Looking Out" e il masterpiece "La Sagrada familia" con un grandissimo John Miles...

    VULTURE CULTURE: Il mio preferito.
    Non risente assolutamente della mancanza dell'orchestra di Powell...otto superclassici dalle melodie irresistibili. Una grandissima prova di Woolfson. Eccelso.

    Quote Originally Posted by barnum View Post

    EVE non mi ha mai convinto troppo, con le sue voci femminili (una tale Clare Torry, vero Shangai?)

    Esatto, poi c'è il brano finale "If I could change your mind" cantato da Lesley Duncan...

    Dimenticavo...concordo in pieno sul discorso che fai su "Freudiana".
    Grande barnum.
    Last edited by Shanghai Joe; 21-03-2007 at 12:36. Reason: Automerged Doublepost

  6. #16

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Ecco, direi che la disamina di Shangai è più ragionata e consigliabile della mia. Di sicuro almeno un po' di luce sull'argomento te la si è fatta, Green Jelly . Puoi cominciare a metter mano al portafogli, a questo punto. In fondo la discografia del Project non è poi così sterminata.

    Io ricordo che mi divertivo molto a identificare i lead singer, mai così diversi e caratteristici: il mio adorato Colin Blunstone col sussurro di OLD AND WISE, il tipicissimo Lenny Zakatek di YOU DON'T BELIEVE ME, il più rappresentativo e inconfondibile Eric Woolfson, il prezzemolo Chris Rainbow, le guest star alla John Miles... Quando ad esempio nell'edizione che avevo io di TALES non erano segnalati e dovevo arrivarci da solo a riconoscerli mi incazzavo parecchio.

  7. #17

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Chi,gentilmente,è disposto ad indicarmi le edizioni "migliori" dei Parsons da acquistare ex-novo.

    Non ho la discografia completa attualmente,possiedo solo il vinile di Eye in the sky e due mc..

  8. #18

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project

    Quote Originally Posted by scerbanenco1986 View Post
    Chi,gentilmente,è disposto ad indicarmi le edizioni "migliori" dei Parsons da acquistare ex-novo.

    Non ho la discografia completa attualmente,possiedo solo il vinile di Eye in the sky e due mc..
    Le edizioni migliori del Project sono sicuramente le ultime ristampe chiamate "Expanded editions", ovvero arricchite di materiale extra del periodo...come cover sono praticamente identiche alle originali, le riconosci dal bollino adesivo che indica, appunto, l'edizione "Expanded".

    Per ora sono usciti in questa veste:

    Tales of Mystery and Imagination (1976)

    questa in splendida edizione doppio disco imperdibile:
    http://www.gentedirispetto.com/forum...hlight=parsons

    I Robot
    (1977)
    Pyramid
    (1978)
    The Turn of a Friendly Card (1980)
    Eye in the Sky (1982)
    Vulture Culture
    (1985)
    Stereotomy
    (1985)

    Le ultime tre, usciranno a settembre:

    Eve
    (1979)
    Ammonia Avenue (1984)
    Gaudi (1987)


    per maggiori info sulle edizioni expanded:

    http://www.the-alan-parsons-project.com/release.html

  9. #19

    Default Re: Alan Parsons - Ripubblicazione Catalogo Project


Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •