Page 3 of 6 FirstFirst 12345 ... LastLast
Results 21 to 30 of 60

Thread: Quella villa accanto al cimitero

  1. #21

    Thumbs up Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by Tuchulcha View Post
    In effetti, il make-up di Freudstein lascia a desiderare. L'avevo fatto notare a Sacchetti, che m'ha replicato con un flemmatico "nun ce stavano li sordi".
    a me invece piace molto il make-up del dottor Freudstein, anche se povero.
    non so.. mi ha sempre affascinato.

    il film lo amo. mi piace e gli sono affezionato (ricordo ancora le ricerche per trovarne una copia uncut avo ai tempi delle vhs, prima del benemerito dvd NoShame)... tuttavia condivido il parere di Gu.
    preferisco Paura nella città... -che d'altronde considero molto più "artaudiano". almeno per quanto riguarda la deflagrante distruzione narrativa che in Paura è già, prima ancora de L'Aldilà, un visionario e ottimo esempio di non-scrittura.
    Quella Villa è un film molto più tradizionale, bellissimo eh... ma Paura mi ha sempre sorpreso maggiormente.
    cmq... punti di vista... per me il trittico è sublime e tutti i suoi componenti, per un motivo o per un altro, sono grande cinema horror

  2. #22

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quella villa... imho non è affatto tradizionale, anzi; è proprio Paura..., come lo stesso Sacchetti ammette, ad avere una struttura narrativa troppo "classica" (la città maledetta, la medium, gli zombi, ecc). Qui invece ci troviamo di fronte ad uno spunto sfruttatissimo come quello della "hell house", ma rivisitato in chiave di favola nera: Freudstein è l'uomo nero, e il finale fornisce un'ennesima prova di quanto Fulci amasse/temesse i bambini (con tanto di citazione apocrifa ad Henry James). E fa anche più paura, laddove il film omonimo sinceramente si perde in trovate affascinanti senz'altro, ma quanto a strizza...

  3. #23

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by Tuchulcha View Post
    è proprio Paura..., come lo stesso Sacchetti ammette, ad avere una struttura narrativa troppo "classica" (la città maledetta, la medium, gli zombi, ecc)....
    a livello tematico sicurante è come dite. a livello linguistico, secondo me ovviamente, non è per nulla tradizionale.

    non aggiungo altro per evitare di proseguire l'OT.
    d'altronde avevamo già affrontato una discussione simile nel topic dedicato a Paura.
    su questo film abbiamo, legittimamente, due punti di vista diversi ma un forum è bello soprattutto per questo.

    Quote Originally Posted by Tuchulcha View Post
    Qui invece ci troviamo di fronte ad uno spunto sfruttatissimo come quello della "hell house", ma rivisitato in chiave di favola nera: Freudstein è l'uomo nero, e il finale fornisce un'ennesima prova di quanto Fulci amasse/temesse i bambini (con tanto di citazione apocrifa ad Henry James).
    su quanto dici, invece, in merito a Quella villa concordo pienamente.
    però secondo me, sempre a livello linguistico, il film si muove in maniera più tradizionale, meno astratta e visionaria, rispetto all'altro film.

    cmq stiamo parlando di due filmoni

  4. #24

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by liberAnomalia View Post



    su quanto dici, invece, in merito a Quella villa concordo pienamente.
    però secondo me, sempre a livello linguistico, il film si muove in maniera più tradizionale, meno astratta e visionaria, rispetto all'altro film.

    cmq stiamo parlando di due filmoni
    Ah, senza dubbio. Va anche detto che originariamente Sacchetti aveva in mente un'altra cosa, alcune idee scartate in sede di sceneggiatura le riutilizzò ne La casa con la scala nel buio (guardacaso, anche lì faceva una comparsata Frezza); quindi ci sta pure che il risultato sia meno "sperimentale" del previsto. Però è un film che secondo me esce ugualmente dagli schemi, con quel finale incredibile fra grand guignol e fiaba; allo stesso modo in cui Lo squartatore di NY sembra un thriller tradizionale, e invece si rivela un prodotto "anomalo" sotto molti punti di vista. Diciamo che Quella villa... conferma la definizione di "terrorista dei generi" che Fulci aveva coniato riferendosi alla propria filmografia anarchica e insofferente dele regole.

  5. #25

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by liberAnomalia View Post
    il film lo amo. mi piace e gli sono affezionato (ricordo ancora le ricerche per trovarne una copia uncut avo ai tempi delle vhs, prima del benemerito dvd NoShame)
    Caspita...sembra di leggere la mia storia. Anch'io prima del dvd faticai terribilmente per trovare la vhs Avo: una volta resomi conto che la vhs Number One era tagliatissima, cercai la vhs uncut in tutte le videoteche della provincia (che il rischio che non me lo dessero, dato che non avevo ancora 18 anni) ed impiegai mesi prima di trovarlo. Che nostalgia!
    Comunque il film è (anche per i motivi scritti sopra) un mio cult: riconosco i suoi difetti ma mi piace lo stesso moltissimo. Nemmeno io amo molto il make-up di Freudstein, ma l'atmosfera che si respira nel film è unica, e anche attori, regia, fotografia, musiche ed effetti splatter sono di ottimo livello.
    Mi piace più di Paura e un po' meno de L'aldilà, ma dei tre è quello a cui sono più affezionato.

  6. #26

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by Deepred89 View Post
    Mi piace più di Paura e un po' meno de L'aldilà, ma dei tre è quello a cui sono più affezionato.
    Eh, la pensiamo allo stesso modo. La mente mi dice che L'Aldilà è il migliore della trilogia, ma il cuore va a Quella villa... La VHS AVO la beccai a noleggio, all'inizio degli anni 90. Il trailer è in assoluto uno dei più paurosi che ho visionato da piccino, quando passava alla tele il pomeriggio. Montato in maniera magistrale, fra l'altro.

  7. #27
    Administrator almayer's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Dubai, UAE
    Posts
    13,202

    Dvd Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Visto per la prima volta ieri sera, uno dei migliori horror di Fulci, anche se io pure preferisco L'Aldilà. Girato magistralmente, con splendidi effetti speciali di De Rossi (anche Freudstein mi piace) e scene sempre innovative ed estreme (l'accetta sulla porta, le scale). In effetti ci sono dei buchi di sceneggiatura, ma ce ne si accorge solo a mente fredda, nel film riescono ad aumentare la sensazione di straniamento rendendo il tutto ancora più inquietante. Ottimo il master del dvd NoShame, e belli gli extra, anche se avrei preferito anche un contraltare all'intervista a senso unico di Sacchetti. Fortuna che a casa ho la bibbia di Paolo Albiero, Il Terrorista Dei Generi, e mi sono andato a leggere poi il succoso capitolo dedicatogli.
    "Capisco il bacio al lebbroso, ma non ammetto la stretta di mano al cretino."

    "Sborone a priori eletto ufficialmente da SWAT" in data 8/11/2004

    We ma sei un bel ditino pure tu,eh?


  8. #28

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by almayer View Post
    Visto per la prima volta ieri sera, uno dei migliori horror di Fulci, anche se io pure preferisco L'Aldilà. Girato magistralmente, con splendidi effetti speciali di De Rossi (anche Freudstein mi piace) e scene sempre innovative ed estreme (l'accetta sulla porta, le scale). In effetti ci sono dei buchi di sceneggiatura, ma ce ne si accorge solo a mente fredda, nel film riescono ad aumentare la sensazione di straniamento rendendo il tutto ancora più inquietante. Ottimo il master del dvd NoShame, e belli gli extra, anche se avrei preferito anche un contraltare all'intervista a senso unico di Sacchetti. Fortuna che a casa ho la bibbia di Paolo Albiero, Il Terrorista Dei Generi, e mi sono andato a leggere poi il succoso capitolo dedicatogli.
    Rileggilo, allora: i trucchi non sono di Giannetto hihihi

    E comunque sono trucchi splendidi. Il sangue sembra nero, come nella realtà.
    Last edited by Tuchulcha; 08-10-2009 at 14:47. Reason: Automerged Doublepost

  9. #29
    Administrator almayer's Avatar
    Join Date
    Feb 2004
    Location
    Dubai, UAE
    Posts
    13,202

    Question Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by Tuchulcha View Post
    Rileggilo, allora: i trucchi non sono di Giannetto hihihi
    Come no? È riportato anche sul retro del dvd, che dovrebbe aver curato Cine70.
    E ho appena controllato, è anche nei titoli di coda.
    "Capisco il bacio al lebbroso, ma non ammetto la stretta di mano al cretino."

    "Sborone a priori eletto ufficialmente da SWAT" in data 8/11/2004

    We ma sei un bel ditino pure tu,eh?


  10. #30

    Default Re: Quella Villa Accanto Al Cimitero.

    Quote Originally Posted by almayer View Post
    Come no? È riportato anche sul retro del dvd, che dovrebbe aver curato Cine70.
    E ho appena controllato, è anche nei titoli di coda.
    Se leggi l'intervista a De Rossi riportata verso la fine del libro, è lui stesso ad ammettere di non avervi preso parte. I credits lo riportano, ma gli effettacci erano opera del validissimo Maurizio Trani (accreditato anche lui).

Similar Threads

  1. Una notte al cimitero
    By Shanghai Joe in forum TUTTI I COLORI DEL BUIO
    Replies: 18
    Last Post: 13-10-2018, 16:22
  2. Quella villa in fondo al parco
    By johnnyb in forum TUTTI I COLORI DEL BUIO
    Replies: 19
    Last Post: 26-09-2016, 17:11
  3. Cimitero senza croci
    By Wheeling in forum LA COLT E' LA MIA LEGGE
    Replies: 15
    Last Post: 27-08-2016, 22:02
  4. I Ragazzi della porta accanto (1985)
    By Frank Costello in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 6
    Last Post: 22-04-2015, 23:01
  5. LA STANZA ACCANTO - Fabrizio Laurenti
    By Stracult in forum GENTE DI RISPETTO FORUM
    Replies: 1
    Last Post: 11-01-2009, 18:05

Tags for this Thread

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •