Page 2 of 3 FirstFirst 123 LastLast
Results 11 to 20 of 25

Thread: Gli anni '90 del rap italiano

  1. #11

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by mister.steed View Post
    Per caso vuoi postare i loro video nel cinetest?
    Però è un idea

    NO SONO CURIOSO,io ho amato molto Frankie HNRG, nelle poche date dalle mie parti son sempre andato a vederlo poi per il resto ho sentito solo quello che passavano le radio,quindi credo il rap commerciale, OTR , Jovanotti ecc.

    Ma Pino D'Angiò è stato il primo?


    MASTER of cappa

  2. #12

    Thumbs up Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by stubby View Post
    Ma Pino D'Angiò è stato il primo?
    Pino D'angiò non era rap.
    Pino D'Angiò era un fico!

    L'ho beccata in discoteca
    con lo sguardo da serpente
    io mi sono avvicinato
    lei già non capiva niente...
    L'ho guardata
    m'ha guardato
    e mi sono scatenato
    Fred Astaire al mio confronto
    era statico e imbranato!

  3. #13

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by stubby View Post
    Visto che qui abbiamo degli appassionati volevo chiedere,chi sono o sono stati i massimi esponenti del Rap italiano?
    Domanda meno semplice di quello che sembra.
    Tanti sono i nomi illustri e meno che hanno alimentato la nobile arte del rap.
    La Scuola Bologna, sfodera Galante e Gambino (con il terzo socio Yared, membri dell' FCE), dove il motto della crew "fanculo a tutti", sintetizza appieno il loro approccio da "Death before disonore". Alcune delle loro strofe, a livello di stile, raggiungono la perfezione.
    La scuola Torino vanta Dj Gruff, la cui bravura nell'interpretare i pezzi e trasmettere immagini è unico. Musico purissimo, visionario e irrascibile.
    La scuola Milano ha il suo picco in Kaos (in realtà casertano) che da Radical stuff a Neo ex, passando per Merda e melma e i dischi solisti, è riuscito a portare la capacità di scrittura ad un livello assurdo. Poesia pura, non un semplice flusso di parole a tempo. Un vero maestro.
    A Roma tutto (o quasi) parte da Ice one e la gloria che merita per avere istruito quelli che a loro volta hanno tramandato il tutto è enorme.
    Stiamo infatti dicendo che quegli allievi erano Danno e Beffa, futuri Colle der fomento, ancora fierissimi nel donare energia e talento oggi.
    Ma per uno che emerge da questo imbuto, molti rimangono sotto. Ma non dimentichiamo l'importanza di tantissimi altri che magari solo di passaggio (ad esempio Sangue Misto) hanno contribuito a portare il rap al rango di arte nobile.
    To be continued...
    E' PERCHE' ESISTE LA PROPRIETA' CHE CI SONO GUERRE, MOTI E INGIUSTIZIA (SANT'AGOSTINO)

  4. #14

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by drugo View Post
    Domanda meno semplice di quello che sembra.
    Tanti sono i nomi illustri e meno che hanno alimentato la nobile arte del rap.
    La Scuola Bologna, sfodera Galante e Gambino (con il terzo socio Yared, membri dell' FCE), dove il motto della crew "fanculo a tutti", sintetizza appieno il loro approccio da "Death before disonore". Alcune delle loro strofe, a livello di stile, raggiungono la perfezione.
    La scuola Torino vanta Dj Gruff, la cui bravura nell'interpretare i pezzi e trasmettere immagini è unico. Musico purissimo, visionario e irrascibile.
    La scuola Milano ha il suo picco in Kaos (in realtà casertano) che da Radical stuff a Neo ex, passando per Merda e melma e i dischi solisti, è riuscito a portare la capacità di scrittura ad un livello assurdo. Poesia pura, non un semplice flusso di parole a tempo. Un vero maestro.
    A Roma tutto (o quasi) parte da Ice one e la gloria che merita per avere istruito quelli che a loro volta hanno tramandato il tutto è enorme.
    Stiamo infatti dicendo che quegli allievi erano Danno e Beffa, futuri Colle der fomento, ancora fierissimi nel donare energia e talento oggi.
    Ma per uno che emerge da questo imbuto, molti rimangono sotto. Ma non dimentichiamo l'importanza di tantissimi altri che magari solo di passaggio (ad esempio Sangue Misto) hanno contribuito a portare il rap al rango di arte nobile.
    To be continued...
    Di sicuro non i più famosi.
    Sicuramente i meno commerciali.
    Neh?!

  5. #15

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by scerbanenco1986 View Post
    Di sicuro non i più famosi.
    Sicuramente i meno commerciali.
    Neh?!
    Qui si parlava di massimi esponenti nella disciplina rap, mica di chi ha venduto più dischi. E i nomi che ho citato li considero fondamentali per uno che si proclami anche un minimo attratto da questa musica.
    E' PERCHE' ESISTE LA PROPRIETA' CHE CI SONO GUERRE, MOTI E INGIUSTIZIA (SANT'AGOSTINO)

  6. #16

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Concordo con il Drugo. E aggiungo che si parla di tempi in cui il rap in classifica non ci andava, l'unico esempio -a parte Jovanotti che io sinceramente lascerei fuori da discussioni come questa- possono essere gli Articolo 31, o in misura molto minore alcune cose di Frankie Hi-Nrg. O, un po' più tardi, gli Otierre.

    E btw, a metà anni '90 per chi seguiva un minimo la scena musicale "alternativa" (di pressoché qualsiasi genere) i Sangue Misto erano un nome molto conosciuto ed estremamente rispettato. Il loro album lo conoscevano davvero tutti. Questo, a mio avviso, ha più valore di qualunque classifica di vendita o video su Mtv.




  7. #17

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Io aggiungerei, per quanto riguarda la scena romana, almeno gli Assalti frontali


  8. #18

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Quote Originally Posted by mister.steed View Post
    Io aggiungerei, per quanto riguarda la scena romana, almeno gli Assalti frontali
    Parliamoci chiaro, e lo dico da fans assoluto degli Assalti (e prima ancora del collettivo Onda rossa posse): il merito più grande che gli si può dare (che poi al solo Militant A ancora presente dalla prima ora), è un merito cronologico (fra i primi in Italia) e di messaggio con una presa di coscienza (forse i primi).
    Altro merito non da poco, aver lanciato un peso massimo del micro come Lou-X. A livello di disciplina rap, solo adesso riescono ad andare di pari passo con i testi spettacolari di sempre. Tenutisi sempre ai margini di una scena forse ai loro occhi erroneamente troppo frivola. Peccato.
    E' PERCHE' ESISTE LA PROPRIETA' CHE CI SONO GUERRE, MOTI E INGIUSTIZIA (SANT'AGOSTINO)

  9. #19

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    Cari amanti, come me, del Rap anni 90...ma c'è qualcuno che come me sostiene che l'opera che ha decretato la FINE del Rap in Italia dei 90's (un pò come è stato "Poliziotto Solitudine e rabbia" per il filone poliziesco all'italiana) sia il seguente Ep?



    Per me queste 5 traccie rappresentano un vero e proprio testamento lasciato dal mitico Neffa che segna la fine di un epoca...infatti siamo nel 1999.
    Se sento nostalgia del Rap è grazie sopratutto a Giovanni...il suo cambio di rotta ha devastato e cambiato gli schemi...è stato come un karakiri per l'Hip Hop...poi proprio lui, era davvero inimmaginabile che arrivasse a cantare La mia signorina, lui che spingeva e ci credeva davvero.
    "Io col poliziottesco all'italiano non ho avuto niente a che fare"

  10. #20

    Default Re: Gli anni '90 del rap italiano

    A mio avviso, considerando come è cambiato e si è evoluto il rap in Italia, direi che quell'EP di Neffa ha decretato la fine giusto della sua carriera.

    In quel periodo c'erano ancora in giro i Sottotono (per il versante rap smaccatamente commerciale) o il Colle Der Fomento (per quello hardcore), di lì a poco sarebbero arrivate le Sacre Scuole e in seguito il Club Dogo, Kaos stava facendo cose che erano avanti di brutto... insomma, questo per dire che secondo me la scena hip-hop italiana non si è certo fatta tagliare le gambe da Neffa come dici tu, e anzi parallelamente al suo cambio di rotta si stava già evolvendo e sviluppando senza di lui.

    Attendo comunque l'opinione di Drugo.




Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •