Page 3 of 3 FirstFirst 123
Results 21 to 25 of 25

Thread: Gli anni '90 del rap italiano

  1. #21

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by Slogun View Post
    A mio avviso, considerando come cambiato e si evoluto il rap in Italia, direi che quell'EP di Neffa ha decretato la fine giusto della sua carriera.

    In quel periodo c'erano ancora in giro i Sottotono (per il versante rap smaccatamente commerciale) o il Colle Der Fomento (per quello hardcore), di l a poco sarebbero arrivate le Sacre Scuole e in seguito il Club Dogo, Kaos stava facendo cose che erano avanti di brutto... insomma, questo per dire che secondo me la scena hip-hop italiana non si certo fatta tagliare le gambe da Neffa come dici tu, e anzi parallelamente al suo cambio di rotta si stava gi evolvendo e sviluppando senza di lui.

    Attendo comunque l'opinione di Drugo.
    Mah...io la penso diversamente, nel senso che per me in Italia il Rap, sopratutto attuale, non s evoluto per niente...anzi.Gente come Mondo o Fibra, per citare i piu commerciali, per me non sono neanche Rap...poi c' una marea di gente tra Roma e Milano sopratutto che f questo genere, abbastanza pacchiano, alla Club Dogo che narrano, a mio avviso, solo stronzate...storie di criminalit, cocaina, belle fighe, denaro...boh, cazzate fine a se stesse che a me non trasmettono una sega...ste cose le cantavano, con molto piu gusto e stile, i Lyricalz anni f. Per me mancano proprio i punti di riferimento, per me il vero Rap resta fermo al decennio dei 90 oggi non c'e piu nulla da ammirare.
    "Io col poliziottesco all'italiano non ho avuto niente a che fare"

  2. #22

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Beh, ma se allora una questione di gusti tuoi o di come tu personalmente intendi il rap, allora non c' nulla da commentare.

    Oggettivando, per, in Italia ci sono un sacco di realt differenti che fanno e intendono il rap e l'hip-hop in molte maniere differenti (com' giusto che sia, come in America per esempio), e spesso e volentieri c' gente che realizza dischi che non hanno nulla da invidiare a quelli usciti nei '90... anzi... per chiaro che se poi a te non piacciono un altro discorso.

    Per quanto riguarda le cazzate fini a s stesse, beh, conta che il rap uno dei generi musicali pi autoreferenziali in assoluto. Per rimanere in ambito statunitense, i vari Public Enemy, Immortal Technique etc. sono le eccezioni, mica la regola.




  3. #23

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by Slogun View Post
    A mio avviso, considerando come cambiato e si evoluto il rap in Italia, direi che quell'EP di Neffa ha decretato la fine giusto della sua carriera.

    In quel periodo c'erano ancora in giro i Sottotono (per il versante rap smaccatamente commerciale) o il Colle Der Fomento (per quello hardcore), di l a poco sarebbero arrivate le Sacre Scuole e in seguito il Club Dogo, Kaos stava facendo cose che erano avanti di brutto... insomma, questo per dire che secondo me la scena hip-hop italiana non si certo fatta tagliare le gambe da Neffa come dici tu, e anzi parallelamente al suo cambio di rotta si stava gi evolvendo e sviluppando senza di lui.

    Attendo comunque l'opinione di Drugo.
    Sono daccordo. Il suddetto Ep del Neffa stata il suo testamento verso questa musica ( anche se sua una produzione e ritornello per il rmx "Ghetto" di Alea, rapper napoletana e il cantato assieme a Kaos, Moddy, Gopher per lo special al Godzilla sound http://www.youtube.com/watch?v=UcaKUCs45hY&translated=1), per approdare ad altra musica.
    Credo che come giustamente fatto notare da Esa in un'intervista, fra qualche anno il pubblico che seguir l'Hip-hop sar di nicchia, ma attento e preparato come ad esempio quello che segue il jazz. Almeno spero.
    Ad oggi io trovo un sacco di cose interessanti da ascoltare. In Italia prendi i Co'sang, il progetto del Danno "Artificial kid 47", Paura, L-Mare, Supremo 73, Noyz Narcos e scusa l'immodestia, i Banana Spliff. Poi i Colle, Kaos, Gruff...
    Aivoja! Anche in America bisogna vedere a cosa uno pi affine. Cazzo c' Sean Price (Heltah skeltah), Ghostface, Termanology, Sick Jacken e mille altri caparbi.
    Sul fatto di autocelebrazioni, come dice Primo (Cor veleno) in un suo pezzo :"certo che mi autocelebro, siamo cos pochi che devo pensarci io a darmi credito...".
    E' PERCHE' ESISTE LA PROPRIETA' CHE CI SONO GUERRE, MOTI E INGIUSTIZIA (SANT'AGOSTINO)

  4. #24

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by Impact View Post
    Cari amanti, come me, del Rap anni 90...ma c' qualcuno che come me sostiene che l'opera che ha decretato la FINE del Rap in Italia dei 90's (un p come stato "Poliziotto Solitudine e rabbia" per il filone poliziesco all'italiana) sia il seguente Ep?


    questo EP stato assolutamente un punto di svolta. Per motivi sia stilistici che storici.

    anch'io completamente d'accordo che il fondamento sia:

    Gruff
    Sangue Misto
    Colle der Fomento
    Kaos + tutti i progetti venuti fuori da lui (M&M, NeoEx, etc..)
    Skizo e Alien Army
    Esa/OTR/Gente Guasta (che alla fine hanno fatto un be pezzetto di cose)


    come outsider citerei i 13 Bastardi che hanno avuto una bella spinta innovativa.. che dite?




    p.s. penso che i "10 anni" di Fibra siano una approssimazione da prendere come tale. "Teste Mobili" era un signor tape e me lo divorai all'epoca

  5. #25
    Oracolo kaciaro's Avatar
    Join Date
    Jan 2006
    Location
    caprarola
    Posts
    1,299

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    COLLE DER FOMENTO


Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •