Results 1 to 2 of 2

Thread: Un tango dalla Russia (1965, Canevari?)

  1. #1

    Tv Un tango dalla Russia (1965, Canevari?)

    http://www.cinematografo.it/bancadat...00&completa=si

    Ieri ho tentato di vedere questo film (da una vecchia registrazione da Italia 7): beh, dopo 35 minuti ho desistito.
    Storia risibile; dialoghi assolutamente ridicoli, pazzeschi; montaggio delirante (tra l'altro sono stati inseriti spezzoni di repertorio: all'inizio video della II Guerra mondiale, poi vedute di Venezia (dove, in effetti, il film si svolge); poi ancora un lungo balletto di una danzatrice creola)..
    Ma, dunque, è di Canevari o no questo film?
    Leggevo sul dossier di Nocturno, dedicato ai registi milanesi, che lo stesso Canevari (che si celerebbe dietro allo strampalato nome di Berwang Ross) afferma di non averlo mai girato.
    E poi la produzione, quelli di Nocturno gli chiedono se l'abbia prodotto De Fina, e lui dice che è impossibile. Insomma, un misteritaliano ancora irrisolto?

    Da cinematografo.it:
    Regia: Ross Berwang (Canevari?)
    Attori: Attilio Dottesio, Mark Tessier, Don Tesdal, Seyna Seyn, Britt Semand, Gara Grand, Liv Ferrer, Dan Cristian
    Sceneggiatura: Cornelius Monk, Henry Gozzo
    Fotografia: Maurice Moschion
    Musiche: Necopi (e chi è?)

    Attenzione! Spoiler! Evidenziare la striscia nera per visualizzarlo!

      Trama L'organizzazione spionistica di alcune potenze si mette in movimento per procurarsi una formula scientifica di grande importanza; lo scienziato che ha elaborato tale formula intende dar vita ad una razza superiore portando all'estinzione i tre quarti dell'umanità. Nonostante sia accanitamente ricercato e inseguito, lo scienziato riesce a sfuggire ai suoi avversari, essendo stranamente in grado di trasferirsi nei loro corpi. L'ultima sua vittima avrebbe dovuto essere un investigatore privato, al quale palesa spavaldamente la completa verità. Ma costui viene invece salvato dalla figlia dello scienziato e provocherà la morte di questi in un inseguimento senza scampo.

    Note TITOLO DELLA RIEDIZIONE (1966) "AGENTE SEGRETO 070; UN TANGO DALLA RUSSIA". FILM SEMICLANDESTINO IN BIANCO E NERO, CON UN MONTAGGIO (DI CHI?), CHE LO RENDE DEL TUTTO INCOMPRENSIBILE E CHE HA CIRCOLATO POCHISSIMO.
     


    This glade was a cemetery, this hole a tomb,
    this oblong object the body of the man who had died in the night.


  2. #2

    Default Re: Un tango dalla Russia (1965, Canevari?)

    Quote Originally Posted by Caltiki View Post
    Ma, dunque, è di Canevari o no questo film?
    Leggevo sul dossier di Nocturno, dedicato ai registi milanesi, che lo stesso Canevari (che si celerebbe dietro allo strampalato nome di Berwang Ross) afferma di non averlo mai girato.
    E poi la produzione, quelli di Nocturno gli chiedono se l'abbia prodotto De Fina, e lui dice che è impossibile. Insomma, un misteritaliano ancora irrisolto?
    Secondo Pulici è di Oscar De Fina...
    Non concordo comunque con il tuo giudizio sul film...strampalato sì, ma ne sono rimasto piacevolmente colpito...

Bookmarks

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •